Cucine modulari componibili: progettazione ed esempi


Cucine modulari componibili: definizione. Come progettare una cucina nell’ambiente domestico, valutando spazio disponibile, altezze dei pensili e del piano di lavoro, allacci agli impianti principali, l’organizzazioni dei moduli. Marchi più importanti in commercio. Esempi di arredo.cucina-modulare-componibile-4

Realizzare la cucina perfetta per la propria casa è più di un semplice desiderio: se per tanti l’aspetto estetico è il fattore al primo posto nel progetto, spesso è lo spazio disponibile, sfruttandolo fino all’ultimo centimetro, il punto focale del progetto.

In una cucina su misura è determinante progettare, pensando a mobili e pensili con misure fisse: l’incasso di elettrodomestici come frigoriferi, forni a gas, a vapore e a microonde obbliga e condiziona con la realizzazione di spazi standard.


Cucine modulari componibili: definizione

cucina-modulare-componibile-8

Le cucine modulari componibili sono i modelli che prevedono moduli con misure predefinite in fase di progettazione.

In linea generali i moduli sono fabbricati con una misura standard fissa in profondità. Le misure più comuni indicano:

  • 60 cm circa per le basi
  • 30 cm circa per i pensili.

In larghezza le proposte sono più ampie: le cucine generalmente hanno moduli da 45, 60 e 90 cm oltre al fatto che sui cataloghi delle aziende più note vengono proposti anche moduli fuori misura.

E’ infatti un importante optional avere elementi riempitivi che consentono di occupare fino all’ultimo centimetro disponibile.

I diversi moduli della cucina vengono uniti mediante:

  • top, il piano di lavoro che ricopre l’intera superficie
  • zoccolo, la fascia posta alla base della cucina che l’importante funzione di coprire i piedini dei mobili

In alcuni casi si usa posizionare una mensola molto lunga per unire tra di loro i pensili; tale scelta consente inoltre di risolvere il problema dell’illuminazione, potendo allocare diversi faretti direzionali.

Cucine modulari componibili: progettazione

La fase di progettazione di una cucina modulari va affrontata con pazienza, simulando le situazioni e le fasi di lavoro che si verificano, tenendo conto degli allacci e della massima funzionalità.

Altezze

La fase di progettazione prevede la valutazione, sulla base delle misure disponibili, dove sistemare mobili e pensili.

I moduli devono essere facilmente accessibili, sfruttando tutto lo spazio disponibile. Aggiungere, senza “appesantire” la struttura, il maggior numero di pensili va pensata nell’ottica di avere a disposizione la dispensa per cibi e bevande: lasciare sul pavimento o sulle mensole in maniera disordinata scatola di alimenti non è sempre piacevole.

La configurazione dei piani di lavoro permette all’utente di muoversi in modo semplice, avendo cura del proprio corpo: doversi chinare, rimanere curvi o inarcati per troppo tempo non è certamente il modo più adatto per preservare la schiena. Un consiglio base é:

  • Per chi ha un’altezza compresa fra 180/190 cm, il piano di lavoro consigliabile è alto 93/95 cm
  • Per chi è alto 160 cm, il piano di lavoro migliore è posizionato a circa 83/84 cm.

Recandosi presso i negozi di arredamento, è possibile testare l’altezza più consona alle proprie abitudini, considerando che la prevenzione della salute vi farà stare bene ai fornelli, senza avvertire il peso della fatica. Giocare con le diverse altezze di top e fornelli permette di ottenere il risultato desiderato.

Posizionamento allacci

Valutare il posizionamento degli scarichi, allacci di gas, acqua ed energia elettrica determina la tipologia di cucina scelta, onde evitare costosi lavori di ristrutturazione.

Se si opta per una scelta economica, provvedendo al fai da te per il montaggio,  è consigliabile chiedere la consulenza ad un tecnico esperto, sicuramente un idraulico ed un elettricista, onde far predisporre gli allacci.

Organizzazione degli spazi

Valutare l’organizzazione degli spazi dove contenere stoviglie, elettrodomestici ed alimenti. Perdere tempo nel cercare fra i ripiani ed i cassetti mentre l’acqua bolle in pentola o nel forno sta cuocendo l’arrosto potrebbe essere deleterio per la buona riuscita delle vostre creazioni.

Occorre pensare allora quali elettrodomestici si ha in dotazione o si vorranno acquistare in futuro: piani di lavoro ampi e ben dimensionati consentono di poggiare robot da cucina, affettatrici, frullatori ed altri elementi che si è solito usare.

Pensare alle colonne per liberare spazio sul piano è un’ottima considerazione, considerando come sistemare i ripiani interni e le ante più adatte, sia per sistema di apertura che finiture.

Ergonomia

Considerare il sistema di apertura delle ante consente di sfruttare la funzionalità dei mobili. Il problema della carenza di spazio può essere affrontato e risolto mediante alcuni stratagemmi.

L’anta con apertura a vela, verso l’alto, è ideale per il ripiano dello scolapiatti poichè evita di essere ostacolati dall’anta quando aperta, per una maggior semplicità nelle fasi lavorative.

