Come pulire la pietra naturale per esterno

La pietra naturale è un materiale resistente e che dura a lungo nel tempo. La sua manutenzione è semplice, purché costante nel tempo. Scopri come pulirla.

come-pulire-pietra-naturale-esterno-6

Tra i materiali più utilizzati nell’arredo e nell’edilizia c’è senza dubbio la pietra naturale, scelta sempre più spesso non solo per pavimentare o rivestire superfici verticali. Non di rado, infatti, i designer moderni la scelgono per realizzare complementi d’arredo e decorazioni ornamentali.

In commercio si trovano diversi tipi di pietra naturale che variano nel colore e nella forma, tutti con la caratteristica comune di avere notevole resistenza alle sollecitazioni e alle intemperie, motivo per cui questo materiale è ampiamente utilizzato negli ambienti esterni. Negli ultimi anni il suo impiego è cresciuto sempre più per i rivestimenti di terrazzi e balconi, ma anche piani cottura e bagni.


Leggi anche: Come pulire la doccia: le regole da rispettare

Nonostante la sua solidità e robustezza, la pietra naturale ha bisogno di adeguata manutenzione soprattutto nel trattamento dello sporco e dell’usura. Questo accade perché, come qualsiasi elemento naturale, è molto porosa e quindi assorbe tutto ciò con cui entra in contatto rischiando di rimanere irrimediabilmente macchiata. Inoltre, essendo nella maggior parte dei casi impiegata in ambienti all’aperto, è costantemente esposta ai raggi solari, alla pioggia, eventualmente alla neve e a polvere, muffa e smog.

Sempre più spesso questo prodotto viene scelto perché ecologico e sostenibile, addirittura enumerabile tra quelli con il minor impatto ambientale. Essendo un prodotto naturale, è spesso unico nel suo genere in quanto ogni pietra è diversa dall’altra per conformazione, venature e colorazione.

Infine, è necessario tenere conto del fatto che la spesa iniziale è notevole, ma si tratta di un investimento senza dubbio duraturo: il rapporto qualità-prezzo si dimostra vincente nel medio-lungo periodo.

Normale manutenzione

come-pulire-pietra-naturale-esterno-1

L’uso più frequente della pietra naturale è per i pavimenti esterni. Come abbiamo detto, si tratta di un materiale molto poroso quindi non sarà possibile utilizzare prodotti chimici o comunque eccessivamente aggressivi.

In linea di massima, per una pulizia di routine, sarà sufficiente acqua e sapone delicato. Volendo fare un altro investimento, che anche in questo caso si rivelerà ampiamente ripagato nel tempo, si può acquistare l’idro-pulitrice.


Potrebbe interessarti: Come pulire i mobili in legno

Qualora ci fossero delle macchie superficiali, si potrà pretrattare passando prima l’aspirapolvere e poi strofinando con un panno morbido. In alcuni casi, se parliamo sempre di chiazze non entrate in profondità, sarà possibile ricorrere ad una spazzola per rimuovere eventuali incrostazioni.

Esistono però dei nemici della pietra naturale, che è bene conoscere fin da subito. Volendoli racchiudere in categorie, essi sono:

  • prodotti acidi: questi sono senza dubbio i peggior nemici ovvero quelli che la rovinerebbero irrimediabilmente perché corrosivi; tra quelli più comuni da evitare ci sono anche l’alcool, il limone e l’aceto a causa del loro PH acido che andrebbe ad intaccare brillantezza e lucidatura
  • prodotti anti-calcare che causano lo scioglimento della calcite e quindi probabili formazioni di cavità
  • acido fluoridrico poiché ha la capacità di sciogliere il quarzo che compone i silicati spesso contenuti nella pietra naturale.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Macchie difficili

come-pulire-pietra-naturale-esterno-2

Seppure resistente come nessun altra, la pietra naturale ha alcune debolezze. Pertanto, non è difficile che si macchi e alcune chiazze potrebbe essere più restie ad andar via.

Se questo dovesse avvenire, è bene ricorrere a detergenti appositi, per lo più a base alcalina, che non rischieranno di danneggiare o graffiare il materiale. Questi prodotti vanno diluiti in abbondante acqua e, se possibile, applicati a spruzzo o con un pennello duro.

Qualsiasi sia il detergente scelto, va lasciato agire per qualche minuto e poi abbondantemente risciacquato in modo che l’acqua arrivi in profondità ed elimini ogni traccia di detersivo.

Purtroppo, quando ci sono delle macchie difficili è facile peggiorare il danno pertanto è sempre consigliato provare il trattamento su una piccola porzione di pavimento, magari nascosta. Per verificarne la riuscita sarà necessario attendere diverse ore (è sempre preferibile tutta la notte).

Se le macchie in questione sono di olio o di grasso, innanzitutto è bene assorbire il liquido in eccesso con un panno, senza strofinare onde evitare di farla penetrare più in profondità. Evitate sempre di strofinare e se necessario, continuate ad assorbire con un prodotto polveroso come la farina o il borotalco. Poi, sarà possibile ricorrere ad una spazzola morbida, nel caso felice in cui le polveri hanno assorbito tutto, ed infine sciacquare il tutto.

Un altro incontro infelice della pietra naturale è con le gomme da masticare. In questo caso sarà opportuno farla seccare e poi procedere alla rimozione. Al contrario, un rimedio è quella di bagnarla con acqua calda, ricoprirla subito con cubetti di ghiaccio e poi raschiarla via con una spatola.

Come pulire la pietra naturale per esterno: immagini e foto

Sfoglia questa gallery fotografica piena di spunti ed idee per decorare il tuo giardino con la pietra naturale. Attenzione alla manutenzione.

Maria Chiara Barsanti
  • Laurea in Relazioni Internazionali presso L'Orientale di Napoli
  • Esperta in Digital Marketing e Comunicazione
  • Autore specializzato in Design, Lifestyle
Suggerisci una modifica