La maniglia: un dettaglio che crea stile

Autore:
Monica Zani
  • Giornalista professionista

Elementi a cui spesso si dà poco importanza, ma che possono fare la differenza, le maniglie contribuiscono a dare carattere e stile agli ambienti.

La maniglia: un dettaglio che crea stile
H 1057 Retrò di Valli&Valli

La scelta della maniglia deve essere in linea con quella della porta che deve aprire, alla sua funzione, ai materiali con cui è realizzata.
In fase di progettazione di una maniglia grande importanza è data all’ergonomia, che deve assicurare comodità e praticità d’uso, sia nei modelli minimali, sia in quelli sagomati e in quelli caratterizzati da volumi considerevoli. Nel caso di maniglie per porte d’ingresso, fondamentale da affrontare il tema della solidità e della sicurezza.

Dal sapore vintage

La maniglia: un dettaglio che crea stile
H 1057 Retrò di Valli&Valli

Le linee pulite ed essenziali dal sapore vintage della collezione H 1057 Retrò di Valli&Valli disegnata dal Valli Workshop, si ispirano all’Art Decò. Disponibile nelle finiture cromo, bronzo opaco e oro lucido, la serie è composta da maniglia da porta, maniglia da finestra, maniglione e pomolo. Nelle versioni bronzo opaco e oro lucido, può essere sottoposta a trattamento antimicrobico grazie alla protezione permanente BioCote®, tecnologia che assicura igiene e sicurezza.

Cilindro e prisma ‘fusi’ insieme

La maniglia: un dettaglio che crea stile
H 380 di Fusital design Antonio Citterio

L’impugnatura della maniglia H 380 disegnata da Antonio Citterio per Fusital è formata da un piccolo cilindro che si inserisce in un prisma con sezione ottagonale, in un’originale integrazione di forma liscia e sfaccettata. Realizzata in ottone, è disponibile nelle finiture cromo, cromosat e bronzo scuro.

Premiata con il Red Dot Award

La maniglia: un dettaglio che crea stile
MM80 di Mandelli1953 design Marcello Morandini

La maniglia con rosetta MM80, firmata da Marcello Morandini per Mandelli1953 e premiata con il Red Dot Awards 2021, è il secondo dei progetti inserito negli Archivi di Mandelli1953, dedicati a a riedizioni e progetti mai realizzati di architetti, artisti, designer. Lo stile inconfondibile, preciso, rigoroso, lineare e pulito dell’artista è la caratteristica principale di MM80, in cui sono sintetizzati e sperimentati tutti i campi del suo lavoro: l’arte visiva, il design e l’architettura. Disponibile in nero, in bianco, in cromo lucido e in nickel satinato opaco.

Le maniglie possono essere a placca lunga, tipologia oggi poco usata; con rosetta e bocchetta: sulla rosetta è fissata la maniglia vera e propria e la bocchetta ospita il foro della serratura: le più comuni hanno forma circolare, ma esistono anche nella versione quadrata. Le maniglie a incasso si usano sulle porte scorrevoli, a libro; le maniglie con nottolino non prevedono l’utilizzo della chiave.

Finiture per tutti i gusti

La maniglia: un dettaglio che crea stile
Gemmy di Manital, design Mario Mazzer e Giovanni Crosera

La nuova maniglia per porte Gemmy di Manital, disegnata da Mario Mazzer e Giovanni Crosera, unisce la base e il corpo in un’unica forma. La rosetta, grazie a una soluzione tecnica, forma un solo elemento con il raccordo tra leva e porta. La finitura, satinata o lucida, si declina in cromo, nichel, bronzo, bronzo scuro, bianco e nero.

Dall’estetica particolare

La maniglia: un dettaglio che crea stile
H 1066 Zeus di Valli&Valli, design Bertone Design

Bertone Design ha disegnato per Valli&Valli la collezione H 1066 Zeus, disponibile nelle finiture Cromosat, Titanium, Nikelnero e Orsatop. E’ indubbiamente caratterizzata da un’estetica originale, frutto di un attento studio delle proporzioni delle mani dell’uomo, per cui la maniglia risulta facile da impugnare.

Porcellana e ottone

La maniglia: un dettaglio che crea stile
Bau di Olivari, design Studio Niruk

Bau di Olivari, design Studio Niruk, nasce in collaborazione con Kober, azienda tedesca specializzata nella produzione della porcellana, qui utilizzata per l’impugnatura, mentre la struttura è realizzata in ottone. Presenta linee semplici e geometriche, che richiamano i principi del Bauhaus.

Apertura con impronta digitale

La maniglia: un dettaglio che crea stile
FingerSan di Hoppe
La maniglia: un dettaglio che crea stile
FingerSan di Hoppe

La maniglia FingerScan di Hoppe con lettori d’impronta digitale di ekey consente di sbloccare e aprire la porta con un semplice gesto, collocando il dito sul lettore. Il modulo di scansione è integrato nella porta, che evita così l’uso di chiavi, tessere magnetiche o codice.

Un gioco di geometrie

La maniglia: un dettaglio che crea stile
Okay di Olivari design Michael Anastassiades nella versione cromo lucido
La maniglia: un dettaglio che crea stile
Okay di Olivari design Michael Anastassiades nella versione super antracite satinato

La geometria della maniglia Okay, disegnata da Michael Anastassiades per Olivari, è studiata per adattarsi alla conformazione della mano.
La scelta della sezione a lacrima, ricorrente nel lavoro del designer cipriota, consente di ottenere un duplice risultato: con il piano teso evidenzia il livello su cui posizionare il palmo della mano, con la curva nascosta permette una presa confortevole.

Rivisitazione di un prodotto-icona

La maniglia: un dettaglio che crea stile
Farfalla di Ghidini design Francesco Lucchese

Farfalla di Ghidini, design Francesco Lucchese, è la riedizione di un prodotto icona dell’azienda degli anni ‘60, di cui riprende le forme, smussandone leggermente il profilo e ampliandone l’impugnatura. Nelle finiture titanio, cromo lucido o nero.

Pulizia delle forme

La maniglia: un dettaglio che crea stile
Pluris di Dnd, design Giulio Iacchetti
La maniglia: un dettaglio che crea stile
Pluris di Dnd, design Giulio Iacchetti

Morbida al tatto, Pluris, disegnata da Giulio Iacchetti per Dnd, è caratterizzata dal volume rettangolare stondato e dalla pulizia ed essenzialità delle forme e dal posizionamento della rosetta nella proiezione della leva.

Rapporto forma – ergonomia

La maniglia: un dettaglio che crea stile
Maniglia per finestra H 378 di Valli&Valli design Yabu Pushelberg
La maniglia: un dettaglio che crea stile
Pomolo H 378 di Valli&Valli, design Yabu Pushelberg
La maniglia: un dettaglio che crea stile
Maniglione H 378 di Valli&Valli, design Yabu Pushelberg

La collezione H 378, disegnata dallo studio americano- canadese Yabu Pushelberg per Valli&Valli, è composta da maniglia per porta, per finestra, pomolo e maniglione da 300 mm, disponibile nelle finiture nero chiaro – Light Black -, cromo e bronzo scuro. Grande attenzione è stata data al rapporto forma – ergonomia, che ha portato a un’impugnatura solida, caratterizzata dalla geometria centrale.

I materiali utilizzati per la realizzazione delle maniglie sono vari: dall’ottone, all’acciaio, dal nichel all’alluminio, dal zama (una lega di zinco, alluminio, magnesio e rame, molto resistente) ai materiali plastici. A volte vengono impreziosite da dettagli in porcellana, ceramica, vetro, pelle. Le finiture danno il tocco finale: lucide, opache, satinate, colorate: ce n’è per tutti i gusti!

A tutto colore

La maniglia: un dettaglio che crea stile
Kit per porte scorrevoli Mood di Colombo Design

Kit per porte scorrevoli appartenenti alla collezione Mood di Colombo Design, formato da due maniglie da incasso con chiusura a nottolino. In questa collezione il colore gioca il ruolo di protagonista, proponendosi in dodici cromie per definire il mood di ogni porta e ambiente.

Maniglie di design: foto e immagini