Come usare il color rosso pompeiano per arredare casa


Definizione, origini e storia del color rosso pompeiano. Idee e suggerimenti per usare la tinta rosso pompeiano nelle stanze di casa: cucina, soggiorno, camera da letto, bagno e per pareti interne ed esterne. Codice colore RGB, tonalità chiare e scure, abbinamenti di colore.

rosso-pompeiano

Il rosso pompeiano è un’ocra rossa che ha origine inorganica naturale, composta da ossido di ferro. Conosciuto fin dall’epoca dei Romani, inizialmente con il termine di sinopsis, in quanto apparso per la prima volta nella città di Sinope in Turchia, venne poi adottata con notevole successo per le pitture e gli affreschi ritrovati nella città di Pompei.

Il rosso pompeiano veniva realizzato con gli scarti di lavorazione del cinabro, un minerale da cui si estraeva il mercurio. Oltre al costo di produzione elevato nonchè ai pericoli per la salute, decisamente nocivo, nel corso del tempo il cinabro è stato sostituito dal vermiglione, estratto da un insetto e molto più sicuro per la salute degli individui.

Il rosso pompeiano è anche noto con altri termini identificativi quali rosso Ercolano, terra di Pozzuoli, rosso inglese, ematite e terra rossa di Verona.


Rosso pompeiano: origini

rosso-pompeiano-10

La storia di questa tinta decisamente accesa è ricca di molti spunti ed aneddoti. Recenti studi archeologici hanno infatti scoperto che gran parte delle abitazioni di Pompei ed Ercolano, da cui la tinta prende il nome, era in origine giallo ocra.

I gas ed il forte calore emanato dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.c. che sommerse le due cittadine del napoletano, agirono sul pigmento delle pareti, trasformandolo in rosso.

A dir la verità, gli antichi Romani erano a conoscenza della pericolosità del materiale, il cinabro, da cui si otteneva la tinta. Infatti venivano inviati presso le miniere in Spagna gli schiavi ed i prigionieri che, di fatto, venivano condannati a morte, lavorando in condizioni terribili, a contatto con il mercurio.

Pareti rosso pompeiano: idee

rosso-pompeiano-3

Il rosso pompeiano è un colore austero, di gran classe ed affascinante: i ritrovamenti archeologici hanno dimostrato l’uso sapiente che ne facevano i Romani nella pittura delle facciate dei palazzi e delle abitazioni. Passando ai giorni nostri, si rivela sicuramente una delle proposte più interessanti per chi intende allestire ambienti classici, di assoluto pregio, con arredi eleganti e preziosi.

Cucina rosso pompeiano

rosso-pompeiano-cucina

Negli ultimi anni impiegare il rosso per le pareti della cucina sta riscuotendo notevole successo, una tinta molto forte ed intensa e che costituisce una proposta assai valida per il rinnovamento del locale.

rosso-pompeiano-cucina

Impiegato per ridipingere i pensili della cucina, in particolare per mobili dalle linee classiche e ricche di dettagli, il rosso pompeiano crea uno spazio molto personalizzato.

Bagno rosso pompeiano

rosso-pompeiano-bagno

Per un bagno dal chiaro sapore classico, l’uso del colore appare magnifico per il rivestimento in piastrelle del pavimento e delle pareti, in abbinamento con il bianco e dettagli geometrici che connotano un ambiente affascinante ed elegante.

Salotto rosso pompeiano

rosso-pompeiano-salotto

Per un living moderno è una proposta interessante, quando si vuole denotare uno spazio dove i dettagli, colori e complementi possono fare la differenza. L’uso sapiente del metallo, il tavolino con ripiano in marmo e le mensole alla parete, esaltano la forza del rosso pompeiano.

rosso-pompeiano-15

Per chi non ama il calore e la passione che il rosso è in grado di emanare, può essere preferibile tinteggiare la parete di ingresso al soggiorno, per sperimentare la forza e la vigoria della tinta.

Camera da letto rosso pompeiano

rosso-pompeiano-camera-letto-3

Le tinte forti ed accese non sono mai consigliate per chi soffre d’insonnia od ha difficoltà ad addormentarsi: la parete retrostante la testata del lotto può essere un tentativo non troppo invadente.

rosso-pompeiano-camera-letto

In ambienti esotici e bohemien, quando apparire ed esagerare sono le linee guida nella scelta dell’arredamento, il mix con tinte eccentriche come l’arancione forma un abbinamento assai speciale.

Rosso pompeiano: codice RGB

Il rosso pompeiano ha il seguente codice RGB: 162; 46; 55

rosso-pompeiano-rgb

Per ottenere la tinta, occorre mescolare i colori primari nella seguente misura:

Tinte dalle sfumature più o meno intense che si avvicinano sono:

  • arancio sanguigno RGB 203, 40, 33
  • rosso fragola RGB 206, 48, 24
  • rosso traffico RGB 204, 6, 5
  • rosso veneziano RGB 200, 8, 21
  • rosso corsa RGB 204, 0, 0

Rosso pompeiano: abbinamenti

rosso-pompeiano-2

La particolare intensità della tinta richiede attenzione nel suo utilizzo per ambienti interni. La ricca storia che è alle spalle del rosso pompeiano lo rende adatto per abitazioni che si vuol declinare in stile classico e neoclassico, su pareti riccamente decorate ed abbellite da pittori esperti nello stucco veneziano.

stile-bohemien-salotto

Una parete della cucina o un angolo del soggiorno dove viene sistemato un quadro d’autore connota sicuramente con grande effetto l’abitazione. Per chi ama lo stile bohemien ed eclettico, è una sfumatura di rosso che può tranquillamente venire abbinata con arancione, giallo, verde, viola, bordeaux.

Color rosso pompeiano: galleria delle immagini

Nella galleria delle immagini potrete sicuramente trovare gli spunti più piacevoli per l’utilizzo di questa tinta affascinante e dalla forte influenza storica.

 

Davide Bernasconi
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger
  • Esperto di Arredo e design

Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta