Bagno in stile giapponese idee


Il fascino dell’Estremo Oriente nel bagno moderno. La tipica vasca da bagno giapponese, l’ofuro, il wc washlet, la doccia con parete in vetro, il lavabo da appoggio. Colori ed accessori per il vostro angolo di Giappone in casa.

bagno-stile-giapponese-4


Il sapore ed il profumo d’Oriente determinano sensazioni gradevoli che nelle abitazioni occidentali stanno acquisendo un’importanza notevole; architetti ed esperti di interior design stanno recependo questa tendenza nel disegnare e progettare gli ambienti domestici, per una miglior meditazione e ritmi di vita più lenti.

Il bagno, luogo dedicato alla cura del corpo, rappresenta un ambiente molto caro ai giapponesi, dove rispetto alla vita frenetica delle metropoli, si ricerca un senso di calma e tranquillità.


Bagno stile giapponese: ispirazioni

bagno-stile-giapponese-5

Innanzitutto l’ambiente orientale ideale è improntato all’utilizzo di materiali naturali per la realizzazione dei mobili e degli arredi, sottolineando lo spirito minimalista. Le stanze sono dotate del minimo indispensabile, sottolineato anche dall’assenza delle porte, sostituite con pannelli shoji, realizzati in legno naturale e carta traslucida, molto più leggeri e che lasciano filtrare la luce.

Bagno stile giapponese: vasca

bagno-stile-giapponese

Per i giapponesi i vantaggi offerti dalla vasca da bagno sono notevoli rispetto alla più moderna doccia, il metodo più rapido per lavarsi e per consentire, all’interno di un’abitazione condivisa da famigliari e più persone, di procedere più rapidamente.

vasca-oforu-2

La vasca da bagno tradizionale giapponese è l’ofuro, in forma ovale od arrotondata, simile alle vecchie tinozze che nelle case di campagna d’un tempo venivano riempite con secchi di acqua. Nelle abitazioni moderne, il collegamento con l’impianto idrico con acqua corrente rende più semplice l’utilizzo.

vasca-oforu

L’ofuro in legno è ideale per mantenere la temperatura elevata; modelli in ceramica e plastica sono però più economici, facili da trovare nei cataloghi delle aziende più importanti.

E sebbene la vasca sia un elemento che, in virtù della sua muratura, rimane già in modo autonomo nel locale, il bagno orientale presenta un vetro fisso dalla grandezza diversa in base allo spazio disponibile.

Il vetro, comunque trasparente, diventa così una barriera non tanto allo scopo di privacy, quanto di mantenere la temperatura più elevata nella zona relax, per un gradevole comfort.

Bagno stile giapponese: doccia aperta

piatto-doccia-filo-pavimento

Abituati al classico box doccia chiuso, in forma quadrata, rettangolare od angolare, la doccia giapponese è aperta, con il piatto incassato a filo pavimento e dotato di canalina per lo scarico dell’acqua. Non è insolito nelle case dei giapponesi avere vasca e doccia vicini, per una grande e pratica zona relax.

bagno-stile-giapponese-15

Sarà la parete in vetro ad evitare che schizzi d’acqua rimangano sul pavimento, situazione pericolosa quando si cammina a piedi nudi. La trasparenza del vetro rende poi molto sensuale l’ambiente, oltre a facilitarne la pulizia una volta terminata la rinfrescante e rigenerante doccia.

Bagno stile giapponese: lavabo

lavabo-appoggio-mobile-bagno

Il lavabo da appoggio è ideale; la forma del catino, ovale o circolare, dunque priva di spigoli, risulta più avvolgente. Fra i materiali naturali, spicca il bambù, oggi assai gradito in fase di rinnovamento bagno, una scelta costosa, senza dubbio, ma davvero affascinante, soprattutto se in una sfumatura del marrone chiaro.

