Come trasformare un balcone in veranda: soluzioni ad hoc


Avete un balcone e pensate di trasformarlo in veranda? La legge lo consente ma non sapete come fare? Quali sono i costi per una veranda? Come scegliere tra legno, alluminio, PVC o a tutto vetro.

Come-trasformare-un-balcone-in- veranda-1


La vista dal balcone è mozzafiato e volete godervelo al riparo da intemperie realizzando una splendida veranda. Avete acquistato casa e lo spazio del balcone vi può essere utile per l’economia generale degli ambienti. La superficie del balcone vi occorre per allestire una postazione studio o volete sistemare gli attrezzi ginnici e non sapete dove altro farlo.

Qualunque sia la motivazione occorre agire seguendo un preciso iter, per non rischiare di commettere errori con conseguenze rilevanti. In questo articolo un vademecum sulle azioni indispensabili prima dell’opera e una guida per valutare materiali, costi e soluzioni stilistiche.


Veranda: quale tipologia di intervento

Come-trasformare-un-balcone-in- veranda-2

Nei paesi del Nord Europa la tradizione di creare verande sul balcone è nata con l’obiettivo di accogliere quanta più luce solare fosse possibile. Dunque un balcone può essere chiuso con delle vetrate frontalmente e lateralmente, per intero o per porzioni di esso e avrete realizzato una veranda.


Leggi anche: Detrazione balconi

Prima di procedere occorre sapere che si tratta di una tipologia d’intervento da fare seguendo il giusto iter. Molte aziende produttrici parlano di opere che non necessitano né di autorizzazioni né di permessi, ma ciò non corrisponde al vero. Per fare un po’ il punto basta considerare che la chiusura sia con infissi o solo vetro rende il balcone un vano di utilizzo autonomo, una pertinenza dell’abitazione insomma. L’installazione è destinata a durare nel tempo e questo determina un ampliamento del godimento dell’immobile stesso. Infine, chiudendo il balcone, si amplia la superficie complessiva del fabbricato e si va a modificare anche la conformazione planovolumetrica della costruzione.

Installare una veranda: step da seguire

Come-trasformare-un-balcone-in- veranda-3

Installare una veranda senza aver ottenuto il permesso dal Comune dove è sito l’immobile è un abuso edilizio, che prevede sanzioni, condanne penali e obbligo di demolizione. Considerato ciò prima di procedere con l’installazione occorre ottenere il permesso di costruire dal Comune, il cui Ufficio Tecnico valuterà una serie di elementi ambientali e strutturali in relazione al vostro progetto.

Ogni Comune ha una sua normativa specifica e quindi sarà bene informarsi sulle norme e le procedure specifiche.

Come-trasformare-un-balcone-in- veranda-4

La veranda aumenta il volume dell’intero immobile, pertanto occorre sincerarsi della disponibilità di volumetria residua. In tal caso si procede con la presentazione di un vero e proprio progetto con allegata una relazione tecnica.  Qualora l’immobile fosse sottoposto a vincoli paesagistici sarà necessario anche il parere preventivo della Sopraintendenza competente.

Veranda: la casa in condominio

Se la vostra casa è in un condominio qui di seguito le azioni da intraprendere per rispettare la tanto amata regola del buon vicinato, ma soprattutto per realizzare un’opera che non vi creerà problemi.

Per la realizzazione della veranda sul balcone non è necessaria alcuna autorizzazione da parte del condominio. Occorre però tener presente due fattori importanti: non deve modificare l’estetica della facciata e non si deve compromettere la stabilità dell’immobile.


Potrebbe interessarti: Come chiudere un balcone

Come-trasformare-un-balcone-in- veranda-5

Andrebbe informato solo l’amministratore, ma il consiglio è quello di presentare il progetto in assemblea e farselo approvare. Così non si rischia di avere delle brutte sorprese quando, dopo aver sistemato la veranda uno o più condomini ne chiedano la rimozione. Inoltre poiché la veranda si appoggia alla parte inferiore del balcone sopra di voi occorre il consenso del proprietario del piano superiore.

La veranda modifica la superficie di pertinenza, quindi cambia qualcosa al catasto e anche nella suddivisione dei millesimi in ambito condominiale.

Da balcone a veranda: vantaggi della trasformazione

Come-trasformare-un-balcone-in- veranda-6

Le vetrate valorizzano l’ambiente e rendono la casa più luminosa e ariosa. Una veranda consente un buon risparmio energetico,  grazie al miglioramento della gestione caldo-freddo dell’appartamento.

Le verande contribuiscono al risparmio energetico abitativo quindi l’Agenzia delle Entrate considera l’installazione di verande come una ristrutturazione edilizia. Anche per quest’anno è stato rinnovato l’Ecobonus, vale a dire la possibilità di fare la detrazione del 50% per l’acquisto e la posa in opera. Lo sgravio fiscale è del 50% sull’importo totale, IVA inclusa. Tutta la somma spesa per la veranda può essere detratta dalle tasse con una cadenza annuale, in un arco temporale di 10 anni.

Per avere tutte le ultime novità in materia, si consiglia la lettura della guida ad hoc: Ecobonus 2020: aliquota al 110%.

Materiali per la struttura verticale

Come-trasformare-un-balcone-in- veranda-7

Le verande tradizionali sono composte da strutture verticali, che sostengono come una cornice le superfici in vetro. Sono strutture che assolvono bene alla loro funzione, ma hanno un forte impatto dal punto di vista visivo. Risultano insomma caratterizzanti, ma in alcuni contesti, soprattutto con la giusta colorazione, restano ancora delle valide alternative.

I materiali della struttura sono il legno, profili in alluminio o in PVC, che costituiscono l’intelaiatura per supportare vetrate di vario spessore e dalle varie funzionalità.

Il legno è molto elegante, offre un buon isolamento ma necessita di grande e costante manutenzione. L’alluminio è un materiale duttile, ed il PVC ha buone prestazioni tecniche. Grazie al taglio termico, migliora di molto l’isolamento poiché si evitano le dispersioni di calore e si realizza un buon risparmio energetico. Anche l’isolamento acustico è ben determinato da questa ultime tipologie di materiale.

Vetrate panoramiche: stile minimal

Come-trasformare-un-balcone-in- veranda-8

In commercio sono disponibili coperture per veranda a tutto vetro, dove la superficie visibile è totalmente libera da strutture portanti. Anche in questo caso il vetro ha varie caratteristiche legate alle esigenze specifiche.

La stanza della veranda si prolunga fuori, si realizza una sorta di incorporazione tra l’esterno e l’interno dell’abitazione. Queste soluzioni minimali sono proprio l’esempio di uno stile che cerca di ridurre al minimo le strutture. Si adattano ad ogni tipologia di arredamento e anche di struttura esterna dell’immobile, poiché hanno un impatto visivo molto soft e per nulla invadente.

Come-trasformare-un-balcone-in- veranda-9

Le vetrate sono disponibili con o senza guida a pavimento, con la guaina inferiore completamente calpestabile, il che accorpa proprio del tutto la superficie del balcone alla stanza.

Tra i modelli di queste tipologie di verande:

  • ad ante scorrevoli in linea chiudibili a libro;
  • ad ante scorrevoli e sovrapponibili;
  • con ante pieghevoli senza guida a pavimento.

Superfici facili da pulire, che non necessitano di alcuna manutenzione, con i pannelli che sono completamente e facilmente amovibili.

Quanto costa installare una veranda

Come-trasformare-un-balcone-in- veranda-10

Per una soluzione in PVC i costi sono di circa 100 euro al mq, per la struttura in alluminio spenderete intorno ai 150 euro, che diventano 280 euro per realizzarla in legno.

La tipologia del vetro utilizzato in tutte le soluzioni determina delle variazioni di prezzo anche sostanziali. In particolare per le verande a tutto vetro vanno considerate sia lo spessore che la grandezza delle lastre, che modificano visibilmente il costo finale, oscillante tra i 200 ed i 500 euro al mq.

Come trasformare un balcone in veranda: galleria delle immagini.

Luminosità, luce e spazio aumentato, questa la sensazione che ci offrono le immagini di verande di questa galleria, analogamente alle soluzioni reali. Non resta che scegliere quella giusta senza dimenticare come procedere prima di trasformare il balcone in veranda.

Fiorella Petrocelli

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta