Un perfetto gioco di equilibri

Autore:
Marilena Pitino
  • Giornalista

Lo studio PLUS ULTRA, fondato da Alessandra Castelbarco Albani e Marco di Nallo, firma gli interni di un appartamento milanese, dove, in un continuo gioco di rimandi, elementi déco si mescolano allo stile optical.

Un perfetto gioco di equilibri
PLUS ULTRA studio. La casa delle equilibrate contraddizioni, Milano. Photo: Federico Villa

Come possono convivere elementi déco e stile optical? Ce lo svelano Alessandra Castelbarco Albani e Marco di Nallo dello studio PLUS ULTRA, che a Milano hanno progettato gli interni di un appartamento di 65 metri quadri per una giovane coppia. Un progetto sfidante con una pianta irregolare sfruttata al meglio per ottimizzare gli spazi e conferire il perfetto equilibrio tra i diversi ambienti, pensati per rispondere al gusto e alle esigenze dei proprietari. Che desideravano avere un’organizzazione spaziale più da openspace con ambienti comunicanti, ma anche spazi divisi e disimpegnati per mantenere una certa privacy.

Un perfetto gioco di equilibri
PLUS ULTRA studio. La casa delle equilibrate contraddizioni, Milano. Photo: Federico Villa

Lo stato di fatto presentava un orientamento difficile della parete d’ingresso; per risolvere il tema della distribuzione le originali soluzioni spaziali di Luigi Caccia Dominioni e i suoi interni ricchi di cultura figurativa sono stati un riferimento fondamentale, racconta Alessandra Castelbarco Albani.

Così lo spazio si apre con un ingresso che nella pianta si inserisce obliquamente e divide l’appartamento in due aree, caratterizzato da una pavimentazione con un disegno a forme geometriche bianche e nere di ispirazione déco dall’effetto Optical. Ribassato il soffitto.

Rimandi colti

Qui, gli arredi sono stati pensati su misura, dove una quinta in laccato verde e paglia viennese domina la scena, schermando parzialmente la vista. Ad amplificare le geometrie contribuisce uno specchio posizionato sull’angolo che enfatizza le proporzioni dello spazio.

Un perfetto gioco di equilibri
PLUS ULTRA studio. La casa delle equilibrate contraddizioni, Milano. Photo: Federico Villa

La scelta di una pavimentazione d’impatto risponde all’esigenza di proporre una nuova articolazione per l’inusuale orientamento della parete d’ingresso, che apre a 45 gradi. Da qui si accede al soggiorno e alla cucina, concepiti come due ambienti separati ma in continuità visiva grazie all’inserimento di una grande porta doppia in vetro e rovere tinto, ispirata alle forme morbide degli  anni Venti, proseguono i progettisti.

Passione Déco

Un perfetto gioco di equilibri

Proseguendo nell’area living il pavimento è un parquet classico a lisca con fascia e bindello mentre in cucina riprende le cromie bianche e nere dell’ingresso, ma con un disegno più essenziale ideato ad hoc. Una casa dall’eleganza equilibrata che si esprime anche grazie ad un mix e match di arredi di modernariato ed elementi progettati su misura da PLUS ULTRA, come la console with Vienna straw doors e dettagli in ottone, che fa da fil rouge con la quinta scenografica presente all’ingresso. La cucina, anch’essa disegnata su misura, ha forme lineari, giocate sui toni del verde e legno.

La cliente è sempre stata appassionata di modernariato con un’attenzione particolare al periodo Déco. Non è infatti stata la prima casa che ho progettato per lei: alcuni anni fa ho disegnato la casa dove viveva da sola, in cui avevano dovuto trovare posto parte della sua collezione di arredi. Avevo quindi avuto modo di conoscere la sua passione per ambienti non asettici, il suo amore per i colori decisi e per gli ambienti strutturati e disimpegnati, spiega la progettista.

Un perfetto gioco di equilibri
PLUS ULTRA studio. La casa delle equilibrate contraddizioni, Milano. Photo: Federico Villa

Giochi di rimandi

Elemento distintivo è quindi il costante gioco di rimandi alla pavimentazione in bianco e nero presente all’ingresso, con un’inversione di colori, che definisce il disimpegno triangolare, completato da porte originali a doppia anta, recuperate durante i lavori, che conducono alla zona notte.

Un perfetto gioco di equilibri
PLUS ULTRA studio. La casa delle equilibrate contraddizioni, Milano. Photo: Federico Villa

Percorrendo poi il corridoio troviamo una cabina armadio bianca che conduce alla camera e riceve luce naturale attraverso una porta e una finestra interna in paglia viennese. A caratterizzare l’ambiente della camera padronale è invece una quinta rivestita dalla carta da parati Chiavi Segrete di Fornasetti che si armonizza con la testata del letto, disegnata e realizzata da PLUS ULTRA, dove elementi in rovere naturale si mescolano con altri in colore grigio-blu profondo, ispirati al wallpaper.

Potrebbe interessarti Le 10 ville più belle di Milano

Un perfetto gioco di equilibri
PLUS ULTRA studio. La casa delle equilibrate contraddizioni, Milano. Photo: Federico Villa

Armoniche contraddizioni

Il rimando al bianco e nero non manca anche nel bagno, dove l’unica nota di colore è rappresentata dal lavabo, nella cromia del color mattone. Qui, gli architetti hanno cercato mantenere e armonizzare le forme al disegno del serramento d’origine. E anche l’apertura ad arco che inquadra la finestra, mantiene la struttura originaria per dare poi accesso alla zona doccia rivestita in ceramica bianca. Completano l’ambiente l’arredo in laccato, vetro e metallo, che integra il calorifero esistente all’interno di un layout geometrico e minimale.

Il risultato è uno scenario domestico dove elementi apparentemente contrastanti si mescolano sapientemente cercando di rompere i classici schemi della progettazione e sfruttare gli elementi originari come stimolo per dar vita ad un’originale scena domestica.

Nel corso degli ultimi dieci anni abbiamo assistito all’incrinarsi di alcuni tabù in favore del piacere di rompere le regole e di creare nuove equilibrate contraddizioni nel progetto. Per questo motivo miriamo a creare spazi eterogenei, combinando oggetti e materiali di periodi e stili differenti, lavorando con tensioni opposte e equilibri delicati, conclude Marco Di Nallo.

Un perfetto gioco di equilibri: foto e immagini