Veranda permessi


Veranda permessi. Definizione di veranda. I diversi casi di legge. Balcone, condominio. Terrazzo. Giardino. Sanzioni.

veranda-idee-arredo-piante-

Realizzare una veranda sul terrazzo o balcone di casa permette di aggiungere una sorta di stanza al proprio appartamento, usufruibile in diversi momenti dell’anno e senza dover dipendere dalle condizioni metereologiche.

In concreto, trattandosi di un’opera di nuova costruzione, necessita di permessi adeguati da richiedere ed ottenere presso gli uffici comunali preposti per non incorrere in sanzioni economiche e penali.


Veranda permessi: definizione

veranda-moderna-3

Occorre innanzitutto definire cosa è la veranda secondo la normativa italiana in vigore.

Secondo il Regolamento edilizio, la veranda è un locale o spazio coperto avente le caratteristiche di loggiato, balcone, terrazza o portico, chiuso sui lati da superfici vetrate o con elementi trasparenti e impermeabili, parzialmente o totalmente apribili.

Secondo il punto di vista edilizio, la realizzazione di una veranda determina un aumento della volumetria dell’edificio e pertanto, modificandosi la sua sagoma, è soggetta a vincoli.

veranda-funzionale

Essendo una struttura fissa, fabbricata con superfici in vetro apribili, ha come obbiettivo di durare nel tempo.

In base alla sua ubicazione, balcone, terrazzo o giardino, dovrà essere un tecnico abilitato a determinarne la possibilità di realizzazione, procedendo alla richiesta dei necessari permessi previo consulto con l’Ufficio tecnico comunale.

Vediamo i differenti casi che si possono determinare.

Veranda in balcone: permessi

appartamento-veranda-palazzo

Quando si risiede in un appartamento e si ha a disposizione un balcone, può essere un’occasione interessante procedere ad installare una veranda.

Al termine dei lavori si avrà infatti una vera stanza in più, usufruibile a seconda delle necessità.

Tuttavia chiudere il balcone in maniera  totale o parziale richiede il permesso di costruire oppure è necessario effettuare la semplice dichiarazione di inizio attività (DIA), secondo il regolamento comunale in vigore.

veranda-moderna–

Tale operazione burocratica è legata al fatto che la volumetria dell’appartamento aumenta, pertanto, a lavori completati, occorre indicare il differente valore catastale all’Agenzia delle Entrate.

veranda-piante-

Qualora l’edificio sia sottoposto a vincoli architettonici per motivi storici o culturali, sarà obbligatorio il consenso della Sovrintendenza ai beni culturali.

Condominio

veranda-palazzoIn caso l’appartamento si trovi all’interno di un palazzo, è necessario, prima di procedere ai lavori, richiedere il permesso dei condomini, rilasciato mediante consenso unanime dell’assemblea condominiale.

Prima però, occorre consultare il regolamento condominiale che potrebbe prevedere l’impossibilità di alterazione della facciata.

Nel caso di parere positivo, alla conclusione dell’opera occorrerà il ricalcolo delle quote millesimali in quanto la veranda avrà aumentato la superficie dell’appartamento.

veranda-balconeCome per il caso più semplice, permesso di costruire o semplice dichiarazione sono necessari e determinati dal Comune dove è sito l’immobile.

Veranda in terrazzo: permessi

veranda-moderna-idee

Poco cambia nel caso di edificazione di una veranda in terrazzo.

Il punto chiave è che il fabbricato, una volta realizzato, non diventi un locale autonomo che possa aumentare la metratura vivibile dell’appartamento.

Se la condizione viene rispettata, non occorre alcun permesso di costruire.

Pertanto, strutture facilmente rimovibili, utili a fornire una copertura parziale del terrazzo, sono possibili senza alcuna pratica.

Veranda in giardino: permessi

veranda-arredo

Nel giardino di casa è sempre permesso realizzare una veranda senza dover passare dall’Ufficio Tecnico del Comune. Condizione obbligatoria è che la struttura sia rimovibile in maniera agevole senza dover procedere ad alcun tipo di demolizione.

Dunque, si tratta di strutture temporanee e precarie, che non realizzino alcun cambiamento di volumetria.

Veranda permessi: sanzioni

veranda–2

Il mancato rispetto degli obblighi in materia di permessi necessari all’edificazione comporta pesanti sanzioni: si configura infatti il reato di abuso edilizio.

Tale fatto comporta la rimozione, a proprie spese, della struttura.

Nel caso non si provveda, verrà rimossa d’ufficio e la sanzione economica sarà molto pesante, pari al doppio dell’incremento del valore dell’immobile causato dalla presenza della struttura stessa.

tenda-veranda-esterno

Il reato di abuso edilizio, che rimane anche dopo la rimozione, l’ammenda pecuniaria ha un massimo di €10.329 per inosservanza di norme e regolamenti oltre, nei casi più gravi, anche l’arresto fino a 2 anni.

veranda-moderna–I lavori eseguiti senza permesso possono invece prevedere una multa che varia fra €15.493 ed un massimo di €51.645.

Veranda permessi: galleria delle immagini

Per progettare od anche semplicemente sognare una bella veranda nel proprio appartamento, dando un’occhiata alla fotogallery si potranno trovare  idee suggestive su come sfruttare una stanza in più in casa.

Davide Bernasconi
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger

Google News

Vuoi essere aggiornato sulle ultime tendenze?

Accedi gratuitamente ai nostri video e guide sul fai da te, promozioni e sconti.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta