Recuperare un sottotetto: idee, progetti, bonus fiscali

Recuperare un sottotetto. Normativa in vigore. Norme nazionali. Regionali. Progetto. Detrazioni fiscali. Novità superbonus 110%.

sottotetto-ristrutturazione-traviQuando si redige il progetto di ingrandire la metratura e dunque gli spazi usufruibili nell’abitazione, recuperare un sottotetto diventa un’ottima idea, consentendo in questo modo di seguire da vicino i lavori e rendere vivibile una zona della casa fino a quel momento trascurata.

Per esempio, quando i figli diventano più grandi e richiedono una maggior indipendenza, ricavare una sorta di mini appartamento gli permette di cominciare a vivere un’esperienza di vita diversa, senza dover pesare sulle loro (e vostre anche) tasche.

sottotetto-ristrutturazione-camera-letto-grande

La stanza per il figlio grande, la necessità di adibire un locale a studio o piccolo ufficio o semplicemente la stanza per i propri hobby, possono diventare realtà con il recupero di un sottotetto, poco curato nel corso degli anni ed impiegato come semplice deposito.

Recuperare un sottotetto: normativa

arredare-sottotetto-camera-letto-industriale


Leggi anche: Come arredare un ufficio

Il primo passo da compiere quando si intende recuperare un sottotetto è conoscere bene la normativa in vigore in materia.

Si comincia con la corretta definizione di sottotetto:

Ambiente di un edificio compreso tra l’ultimo solaio piano e il tetto. Può essere inteso come sinonimo di soffitta e, talora, sinonimo di mansarda ma solo quando abitabile.

Dunque anche un sottotetto non abitabile può diventarlo, a patto di rispettare alcuni requisiti fondamentali.

Norme nazionali

arredare-sottotetto-cucina-livingLe norme nazionali in vigore  stabiliscono alcuni punti da rispettare in materia di dimensioni: l’altezza minima dal pavimento al soffitto deve essere di 2,70 metri per gli ambienti vivibili, di 2,4 metri per i locali di servizio, come bagni, corridoi, e solo gli armadi o i ripostigli possono avere altezze inferiori.

arredare-sottotetto-salottoNei comuni montani che si trovano oltre i 1000 metri di altezza sono ammesse deroghe, con il soffitto che può essere alto non meno di 255 centrimetri.

Norme regionali

arredare-sottotetto-camera-letto-nordicoA livello regionale sono previste norme specifiche che dettano ulteriori parametri, potendo regolamentare in maniera più chiara sulla base della conoscenza del territorio.


Potrebbe interessarti: Arredare un sottotetto

Le Regioni hanno così introdotto il concetto un parametro innovativo, chiamato altezza media ponderale che si calcola dividendo il volume della parte di sottotetto la cui altezza superi quella minima per la superficie relativa.

In tal caso è meglio affidarsi ad un tecnico esperto che possa calcolare con esattezza evitando di incorrere in errori.

Recuperare un sottotetto: progetto

sottotetto arredo

L’idea di operare un recupero di una zona della casa fino a quel momento non abitabile deve procedere di pari passo con un progetto che tenga conto del rispetto dei vincoli igienico-sanitari della normativa nazionale, delle leggi regionali e dei regolamenti edilizi comunali.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Il progetto deve quindi essere redatto da un professionista abilitato, architetto o geometria per esempio.

Recuperare un sottotetto: bonus fiscali

arredare-sottotetto-cucina-modulareNell’ambito delle opere di ristrutturazione di un sottotetto per renderlo abitabile, si può ridurre lo sforzo economico sostenuto approfittando di una serie di agevolazioni fiscali che consentono in questo modo, di non pesare eccessivamente sul portafoglio.

Se si procede a rendere abitabile il sottotetto, allora il Bonus ristrutturazioni 50% permette di detrarre dall’IRPEF, in 10 rate annuali di pari importo, il 50% dell’importo speso.

arredare-sottotetto-sala-giochi-bambini

Se poi, si approfitta per procedere a dei lavori che permettano di migliorare l’efficienza energetica, come l’installazione di pannelli solari e la coibentazione delle pareti, allora si può approfittare dell’Ecobonus che permette il recupero fino al 65% delle spese sostenute.

Ad aiutare i progetti di recupero dei sottotetti, ricavando graziose mansarde senza dover procedere a nuove edificazioni, è arrivato il Superbonus 110%, grossa ed importante novità dell’anno che consente al contribuente e non solo, di intervenire sfruttando un’aliquota decisamente più vantaggiosa.

A questo proposito, mediante un interpello all’Agenzia delle Entrate, è stato così chiarito quale agevolazione si può ottenere in base al tipo di intervento. Precisamente:

  • Superbonus 110% come intervento trainante quando gli interventi di isolamento termico delle superfici esterne opache verticali e rifacimento del tetto operati per un sottotetto non abitabile, siano relativi ad immobile accatastato come abitazione
  • Superbonus 110% come interventi trainati per l’installazione di un impianto fotovoltaico, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento e la fornitura di acqua calda sanitaria, sostituzione di serramenti e di infissi dell’immobile dell’istante, purchè effettuati su una parte di immobile già esistente ed accatastato come abitazione
  • Detrazione 50% con tetto di spesa massimo pari a 96.000 euro, solo e soltanto se la ristrutturazione del sottotetto preveda la demolizione delle pareti esistenti e ricostruzione di nuove pareti per ridistribuzione interna dei locali.

Recuperare un sottotetto: foto e immagini

Approfittare di uno spazio a disposizione nel sottotetto  di casa e tenerlo inutilizzato per anni. Dando uno sguardo alla ricca galleria delle immagini, la fantasia nel voler progettare la stanza dei desideri sarà sicuramente stuzzicata.

Davide Bernasconi
  • Laurea in Economia e Commercio, indirizzo Internazionale
  • Autore specializzato di design e arredo d'interni
Suggerisci una modifica