Bagno stile giapponese: il wc

bagno-stile-giapponese

Per la popolazione orientale l’igiene intima è fondamentale. Nel fare un pò di storia del water closed, il tradizionale wc giapponese, detto washiki, è conosciuto in Italia come “bagno alla turca”, che richiede di accovacciarsi, mantenendo la posizione per il tempo necessario ad espletare le più comuni funzioni fisiologiche.

bagno-stile-giapponese-8

Poi, l’evoluzione tecnologica ha fatto passi da giganti nel Secondo Dopoguerra in Giappone, portando alla realizzazione di un modernissimo ed iper tecnologico prodotto: il wc delle case dei giapponesi è infatti dotato della washlet, un pannello di controllo che lo trasforma in un vero e proprio elettrodomestico.

wc-giapponese

Dal controllo della temperatura della tavoletta alla possibilità di scegliere una musichetta o colonna sonora per accompagnare il momento della sosta, il wc giapponese è dotato di molteplici funzioni che consentono di effettuare vari tipi di lavaggio delle parti intime.

Si può infatti controllare la temperatura dell’acqua, la posizione e l’intensità del getto oltre a regolare il flusso dello scarico dell’acqua, una modalità utile a diminuire gli sprechi.

bagno-stile-giapponese-11

I modelli più sofisticati sono dotati addirittura di sensori a raggi infrarossi che alzano automaticamente il coperchio appena l’utente si ferma davanti.

A questo punto, è quasi chiaro che il tipico bagno giapponese è sprovvisto del bidet, dato che è il wc ad essere dotato dell’elemento utile a compiere la perfetta igiene intima.

bagno-senza-bidet-piccolo

Siccome la stragrande maggioranza degli italiani non gradisce affatto un bagno senza bidet, si può optare per l’installazione delle toilet nel bagno di servizio oppure acquistare un modello per il bagno padronale, quando vorrete godere delle sensazioni dei cittadini nipponici.

Bagno stile giapponese: decorazioni

bagno-stile-giapponese-6

Rendere più confortevole l’ambiente è sempre un processo assai gradito. Elementi decorativi, dai colori, essenze, diffusori di profumi e piantine sono piacevoli nel bagno.

Mentre trascorrete qualche decina di minuti nella vasca immersi in acqua talmente calda che il vapore crea affascinanti disegni nell’aria, vaschette e contenitori appositi per pout pourri di fiori trasmettono nell’aria profumi avvolgenti e gradevoli.

I bonsai sono le piante ideali, tipiche della tradizioni dell’Estremo Oriente.

bagno-stile-giapponese-18

Per i giapponesi la decorazione del bagno significa apporre alle pareti immagini con ideogrammifiori di ciliegio e carpe koi, le tipiche carpe del Giappone che vengono allevate per essere poste in stagni e laghetti da giardino, elementi imprescindibili degli ambienti in stile zen.

bagno-bambu-2

Il bambù è un altro piacevole elemento di decoro che può essere impiegato sia come semplice abbellimento che per realizzare graziosi separè per nascondere alla vista i sanitari oltre a mobili e mobiletti dove riporre biancheria e prodotti di bellezza.

Bagno stile giapponese: colori

bagno-stile-giapponese-14

Sensazioni di tranquillità e relax non possono che essere realizzate nel migliore dei modi che tramite l’uso di tinte tenui, chiare ed rilassanti.

Se il bianco è senza dubbio il più indicato, l’abbinamento con il marrone scuro consente di creare un’atmosfera particolare, calda ed accogliente, molto adatto per mobili in legno. La presenza del nero aiuta a rendere elegante lo spazio, per un tocco chic che non guasta mai.

bagno-stile-giapponese-16

A prima vista parrebbe un’esagerazione l’uso di due tinte scure, rendendo opprimente lo spazio: in realtà occorre sfruttare l’illuminazione naturale, meglio se fornita da un’ampia finestra mentre l’uso di lampade e lanterne, soprattutto mentre si è immersi nella vasca, rende l’atmosfera romantica.

Qualche vasetto sparso o pendente dal soffitto, dona un tocco di verde ed allegria.

Bagno stile giapponese: galleria delle immagini

Per vivere le atmosfere del bagno tipico giapponese, nella galleria delle immagini si avranno i primi importanti spunti per rinnovare il proprio locale.

Davide Bernasconi
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger
  • Esperto di Arredo e design

Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta