Vivere in affitto: sconti, detrazioni, bonus studenti e lavoratori

Sconti fiscali per chi vive in affitto. Tutte le agevolazioni fiscali. Inquilini a basso reddito. Under 30. Trasferimento per lavoro. Canone convenzionato. Universitari fuori sede.

colore-bianco-piccolo-appartamentoIn materia di tributi esistono agevolazioni anche per chi non è proprietario di un’abitazione: gli sconti fiscali per chi vive in affitto consentono di detrarre, in fase di dichiarazione dei redditi, cifre importanti utili per l’economia della famiglia o dello studente/lavoratore che ha necessità di vivere vicino all’Università od al posto di lavoro per limitare gli spostamenti quotidiani.

Analizziamo nel dettaglio quali sono le categorie di persone che possono accedere a questa serie di detrazioni.

Sconti fiscali per chi vive in affitto: inquilini a basso reddito

cucina-stile-minimal

Le persone che vivono in affitto, in un appartamento prima casa, e che abbiano firmato un regolare contratto di locazione nel rispetto della legge 431 del 9 dicembre 1998, hanno diritto a beneficiare di una detrazione fiscale variabile secondo il reddito percepito.

stile-minimal-chic-3


Leggi anche: Come abbellire la camera degli studenti universitari: idee economiche

Le fasce di agevolazione sono le seguenti:

  • reddito complessivo lordo inferiore a €15.493,71: 300 euro
  • reddito complessivo lordo compreso fra €15.493,71 e €30.987,41: 150 euro
  • reddito complessivo lordo superiore a €30.987,41: nessuna.

Sconti fiscali per chi vive in affitto: under 30

appartamento-piccolo-30-mq

Per i cittadini aventi un’età compresa fra 20 e 30 anni è possibile richiedere un’agevolazione fiscale per l’affitto di un’abitazione diversa da quella dei genitori, pari ad una detrazione di €991,60 purché il reddito lordo sia inferiore a €15.493,71 euro l’anno.

Il beneficio fiscale è ammesso soltanto per tre anni, trascorsi i quali decade automaticamente.

Sconti fiscali per chi vive in affitto: trasferimento per lavoro

piccolo-appartamento-open-space

Nel caso in cui si debba trasferire per motivi di lavoro, in una città diversa da  quella d’origine, da soli o con la famiglia si può usufruire di un’agevolazione fiscale se si rispettano i seguenti requisiti:

  • essere lavoratore dipendente
  • aver preso residenza presso un comune diverso da quello di origine, purchè ad almeno 100 chilometri da questo
  • il trasferimento di residenza deve essere avvenuto da meno di tre anni dalla presentazione della domanda di agevolazione fiscale.

Se tali requisiti sono pienamente rispettati, l’agevolazione è così spettante:


Potrebbe interessarti: Superbonus 110%: come sanare gli abusi edilizi per accedere alle agevolazioni

  • reddito complessivo lordo inferiore a €15.493,71: detrazione di 991,60 euro
  • reddito complessivo lordo compreso fra €15.493,71 e €30.987,41: detrazione di 495,80 euro.

Sconti fiscali per chi vive in affitto: canone convenzionato

appartamento-piccolo-arredamentoIl caso specifico riguarda i contribuenti che hanno stipulato un contratto di locazione convenzionale, che rispetti la legge 431 del 9 dicembre 1998.

La detrazione è così spettante:

  • reddito complessivo lordo inferiore a €15.493,71: detrazione di 495,80euro
  • reddito complessivo lordo compreso fra €15.493,71 e €30.987,41: detrazione di 247,90 euro.

Sconti fiscali per chi vive in affitto: universitari fuori sede

idee-monolocale-3


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Quando uno studente universitario prende in affitto un appartamento, ha diritto alla detrazione pari al 19% su un importo massimo di €2.633. L’importo di cui quindi è possibile chiedere il rimborso ammonta al massimo a €500,27.

La casa in affitto deve trovarsi ad almeno 100 km di distanza dalla sua residenza ufficiale e situato in ogni caso in una Provincia diversa.

Ovviamente, poiché nella maggioranza dei casi gli studenti non hanno reddito, la detrazione spetta a chi nella famiglia compila la dichiarazione dei redditi.

monolocale-3

La detrazione spetta sia agli studenti iscritti presso Università pubbliche che private. Inoltre la detrazione del 19% spetta anche a coloro che sono iscritti presso:

  • gli Istituti tecnici superiori (I.T.S.) poichè ritenuti assimilabili a quelle per la frequenza di corsi universitari
  • ai corsi istituiti ai sensi del DPR n. 212 del 2005 presso i Conservatori di Musica e gli Istituti musicali pareggiati (Circolare 13.05.2011 n. 20, risposta 5.3).

Non sono ammesse le detrazioni invece per chi è iscritto e frequenta corsi post laurea: quindi niente da fare per chi prende in affitto un appartamento per seguire master, dottorati di ricerca o corsi di specializzazione sia in Italia che all’estero.

Studente all’estero: ammesse detrazioni?

E per chi si trova all’estero a studiare? Può beneficare della detrazione?

Si certamente, purchè la sede degli studi si trovi in uno degli Stati dell’Unione europea oppure in uno degli Stati aderenti all’Accordo sullo spazio economico europeo.

Ulteriori condizioni sono che:

  • La detrazione del canone è subordinata soltanto alla stipula (o al rinnovo) di contratti di locazione e di ospitalità ovvero di atti di assegnazione in godimento senza altra indicazione.
  • L’istituto presso cui lo studente risulta iscritto deve rientrare tra quelli previsti dalla norma, quindi tra gli “enti per il diritto allo studio, università, collegi universitari legalmente riconosciuti, enti senza fine di lucro e cooperative”.

Quali documenti conservare

Per poter dichiarare le somme spese al momento della dichiarazione dei redditi, occorre portare e poi conservare accuratamente, da mostrare in caso di successivi controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate:

  • Copia contratto di locazione registrato, stipulato ai sensi della legge n. 431 del 1998 o contratto di ospitalità o assegnazione in godimento;
  • Quietanze di pagamento (bonifici o ricevute fiscali)
  • Autocertificazione attestante di essere studente universitario e di rispettare i requisiti previsti dalla legge.

 

Davide Bernasconi
  • Laurea in Economia e Commercio, indirizzo Internazionale
  • Autore specializzato di design e arredo d'interni
Suggerisci una modifica