Come pulire lo split del condizionatore


Pulire il condizionatore di casa è un’operazione che va fatta almeno un paio di volte l’anno per mantenere l’apparecchio in buona forma ed evitare che si diffondano le polveri. Vediamo un po’ insieme come si fa.pulire-condizionatore-03 In primavera e in autunno: sono i due momenti perfetti per lanciarsi nella pulizia ordinaria del condizionatore domestico. Il perché è presto detto: a maggio o giugno ci prepariamo per l’uso intenso dell’estate, mentre a ottobre è probabile che lo usiamo per il riscaldamento, o semplicemente che lo mandiamo in letargo – ma ben pulito – per l’anno successivo. E poi, una corretta pulizia garantisce un buon funzionamento.


pulire-condizionatore-05


Quando e perché pulire il condizionatore

Chi soffre di allergie sarà già preparatissimo sull’argomento, e sa che un ambiente salubre in casa passa anche per la pulizia dello split e dei filtri del condizionatore. Lasciarlo troppo a lungo in balia della polvere e dei germi rischia a lungo andare di ripercuotersi sulla nostra respirazione.

Ecco perché prima dell’inizio dell’estate e in autunno dobbiamo armarci di pazienza, poca per la verità, e dare una lucidatina fuori e dentro il nostro condizionatore.

Con una manutenzione regolare e molto semplice, l’apparecchio durerà più a lungo e consumerà anche meno energia, non a caso lo raccomanda anche l’istituto Superiore di Sanità. Può capitare infatti che l’accumulo di polvere faccia andare improvvisamente in blocco il condizionatore.


Leggi anche: Condizionatori senza unità esterna

pulire-condizionatore-06

Com’è fatto il condizionatore

Il condizionatore è composto da due parti principali:

  • lo split interno: la parte cioè che abbiamo in casa e spara l’aria fresca. Al suo interno troverete i filtri, normali o a carboni attivi.
  • L’unità esterna: quella che viene installata fuori di casa, e che spesso ci scordiamo… va pulita anche quella ogni tanto!

Sia che abbiate un condizionatore un po’ datato, o che sia nuovo di zecca, la procedura per la pulizia resta più o meno la stessa.

Ricordatevi dove avete messo il libretto delle istruzioni per capire come pulire e quali sono i componenti della macchina. Se non ce l’avete più, niente paura: vi basterà andare sul sito del produttore, solitamente nella pagina dedicata all’assistenza, e scegliere il modello del vostro condizionatore. Potrete scaricare un file in pdf con tutte le informazioni. E se ancora non lo trovate potrete sempre contattare direttamente l’assistenza e farvelo mandare.

Fortunatamente, le parti del condizionatore sono facilmente riconoscibili, non dovreste avere grossi problemi anche senza le istruzioni per l’uso.

pulire-condizionatore-01

Prima di iniziare la pulizia del condizionatore

Vi serviranno alcune cose per la pulizia.

Ecco cosa avere a portata di mano:

  • panno in microfibra
  • un po’ d’acqua
  • aspirapolvere
  • sapone neutro
  • bicarbonato o aceto.

Staccate la corrente elettrica, meglio evitare qualche spiacevole problemino, no?

Poi procuratevi un telo o qualcosa di simile da posizionare sotto il condizionatore, in modo che lo sporco, se ce n’è, non invada il pavimento. In commercio si trovano anche delle borsette per la pulizia, i sacchetti di lavaggio, utili anche se usate l’acqua direttamente sul condizionatore per lavarlo.


Potrebbe interessarti: Come usi il condizionatore? 10 consigli utili per risparmiare

come pulire ecopelle 04

Come pulire lo split del condizionatore

Procedete come segue per pulire i filtri:

  1. Pulite la parte esterna dello split, onde evitare di sparare la polvere dappertutto.
  2. Fate particolare attenzione con le alette, sono piuttosto delicate.
  3. Alzate il coperchio: all’interno vedrete due filtri antipolvere, come delle griglie di plastica. Estraeteli con delicatezza e date una prima passata con il panno per rimuovere lo sporco superficiale.
  4. Lavate poi i filtri antipolvere in acqua e sapone neutro, cercate di non usare detersivi o prodotti particolarmente aggressivi. Dovrete lasciarli asciugare lontano da fonti di calore e non sotto il sole diretto.
  5. Se il vostro condizionatore ha i filtri a carboni attivi dovrete seguire la stessa procedura. Li riconoscete perché sembrano delle strisce di tessuto, e servono a trattenere cattivi odori e pollini. Controllate che siano in buono stato, altrimenti bisognerà cambiarli.

Ora che avete sistemato i filtri, potete dedicarvi alla restante parte interna dello split:

  1. Prendete l’aspirapolvere e puntatelo sul condizionatore, è il modo più veloce per pulire bene tutto quanto.
  2. Una volta finito con l’aspirapolvere, prendete il panno in microfibra e bagnatelo con l’aceto, oppure in acqua e bicarbonato, se l’odore dell’aceto proprio non lo sopportate.
  3. Assicuratevi di passare bene anche negli angoli un po’ più difficili.
  4. Una volta finito, ricollocate i filtri asciutti e provate ad accendere il condizionatore.

pulire-condizionatore-07

Non dimenticate la parte esterna

Già che ci siete, e che metà lavoro è fatto, date una controllatina all’unità esterna, perché è proprio quella più facile da dimenticare. A corrente spenta, pulitela da depositi, foglie, polline, polvere e quant’altro, e con l’aspirapolvere date una passata anche alla ventola. All’occorrenza, dovreste poter smontare la griglia esterna, quella che protegge la ventola.

Non dimenticate anche che ogni tanto (più raramente) va controllato anche il livello gas di raffreddamento del condizionatore. Ve ne accorgerete quando scarseggia, perché l’apparecchio comincerà a faticare a produrre aria fredda, e per fare questo ci vorrà un tecnico specializzato.

pulire-condizionatore-02

Pulire lo split del condizionatore: foto e immagini

Anita Andriolo

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta