Cantina interrata: come realizzarla da soli


L’idea di costruire una cantina interrata è ottimale per chi vuole conservare i vini, i vegetali e quello che si ritiene più opportuno. Ecco come fare per realizzarne una a casa propria.

cantina


Costruire una cantina interrata a casa propria significa realizzare una struttura che possa fungere come una sorta di frigorifero naturale. Prima che fossero inventati i frigoriferi, le cantine interrate erano il luogo privilegiato per conservare i cibi nel miglior modo possibile.

Una sorta di dispensa, dove stoccare ortaggi e frutta, così da prolungare la conservazione naturale al di là dei tempi di raccolta. Tali tipi di cantine hanno un vantaggio su tutti: al loro interno riesco a mantenere una temperatura costante nel corso delle stagioni dell’anno. Si sfrutta il potere di isolamento del terreno e, se realizzate in maniera corretta, fungono da conservante specifico.

All’interno di una casa, serve un locale interrato dove si possono conservare i prodotti e quindi si crea un angolo dove fare operazioni di scavo e per realizzare la cantina. La cantina è quindi una sorta di frigorifero dove le temperature oscillano tra gli 0 e 10 gradi circa, nel corso dell’estate.


Leggi anche: Cantina frigo domestica

Prima di realizzarla però bisogna capire nel dettaglio cos’è la linea di gelo nella zona di riferimento, in modo tale che funzioni in maniera corretta e non sia oggetto del fenomeno di condensa. In questo caso, infatti non sarebbe ideale per conservare vini e cibi.

cantina


Che cos’è la linea di gelo

La linea di gelo è la profondità dove la falda acquifera si può supporre che possa congelare. Dipende dalle condizioni climatiche della zona e anche dalla presenza di fonti di calore. Prima di costruire perciò, bisogna affidarsi ad un escavatorista esperto che vi aiuterà in questa fase. E’ importante quindi scegliere la zona ideale per evitare che falde acquifere nel terreno possano creare delle infiltrazioni d’acqua e saturare il terreno della cantina intorno a voi.

Inoltre, si consiglia di costruire uno spazio più grande di quello occupato dalla cantina, in modo tale da non dover realizzare dei muri che possano essere a contatto diretto con la terra. E’ meglio piuttosto, che ci sia spazio così da inserire la pietra per garantire una funzione drenante.

cantina

Le caratteristiche di una cantina interrata

Per realizzare una cantina interrata è importante che ci siano dei requisiti fisici e delle caratteristiche minime di superficie. Un terreno soggetto ad allagamenti o troppo umido non è ideale per questo tipo di costruzione. Piuttosto, bisogna scegliere di agire prevedendo isolamento ed impermeabilità, ma è evidente che possono anche esserci delle eccezioni. Le caratteristiche sono:

  • La scelta di un terreno con tasso di umidità tra 60 e 80%
  • Profondità a partire da 4 metri
  • Mantenere una temperatura tra i 10 e i 18 gradi.
  • Garantire la ventilazione

cantina

I materiali per realizzare una cantina

Per realizzare una cantina interrata, bisogna calcolare bene i fattori di ventilazione, temperature ed umidità. Bisogna scegliere dei materiali specifici affinché questi criteri possano essere rispettati. Tra i materiali utilizzati vi sono mattoni di calcestruzzo, pietra locale, tronchi di legno oppure pneumatici. In più servono anche del materiali edili per la realizzazione. Tra la terra e il muro da realizzare bisogna lasciare un piccolo spazio da colmare con le pietre per garantire la fase drenante.

cantina-interrata

Garantire la ventilazione nella cantina interrata

È necessario, inoltre garantire la ventilazione della cabina interrata con delle tubazioni in PVC. Il tubo entra nella parte bassa e fa entrare l’aria fresca. Mentre, quello di uscita deve essere messo vicino al soffitto in modo che l’aria calda possa fuoriuscire. I tubi vengono chiusi con una retina.

E’ importante perché in questo modo ortaggi e vino saranno protetti dall’eccessivo calore o da una eccessiva frescura. In più, si chiuderà l’ingresso ai parassiti. Grazie a questo sistema si eliminerà anche la presenza di gas etilene che spesso emerge da ortaggi maturi che possono essere riposti nella struttura.

Creare l’ingresso per la cantina interrata

Una volta creata la struttura, bisogna realizzare un ingresso per la cantina interrata. Una porta serve sia per tenere l’aria fresca nella parte interna che anche a proteggere da eventuali parassiti garantendo gli accessi. L’accesso della superficie deve garantire comunque l’isolamento creando un’intercapedine rispetto all’aria fredda esterna.

Per fare in modo che i valori siano sempre tenuti sotto controllo è bene prediligere elementi isolanti come ad esempio, il legno che aiuta a mantenere la temperatura costante. Con l’aiuto di un termometro e un igrometro i valori saranno sempre monitorati.

cantina-interrata

Lo stile della cantina

Una cantina interrata può essere realizzata negli stili più disparati. È generalmente realizzata in legno o in pietra a vista.

L’importante è che all’interno vi sia una piccola dispensa. Si può puntare su elementi di riuso e riciclo, ma senza rinunciare al gusto e all’eleganza. È consigliabile scegliere sempre però materiali isolanti come appunto il legno o la pietra.

cantina-interrata

Permessi e autorizzazioni per realizzare una cantina

Prima di realizzare una cantina interrata è necessario seguire i regolamenti e le normative del Comune presso cui si trova l’edificio affinché sia una struttura completamente legale. In primis, bisognerà recarsi al comune per verificare se nell’area sotterranea vi siano incompatibilità da considerare. Con l’aiuto di un esperto, si presenterà documentazione necessaria all’Ufficio Tecnico del Comune per ottenere il permesso di costruire.

Quanto costa costruire una cantina interrata

Come accennato, per realizzare una cantina interrata serve il permesso a costruire. In generale, bisogna anticiparsi un po’ perché ci vogliono altri 60 giorni per ottenerlo. Il costo varia da regione a regione ma in generale si parla di circa 800 euro per ogni metro quadro.

Per gli altri costi bisogna valutare quelli del professionista, ovvero architetto, ingegnere, geometra o esperto escavatore da pagare. In generale, il costo si aggira intorno al 15% di quello totale del lavoro. Per la realizzazione, seconda della grandezza regola bisogna valutare una spesa di circa 150 euro per metro quadro e poi valutare il costo dell’ arredamento. E’ importante anche prevedere una spesa di manutenzione straordinaria e ordinaria, affinché la cantina interrata possa funzionare al meglio.

consigli-costruire-cantina-per-vini-03

Idee di cantine interrate: galleria delle immagini

Ecco alcune idee per realizzare una cantina interrata funzionale ma anche di stile e di tendenza.

Valeria Cozzolino

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta