Cucina in stile minimal: 7 spunti creativi


Concepire la cucina di casa in chiave moderna: l’essenzialità dello stile minimal per arredare un ambiente funzionale, elegante e versatile. 7 proposte interessanti da valutare.

stile-minimal-chic-cucina


Eleganza e semplicità sono i punti chiave di una cucina in stile minimal, dove la presenza dei mobili risulta sempre essere discreta e le scelte sono molto radicali, con linee secche e dritte mentre latita la fantasia dei colori.

Tendenza d’arredo che risale molto indietro nel tempo, quando gli architetti ed i designer puntavano esclusivamente a progetti di arredo funzionali, il minimal è stato riscoperto e sta avendo notevole successo soprattutto nelle ultime stagioni.

cucina-stile-minimal

Il concetto base risiede nell’idea di avere un locale altamente funzionale e dove si attribuisce un ruolo decisivo alla facilità di spostamento, per lavorare agilmente ma anche per consentire agli ospiti di sostare senza intralcio.

Il ruolo dei materiali rimane comunque decisivo, dato che avere ripiani, mensole, ante dei pensili, di assoluta qualità, consente di operare per molto tempo, senza il rischio di danneggiare irreparabilmente i mobili.


Leggi anche: Stile minimal: i 5 errori da non fare quando si arreda

minimal-chic-cucina

Inoltre, essendo una scelta di design che è improntata all’uso di tinte molto chiare, limpide e che trasferiscono brillantezza, la semplicità nelle fasi di pulizia consente di avere sempre tutto ben in ordine e soprattutto igienizzato.

Andiamo ad analizzare 7 interessanti proposte di cucine in stile minimal, potremo così notare come, pur essendo una tendenza che si basa su concetti solidi, può venir declinata in diverse espressioni, lasciando sempre soddisfatto chi avrà la possibilità di cimentarsi dietro i fornelli.


Total white

arredo-total-white-11

E’ un altra delle tendenze maggiormente in voga, l’arredare secondo il total white, una scelta assai elegante e formale, decisamente chic, che opta per definire un locale interamente in bianco, a partire dalla tinteggiatura delle pareti per arrivare alla definizione degli arredi e relativi complementi.

Una scelta di tal genere avvantaggia notevolmente la luminosità della stanza, aiutando anche a risolvere quei complicati problemi di vivibilità quando il locale è piccolo.

Certamente,è una scelta di assoluto pregio, che va rispettata quando presa in quanto richiede molta cura: pulizia al primo posto, perchè anche la minima traccia di polvere sarà visibile ad occhio nudo.

Scura

cucina-minimal-scura

Sull’altra riva del fiume troviamo la proposta di una cucina minimal dalle tinte scure, dove, pur non esaltando la presenza di colori sgargianti, si lavora sulla qualità e sulle linee degli arredi.

Le maniglie a scomparsa, invisibili oppure, ove presenti, quasi a scomparire sul cassetto, avvantaggiano gli spostamenti e la stessa pulizia del locale, evitando che le mani finiscano sulle ante.

Rimane l’idea di un corpo unico, per chi preferisce la funzionalità alle proposte eccentriche ed alternative. Per schiarire l’ambiente, può essere il pavimento a rivestire il ruolo di spazio lucido e chiaro.

Rustica

cucina-minimal-rustica

Puntare sull’eccellenza dei materiali non è sinonimo di spese ingenti o di mobili dal design assoluto. Una versione minimal può benissimo tradursi in una cucina rustica, confortevole, accogliente, calda, dove il legno è vivo ed assume ancora le tinte morbide del legname appena tagliato.

Recuperare alcune forme antiche, come le pareti bianche lasciate grezze oppure le travi a vista, lasciano all’ospite l’idea di un ambiente funzionale, ma anche vivace e dove trascorrere diverse ore è forse uno dei desideri.

Isola centrale

cucina-minimal-isola

Creare uno spazio dove tutto gira attorno all’isola centrale: essere minimal può essere anche questo in cucina, con una proposta che assegna il ruolo di protagonista alla postazione centrale di lavoro.

Il bancone centrale permette di lavorare con molta più tranquillità, disponendo nei cassetti ogni elemento ed attrezzatura utile alla causa.

Angolare piccola

cucina-minimal-angolare

La funzionalità messa al servizio dello spazio disponibile. Un locale piccolo ha bisogno di valorizzare anche l’ultimo centimetro e fra i trucchi disponibili, oltre all’uso del bianco che allarga la profondità, c’è il fatto di giocare sulle altezze.

Il contrasto con il nero del ripiano è utile per rendere l’idea dello spazio mentre le mensole in legno scuro sono quel tocco di calore che non guasta.

Open space

cucina-isola-stile-minimal-chic

L’opportunità di arredare un ampio salone, dividendolo fra living e cucina, è una proposta molto moderna. La concezione dello spazio obbliga però a programmare l’arredo, cosa che non è sempre facile, a meno di optare per soluzioni già preconfezionate.

Il vantaggio, in questo caso, è però di poter scegliere prodotti finiti, su misura, e senza il rischio di dover pensare agli abbinamenti cromatici.

Isola con angolo colazione

cucina-minimal-isola-bar

La presenza di un’isola può essere sfruttata pienamente ed ulteriormente con il prolungamento del bancone, in maniera da creare una postazione per la colazione al mattino o per i pranzi e cene rapidi.

Oppure, quando si organizza un aperitivo a casa con gli amici, cosa c’è di meglio che aver la compagnia di qualcuno, sorseggiando un drink mentre si preparano deliziosi stuzzichini ?

La leggerezza degli sgabelli, sia per il peso che per il design, aiuta a completare il progetto.

Cucina in stile minimal: galleria delle immagini

Nella galleria delle immagini altre interessanti proposte per arredare la cucina seguendo il trend minimal.

Davide Bernasconi
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger
  • Esperto di Arredo e design

Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta