Quotidianamente pop

Autore:
Daniela Giambrone
  • Giornalista

Colori vitaminici e interior accattivanti per il progetto degli architetti di 02AStudio, che trasformano una residenza di primo Novecento in uno spazio contemporaneo super dinamico.

Quotidianamente pop
Foto Paolo Fusco

Tanto inaspettati quanto graditi. Gli interni di casa Buondelmonti sono un’esplosione di energia che coglie di sorpresa i visitatori. L’edificio è infatti un villino indipendente dei primi del Novecento, con un bel giardino e un orto urbano, situato al Pigneto, a Roma, un tempo quartiere di estrazione operaia, oggi destinazione della movida dall’animo bohémien.

A occuparsi del progetto è stato 02A Studio, firma con sede a Roma nata nel 2014 dalla collaborazione fra gli architetti Thomas Grossi e Marco Rulli. Il loro approccio si basa su un’approfondita conoscenza dei committenti, uno step preliminare che consente loro di individuare la chiave di lettura più vicina a necessità e desideri, nonché alla personalità dei committenti. Così racconta Marco Rulli:

Abbiamo parlato a lungo con i clienti ripercorso la loro storia, le case che hanno abitato e quelle che hanno amato, così da avvicinarci il più possibile al modo di vivere e al gusto che ricercavano, per poi tradurli in un progetto di interior che sentissero davvero personale.

La poetica del color block

Quotidianamente pop
Foto Paolo Fusco

Zone di colore ben definite e tinte sature sono alla base degli interni dal gusto geometrico, di grande impatto grazie ai grafismi che si lasciano scoprire nei vari ambienti. L’uso del colore definisce in maniera decisa arredi e parti funzionali, in un’alternanza di forme e volumi che rende gli spazi molto dinamici. Ancora Marco Rulli:

Un elemento nuovo, con cui non ci era mai capitato di confrontarci era dato dal fatto che uno dei due committenti aveva una percezione alterata dei colori, dovuta al daltonismo, quindi abbiamo individuato delle tonalità che fossero sufficientemente percepite dall’uno ma che potessero anche essere calibrate sui gusti dell’altro, pensando inoltre ai potenziali ospiti. È stato divertente e ne è nato un progetto in qualche modo stravagante, ma che trovo rispecchi in pieno le personalità dei suoi proprietari.

Una zona giorno solare e ariosa

Quotidianamente pop
Foto Paolo Fusco

Il living si apre dopo un piccolo disimpegno e comunica direttamente con la sala da pranzo e la cucina grazie a un importante lavoro strutturale. A testimoniare la trasformazione sono rimaste le travi lasciate a vista, che gli architetti hanno deciso di valorizzare con un azzurro intenso.

La sala da pranzo e la cucina sono accomunate dall’uso di un bel giallo uovo e un verde acqua, che si alternano su arredi e pareti. Un contenitore basso con ante in legno laccate verde acqua si sviluppa lungo il perimetro della zona cucina, per poi prolungarsi verso l’area pranzo quasi attraversando le due colonne che ospitano frigorifero e forno, trasformate dalla particolare forma e dalla cromia intensa del giallo in elementi di decoro.

Quotidianamente pop
Foto Paolo Fusco

Allo stesso modo il rivestimento colorato, in lamiera verniciata alle polveri, trasforma la cappa in un punto di attrazione che richiama l’estetica delle due colonne in quel suo protendersi aguzzo. Il motivo geometrico torna anche nel dettaglio del pavimento della cucina, optical e coloratissimo.

Sopra il lavello, un pensile in acciaio leggero con mensole e scolapiatti integrati, realizzato su disegno dello studio, evita di appesantire lo spazio con volumi pieni e chiusi.

Riservata la zona notte e lo studio

Quotidianamente pop
Foto Paolo Fusco

Approfittando della disposizione su due livelli, la zona notte è stata collocata al piano superiore. Si accede all’area privata attraverso un breve percorso che dal living conduce prima al bagno per gli ospiti e poi, salendo la scala, alle camere e allo studio.

Stili diversi per i due bagni della casa

Quotidianamente pop
Foto Paolo Fusco

Al piano terra, il bagno per gli ospiti si apre con un primo spazio con il lavandino posizionato su un’ampia mensola in acciaio, mentre la vasca e i sanitari rimangono più discreti all’interno di un’area dedicata. Qui le pareti sono rivestite con piastrelle che raffigurano una fitta vegetazione tropicale, in un ideale rimando al giardino esterno.

Quotidianamente pop
Foto Paolo Fusco

Al piano superiore, di servizio alle camere da letto, si trova invece il bagno padronale. La parete di fondo è costituita da due arcate che accolgono al loro interno la doccia e il lavandino. Il giallo del piano terra torna a riempire queste due nicchie con forza, creando un legame visivo con il soffitto ad arco che è stato tinteggiato dello stesso colore.

Il tocco sostenibile

Nel progetto non manca un occhio di riguardo al tema della sostenibilità. Con l’obiettivo di rendere il villino autonomo a livello energetico sono stati infatti installati i pannelli solari, un dispositivo per il controllo dell’umidità e un sistema a pavimento radiante caldo/freddo.

Quotidianamente pop: guarda foto e immagini