Guida completa per sfruttare Ecobonus 110%: detrazioni e vantaggi

Ecobonus 110% o Superbonus 110%: come funziona, come richiederlo, quali sono le detrazioni assicurate dal nuovo Superbonus 2020, per quali lavori possiamo utilizzarlo, chi ne ha diritto, insomma tutto quello che c’è da sapere su uno degli incentivi più importanti dell’anno. Ecco per te la guida completa per sfruttare l’ecobonus 110% per tutte le migliorie che hai programmato per la tua casa.

ecobonus-110-casa

Il Decreto Rilancio 2020, che contiene le disposizioni urgenti in materia di assistenza territoriale, ha introdotto un nuovo tipo di agevolazione, il cosiddetto Ecobonus 110%, un’agevolazione pensata proprio per il biennio 2020/2021, anno difficilissimo per l’economia del nostro paese e per i piccoli risparmiatori. Con il Decreto Rilancio, il Governo Italiano ha voluto tendere la mano a chiunque abbia in programma, fra l’altro, lavori di miglioramento per la sua abitazione. Nel caso specifico di cui parliamo oggi, l’Ecobonus 110%, si tratta di lavori particolari e specifici settori di ristrutturazione della casa, come vedrai a breve.

Quella che stai per leggere è una guida completa per sfruttare l’ecobonus 110% nella maniera migliore possibile. Per farlo, ovviamente, dovrai sapere cosa s’intende per ecobonus 110%, per quali lavori potrai sfruttarlo e a cosa devi assolutamente prestare attenzione. Vediamo assieme tutti i vantaggi di questa nuova agevolazione 2020, che ti consentirà di affrontare alcuni lavori per migliorare la tua casa nella maniera più rilassata e consapevole possibile. In questo modo, non solo riuscirai a sfruttare appieno tutte le potenzialità dell’Ecobonus 110%, ma non avrai brutte sorprese in corso d’opera e dunque ti approccerai ai nuovi lavori di miglioramento della tua casa in maniera molto più rilassata e consapevole.


Leggi anche: Ecobonus 110%: pannelli fotovoltaici gratis per la tua casa

ecobonus-2020

Che cosa vuol dire Ecobonus 110%?

Partiamo dal principio: che cosa vuol dire Ecobonus 110%? Innanzi tutto, l’Ecobonus, lo dice già il nome, riguarda un bonus, quindi delle agevolazioni, pensato per chiunque voglia intraprendere, in un dato periodo, dei lavori di ristrutturazione che costituiscano migliorie non solo a livello personale, ma anche più in generale a livello globale, quindi che siano ecosostenibili (da qui la particella eco a inizio parola) e quindi vantaggiose e a impatto ridotto per l’ambiente.

Questo perché, nel tempo, la crescita esponenziale della popolazione e l’allargarsi delle città ha portato a un tipo di edilizia fuori controllo che ha creato non pochi problemi al nostro pianeta. L’Europa tende verso un’edilizia consapevole, che riduca le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera con dei buoni sistemi energetici, che eliminino le dispersione e siano ecosostenibili e che, allo stesso tempo, migliorino l’efficienza energetica.

ecobonus-2020

Da qui la necessità di sovvenzionare tutti quei cittadini che decidono di fare lavori presso le loro abitazioni che rendano queste ultime più efficienti a livello energetico e con un impatto molto ridotto sull’ambiente.

Ma cosa vuol dire, in particolare, Ecobonus 110%? Vuol dire che l’aliquota di detrazione per le spese sostenute dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 è innalzata al 110%. Per capire meglio, bisogna aver ben chiaro che cosa sia una detrazione e perché parliamo di percentuali. La detrazione è una somma calcolata in base alla spesa sostenuta: a quest’ultima, infatti, si applica una percentuale, nel nostro caso il 110%, e la cifra così ottenuta si sottrae alla spesa effettivamente effettuata.


Potrebbe interessarti: Superbonus 110%: come sanare gli abusi edilizi per accedere alle agevolazioni

Capirai, dunque, che una detrazione del 110% ti consentirà di rientrare completamente delle spese per la ristrutturazione della tua casa. In che modo? Richiedendo 5 rate annuali nel periodo successivo all’accertamento dei lavori.

ecobonus-2020

Ecobonus 110%: le tempistiche e gli interventi ammessi

Prima di tutto, è bene sapere che l’ecobonus 110% sarà applicato solo ai lavori fatti durante uno specifico periodo di tempo che, come abbiamo già detto, è compreso tra il 1 luglio 2020 e il 31 dicembre 2021. Quindi solo i lavori eseguiti in questo periodo danno diritto ad accedere all’Ecobonus. Per quanto riguarda, invece, i lavori che potrete ammortizzare con aliquota al 110%, sono tutti quei lavori che riguardano migliorie nel settore dell’efficienza energetica oppure interventi antisismici, senza dimenticare l’installazione di impianti fotovoltaici o di sistemi per ricaricare veicoli elettrici in edifici privati e condomini.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

ecobonus-2020

Nello specifico, ecco gli interventi ammessi al superbonus 110%:

  1. Isolamento termico dell’edificio per un’area superiore al 25% della superficie disperdente.
  2. Interventi per la sostituzione dei vecchi impianti di climatizzazione esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento e/o il raffrescamento appartenenti a una classe energia che sia almeno di livello A.
  3. Interventi per migliorare l’efficienza energetica come disposto dall’articolo 14 del decreto legge n. 63/2013, eseguiti su edifici sottoposti a vincoli.
  4. Interventi di riduzione del rischio sismico.
  5. Installazione di impianti solari fotovoltaici.
  6. Installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

ecobonus-2020

Chi può richiedere l’Ecobonus 110%?

L’Ecobonus 110% può essere richiesto da interi condomini, ma anche da persone fisiche, dagli istituti autonomi case popolari o da tutti quelle realtà che rientrano nella classe delle in house providing. Inoltre, possono accedere al Superbonus 110% le cooperative di abitazione a proprietà indivisa, le onlus e le associazioni di volontariato e, infine, le associazioni e società sportive dilettantistiche, ma soltanto per quello che riguarda i lavori degli ambienti destinati a spogliatoi.

ecobonus-2020

Perché richiederlo: quali sono i vantaggi

Come abbiamo già detto, la detrazione alla quale avrai diritto potrà essere percepita come rimborso, ripartito in 5 quote annuali di uguale importo, o anche sotto forma di sconto da parte dei fornitori di beni e servizi, con uno sconto in fattura dunque o, ancora, sotto forma di credito corrispondente alla detrazione che spetterebbe e che può essere disposta in favore dei fornitori di beni e servizi, degli intermediari finanziari (le banche, per esempio) o per le persone fisiche.

ecobonus-2020

La documentazione necessaria e gli adempimenti

Per concludere, vediamo tutti gli adempimenti e la documentazione necessaria per ottenere l’Ecobonus 110%. È necessario che tecnici specializzati rilascino attestati di conformità relativi ai singoli interventi realizzati, tali  documenti, una volta presentati, andranno a formare il visto di conformità ai sensi dell’articolo 35 del decreto legislativo n. 241/1997. Solo in questo modo sarà possibile chiedere il superbonus 110%.

ecobonus-2020

Guida per sfruttare l’ecobonus 110%: immagini e foto

L’ecobonus 110% è un’opportunità imperdibile per chiunque abbia deciso di realizzare interventi nella propria abitazione o condominio nel periodo che va dal 1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021. Si tratta di una vantaggiosa detrazione fiscale con aliquota al 110%, ma sono necessari alcuni adempimenti particolare per ottenerla.

 

Angelica Moranelli
  • Laurea in Lettere e diploma triennale post-laurea in archeologia
  • Master in Comunicazione e organizzazione degli Eventi
  • Copywriting, Social Media Marketing, Editing e correzione bozze
  • Autore specializzato in Lifestyle, Casa, Arredamento
Suggerisci una modifica