Ampliamento garage: cosa fare e quanto costa


Avete in progetto di ampliare il garage? Quali sono le normative che disciplinano le opere di ampliamento, nella fattispecie di un garage? Sono previste agevolazioni e detrazioni fiscali per l’ampliamento di un garage? 

Ampliamento-garage-12


Avete acquistato casa e il garage va decisamente ampliato, per far posto alle due auto di famiglia. Progettare e realizzare un ampliamento di un garage è un iter piuttosto articolato, ma come accade in tutte le attività una conoscenza della materia, almeno a grandi linee e una buona programmazione saranno di grande aiuto. Come muovervi attraverso gli uffici e nella definizione di una scaletta d’intervento, se avete questo progetto, è proprio quello che vogliamo chiarire in questa guida.

L’ampliamento si configura come un’opera di edilizia e in quanto tale è soggetta alle norme ed ai Piani degli Enti preposti alla conservazione paesaggistica e all’urbanistica in genere. Oltre all’opera in sé andranno affrontate delle spese di tipo burocratico, che identifichiamo per definire in maniera puntuale l’ampiezza dell’esborso.


Leggi anche: Garage: architettura moderna

Una buona notizia è che l’ampliamento è tra gli interventi previsti dal bonus ristrutturazione 2020.

Ampliamento-garage-5


Garage: la definizione normativa

In primis chiariamo a cosa ci riferiamo quando parliamo di garage. Garage o box,  questi due termini vengono utilizzati in maniera intercambiabile, ma spesso non c’è chiarezza nel significato dell’uno o dell’altro.

Cominciamo con il dire che il garage è un vano coperto che ospita una o più auto e, in termini normativi, cosa importante ai fini dell’approfondimento che stiamo andando a delineare, si parla sempre di autorimesse e di posti auto.

Ampliamento-garage-1

Ampliamento garage: definizione dell’intervento

L’ampliamento consiste nell’allargare lo spazio adibito a garage. L’ampliamento volumetrico è da considerarsi una ristrutturazione edilizia e come tale per intervenire si necessita di un permesso a costruire. L’art. 10 del Testo Unico dell’Edilizia, il Decreto del Presidente della Repubblica 380 del 2001,  chiarisce che si tratta di un’opera che produce un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal preesistente.

In aggiunta a ciò, se questo non fosse sufficiente a motivare il perché si tratta di costruzione, consideriamo che l’opera aumenta la volumetria dell’edificio.

Ampliamento-garage-10

Ampliamento garage: permesso a costruire

Il permesso a costruire viene rilasciato al proprietario dell’immobile, che sarà anche il sottoscrittore della richiesta. Potrete avvalervi dell’aiuto di un professionista che si occuperà della progettazione e della documentazione e anche del deposito e della redazione della richiesta.

Per supervisionare il lavoro del progettista è utile sapere che al modello per la richiesta andranno allegati  i progetti richiesti dal Regolamento edilizio, accompagnati da una Dichiarazione del progettista circa la conformità del progetto alle norme locali e nazionali, quindi ai Regolamenti edilizi, alle normative antisismiche, igienico-sanitarie, di efficienza energetica.

Ampliamento-garage-2

Ampliamento garage: quando cominciare

Per l’inizio dei lavori vale la regola del silenzio-assenso, ma attenzione se l’ampliamento interessa una zona con vincoli di natura paesaggistica o sottoposti a tutele, la regola in auge è quella del silenzio-rifiuto.

Entro 60 giorni dalla presentazione del progetto l’Ufficio Tecnico può richiedere integrazioni o modifiche al progetto.

Il provvedimento finale, se concesso, viene notificato al proprietario e reso noto nell’Albo pretorio. Gli estremi di questa notifica vanno riportati in cartello nel luogo di svolgimento dei lavori di ampliamento.

Ampliamento-garage-4

Ampliamento garage: variazioni al progetto

Nel caso in cui ci siano imprevisti di natura tecnica o in corso d’opera avete cambiato idea su alcuni elementi del progetto va richiesta una variazione lo stesso in maniera formale, presentando una Scia.

Questo è fattibile sempre che le variazioni rispettino i parametri urbanistici e le volumetrie, non si intenda modificare la destinazione d’uso e la categoria edilizia del garage, non si voglia alterare la sagoma dell’edificio e si rispettino le prescrizioni dettate dal Permesso di costruire.

Cosa accade se non si rispettano le prescrizioni di legge? Ahimé l’Ufficio comunale può disporre la demolizione o la rimozione dell’opera.

Ampliamento-garage-6

Ampliamento garage: quanto costa il permesso a costruire

Vediamo quali oneri bisogna affrontare per ottenere il permesso a costruire e l’entità degli stessi.

  • Gli oneri di urbanizzazione vanno corrisposti entro l’inizio dei lavori e sono calcolati in base ai mq. Per avere un’idea dell’ampiezza sono di circa 800 euro ogni 10 mq.
  • Il contributo di costruzione è determinato in percentuale rispetto ai costi di costruzione, calcolato secondo specifiche tabelle comunali che lo maggiorano in base alle classi di edificio.

Ampliamento-garage-14

Ampliamento garage: costi di realizzazione

  • Il costo del professionista varia a seconda della tipologia e della quantità di pratiche da predisporre. L’importo viene contabilizzato in percentuale ed è pari al 4% fino al 7% sull’importo complessivo dei lavori.
  • La spesa per l’intervento dell’impresa edile e degli addetti all’impiantistica: il range del costo al mq per opere di ampliamento in muratura è molto ampio, si va dai 1.000 ai 2.000 euro.

Ampliamento-garage-8

Ampliamento garage: diritti e costi di segreteria

Per la presentazione della domanda vanno considerati quei costi definibili diritti di istruttoria per la pratica e di segreteria. Il dovuto è calcolato in base all’ampiezza dell’opera da realizzare.

Stimiamo siano dai 300 ai 1.000 euro in ragione del volume dell’ampliamento. In aggiunta vanno considerati 50 euro per l’apertura della pratica strutturale al Genio civile e il diritto di circa 350 euro al catasto per l’aggiornamento.

Ampliamento-garage-13

Ampliamento garage: detrazione fiscale

Dopo questo elenco di costi la buona notizia è che ampliare costa un po’ di meno grazie alla detrazione fiscale rinnovata per quest’anno.

Il requisito principale per poter fruire della detrazione del 50% ai fini Irpef, agevolazione conosciuta come bonus ristrutturazione, è la realizzazione di nuovi posti auto. Il bonus ristrutturazione 2020 è concesso se i locali sono pertinenziali ad un’unità immobiliare ad uso abitativo.

L’ampliamento di un garage prevede la detrazione solo per le spese riferibili alla parte esistente, in quanto l’ampliamento si configura come nuova costruzione.

Ampliamento-garage-7

Fiorella Petrocelli

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta