Condominio: chi paga le spese dovute dall’inquilino moroso?

Come si procede in condominio al pagamento delle spese dovute e non onorate dal condomino moroso? Ecco la soluzione.

i-vantaggi-di unire-due-appartamenti-7

Come si ripartiscono le spese condominiali a seguito di mancato pagamento delle quote spettanti dal condomino moroso?

Se uno dei condomini non provvede al pagamento delle singole spettanze, l’amministratore deve agire nei suoi confronti per il recupero delle somme nel termine massimo di 6 mesi dall’approvazione del bilancio consuntivo e dello stato di riparto.

In caso di morosità continua e duratura nel tempo, l’amministratore ha il potere di poter inibire al moroso l’uso ed il godimento dei servizi condominiali.

Tali limiti, tuttavia, non sono risolutivi della problematica di gestione economica e della “salute” delle casse condominiali.


Leggi anche: Il condomino non paga le spese di riparazione dell’ascensore: cosa fare

Condomino moroso: cosa fare per recuperare le somme?

Appartamento

Per recuperare le somme dovute dal condomino moroso, l’amministratore può agire decidendo di dividere le somme da questo dovuto tra gli altri condomini, solo a maggioranza dell’assemblea.

Secondo l’orientamento giurisprudenziale prevalente, il piano di riparto delle spese dovute dal moroso a carico degli altri condomini adempienti, è possibile solo se approvato con delibera assunta all‘unanimità dai condomini.

Le spese tra i condomini adempienti sarà divisa mediante le quote millesimali.

Divisione delle spese del moroso: come si procede

Condominio: chi paga le spese dovute dal moroso?

Essendo stabilita l’unanimità quale criterio di approvazione della delibera di esecuzione della divisione delle spese dovute dal moroso, qualora uno dei condomini non ritenga giusto pagare le spese per la seconda volta in luogo del moroso, dovrà impugnare l’atto decisionale entro 30 giorni dall’approvazione facendo valere il non rispetto della regola dell’unanimità.

Di conseguenza, i creditori non sono liberi di agire per il recupero delle somme dovute nei confronti degli altri condomini adempienti.

L’azienda erogatrice dell’utenza o di un servizio dovrà, dunque, rivalersi per il recupero della somma dovuta direttamente al moroso, di poi, in via sussidiaria all’intero condominio.


Potrebbe interessarti: Ripartizione spese condominiali ascensore

Avv. Ennio Carabelli
  • Laurea in Giurisprudenza
  • Abilitazione Forense presso la Corte d'Appello di Salerno
  • Giornalista Pubblicista
  • Autore specializzato in controversie legali, normative, condominio, casa, successioni, contratto, mutui.
Suggerisci una modifica