I cassetti ad estrazione totale permettono di guardare al suo interno cosa il contenuto, per un rapido reperimento degli attrezzi necessari.

Per monolocali o quando lo spazio cucina è davvero ridotto, può essere opportuno disporre pensili a giorno per accedere ai diversi elettrodomestici e stoviglie.

Contenitori speciali

cucina-modulare-componibile-17

Le cucine moderne prevedono la presenza di una lavastoviglie, soprattutto nel caso di nuclei famigliari numerosi: la larghezza media dell’elettrodomestico è di circa 60 cm, il che può condizionare fin da subito il resto della cucina.

In monolocali o in bilocali molto piccoli di 30/40 mq, si preferisce sistemare una lavatrice, più utile e sicuramente maggiormente utilizzata. In tal caso, l’aspetto estetico non è da sottovalutare, pensando ad un’anta che copra alla vista la sua presenza.

cucina-modulare-componibile-13

Per cucine angolari, gli armadi ad angoli vanno strutturati per essere funzionali: il sistema di apertura ed i cestelli girevoli al suo interno sono un plus da non sottovalutare.

Cucine modulari componibili: progettazione in 3D

Modern kitchen design, white kitchen furniture. 3d render

L’aspetto estetico non manca di essere evidenziato, in particolare per chi ama un ambiente bello, pulito e dalle linee definite. Ad aiutare in questo compito, seduti comodamente al pc di casa, è la possibilità di effettuare simulazioni in 3D mediante software creati ad hoc, disponibili sui siti ufficiali dei grandi marchi dell’arredamento, liberamente e senza alcun impegno di acquisto.

La libertà nella scelta delle finiture, optando per una superficie liscia od opaca, così come i colori che possono denotare un ambiente allegro e vivace sono pressochè infinite.

cucina-modulare-componibile-14

A migliorare la funzionalità della cucina è valutare con attenzione l’altezza dei pensili, pensando ad una scaletta o un gradino per raggiungere il piano più alto. Infine, i dettagli come la scelta di maniglie a gola od incassate, pomoli, cappa, elettrodomestici oltre alla scelta dei pensili e dei cestelli girevoli negli angoli se trattasi di cucina angolare, consentono di avere un locale assolutamente funzionale.

Cucine modulari componibili: marchi

cucina_urban-scavolini-moderna-componibile

Il mercato dell’arredo cucina ha risposto in maniera positiva a quest’esigenza; se un tempo occorreva richiedere l’intervento di falegnami esperti nella produzione, pezzo per pezzo, di una cucina componibile, studiando il caso, con relativi costi, oggi i grandi marchi dell’arredamento si sono lanciati nel settore, per la soddisfazione dei clienti (e del loro portafoglio), inserendo nei cataloghi innumerevoli proposte.

Fra i marchi con una vasta offerta di questi modelli di cucine possiamo indicare:

Cucine modulari componibili: opinioni

Nel valutare l’opportunità di acquistare una cucina modulare componibile, possiamo indicare una serie di vantaggi e svantaggi, da tenere bene a mente al momento della decisione finale di acquisto.

Vantaggi

  • si può provvedere al montaggio da soli, decisamente più economico
  • il mercato dell’arredo cucine offre ampio ventaglio di offerte
  • cucina davvero personalizzata
  • massima funzionalità
  • pronta consegna
  • prezzo di listino ridotto rispetto a soluzioni su misura
  • ideale per soluzioni temporanee (casa in affitto, studenti/lavoratori fuorisede, etc)

Svantaggi

  • dimensioni fisse che potrebbero non sfruttare tutto lo spazio
  • difficoltà di trovare parti e pezzi di ricambio nel lungo periodo
  • presenza di angoli e nicchie rende poco fruibile lo spazio
  • eventuali modifiche rispetto al modello originario può essere decisamente costoso
  • il veloce ricambio tecnologico rischia di rendere la cucina obsoleta in pochi anni

Cucina modulare: Rubika

La mancanza di spazio può costringere gli utenti a rinunciare ad alcune comodità, lasciando così parzialmente insoddisfatti e soprattutto condizionando il futuro arredo.

rubika

Un esempio di funzionalità e design in pochissimo spazio è Rubika, una cucina modulare ideata dal designer italiano Lodovico Bernardi. La scelta del nome non è casuale che ricorda volutamente, per il suono, il famosissimo cubo di Rubik, snodabile e intelligente, proprio come Rubika.

rubika

RUBIKA è una cucina compatta multifunzionale e fruibile a 360° gradi, ricalcando il sistema di funzionamento dei carrelli delle officine meccaniche. La concezione base è stata fondere tavolo e basi operative, lavello e piano cottura che, mediante la rotazione, determinano svariate possibilità di organizzare la zona di preparazione/consumo.

Non manca l’attenzione per l’ambiente: è stato volutamente scelto di realizzare materiali eco-compatibili, legno certificato FSC-Forest Stewardship Council e colorazioni con vernici ad acqua per una cucina ecosostenibile al 100%.

Cucine modulari componibili: galleria delle immagini

Nella galleria delle immagini si potranno osservare alcuni spunti davvero originali per la scelta della disposizione dei moduli in una cucina componibile.

 

Filomena Spisso
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger

Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta