Togliere le ragnatele dal muro esterno: info utili e consigli

Brutte e fastidiose da vedere oltre che segnale della presenza dei ragni in casa; scopriamo i metodi più efficaci per rimuoverle e per prevenirne una nuova formazione.

Togliere-ragnatele-muro-esterno

Con l’arrivo della primavera e l’imminenza dell’estate diventerà sempre più frequente e piacevole vivere gli spazi esterni della propria casa. La presenza delle ragnatele sul muro esterno sarà quindi un problema da fronteggiare con maggiore frequenza. Scopriamo quindi come fare per togliere le ragnatele dal muro esterno per avere una casa pulita, sana ed esteticamente impeccabile.

Perché si formano le ragnatele

Come-si-formano-ragnatele-muro-esterno

Prima di conoscere i vari metodi (ce ne sono diversi) per togliere le ragnatele dal muro esterno è importante capire perché si formano. Non è solo una curiosità, ma soprattutto il modo per prevenirne la formazione ed evitare (o almeno ridurne l’incidenza) che dopo averle tolte ricompaiano rapidamente.

Generalmente le ragnatele si formano negli angoli dei muri nei luoghi meno luminosi e più freschi; per questo il loro habitat naturale sono le fessure, le grondaie, gli angoli, i battiscopa, i davanzali delle finestre, gli sfiati d’aria o per particolari tipi di ragni anche i posti vicino al giardino. È bene chiarire che la presenza delle ragnatele, tanto in casa che nei muri esterni, non è segno di scarsa igiene, ma soprattutto l’effetto della rapidità con cui questi insetti si muovono e riescono a formare le ragnatele.

Anche per questo motivo è importantissimo togliere le ragnatele dal muro esterno in maniera tempestiva e porre tutti quegli accorgimenti utili per evitare che si riformino.

Come togliere le ragnatele dal muro esterno

Come-togliere-ragnatele-muro-esterno

Per capire come togliere le ragnatele dal muro esterno è bene distinguere tra metodi chimici e naturali. I primi prevedono l’utilizzo di particolari prodotti che possono rivelarsi più efficaci ma anche più critici in termini di inquinamento, cattivi odori e rilascio di sostanze potenzialmente pericolose se respirate.

I metodi naturali, invece, si rivelano più adatti anche in termini di prevenzione per evitare il proliferare di ragni e, conseguentemente, delle ragnatele.

Metodi chimici

Metodi-chimici-togliere-ragnatele-muro-esterno

In commercio esistono diversi spray e pesticidi che hanno lo scopo di eliminare i ragni. Si tratta di metodi per lo più sconsigliati data la loro invasività. I ragni, infatti, non vanno eliminati, ma allontanati da casa.

Questi metodi non sono ecologici e sono più i rischi a essi associati che i reali benefici. È possibile preparare anche una soluzione a base di candeggina da inserire all’interno di un erogatore spray per spruzzare il getto direttamente sulla ragnatela. Quindi dopo qualche minuto passare un panno asciutto e una nuova spruzzata di candeggina da lasciar asciugare spontaneamente.

Queste soluzioni richiedono l’utilizzo di dispositivi di protezione (guanti e mascherine) oltre l’assenza di bambini e altre persone mentre si eseguono le operazioni per togliere le ragnatele dal muro esterno. Anche per questo motivo i metodi naturali sono considerati più efficaci.

Metodi naturali

Metodi-naturali-togliere-ragnatele-muro-esterno

Uno dei metodi naturali più rapido e pratico è quello che prevede l’utilizzo dell’aspirapolvere. Se si dispone di un tubo rigido sufficientemente lungo si riescono a raggiungere anche gli angoli più lontani senza compiere troppi sforzi. In alternativa si può utilizzare una scopa con la testa a spazzola (come quella per passare lo straccio sui pavimenti) con la quale togliere le ragnatele dal muro esterno. Una terza soluzione è quella che prevede l’utilizzo di un panno inumidito da applicare sull’estremità di una scopa o di un bastone passandolo nella zona incriminata.

Questi sono i metodi per togliere le ragnatele dal muro esterno ma, come abbiamo detto, costituisce particolare importanza la prevenzione per l’attività dei ragni. Esistono anche in questo caso diversi accorgimenti per risolvere a monte il problema.

Un primo metodo è quello di utilizzare degli insetticidi naturali. Si tratta di soluzioni da preparare agevolmente in casa a base di vegetali (lavanda o menta) e acqua tiepida il cui odore allontana i ragni e previene la formazione delle ragnatele. Similmente si può preparare una soluzione a base di acqua e limone così come quei prodotti a base di eucalipto, noci, castagne e cedro che sono odori poco graditi e tollerati dai ragni. Una soluzione simile è quella che prevede l’utilizzo, per chi ama questo aroma, del tabacco (quello sfuso utilizzabile per la pipa).

Anche in questo caso l’odore forte tiene lontani i ragni dalle pareti esterne della casa ed evita la formazione delle ragnatele.

Togliere le ragnatele dal muro esterno: foto e immagini

La presenza delle ragnatele è un problema particolarmente fastidioso. Sia per la vista che per la loro capacità di diffondersi e diventare particolarmente sgradevoli e più difficili da rimuovere. Laddove la rimozione delle ragnatele dal muro esterno si rivelasse difficoltosa o si fosse di fronte a un’infestazione di ragni è doveroso contattare un’azienda specializzata per un intervento professionale e capace di intervenire alla base e assicurare alla propria casa e a chi la abita tutto l’igiene e la tranquillità del caso.