Come fare un giardino zen in miniatura


Come realizzare un piccolo giardino zen da tenere sulla scrivania. Materiali ed oggetti che servono per ricreare le atmosfere del Giappone e rilassarsi ogni volta che lo vogliate.

giardino-zen-fai-da-te


Filosofia orientale apprezzata da un sempre maggior pubblico, a cui associare tecniche di rilassamento per distendere la mente ed il corpo dopo una dura giornata od anche, per iniziare bene alla mattina, quando l’ansia e la fretta può assalirci e cominciare a snervarci, sentirsi zen è diventato un modo di dire molto comune, un mood per apparire freschi e a proprio agio anche quando le condizioni di vita possono apparire difficili e sentirsi stressati è la prima e l’unica sensazione che si avverte.

giardino-zen

Fra le tante attività domestiche e ludiche, per il piacere personale e per trascorrere qualche ora del giorno senza essere annoiati, ma attivi e creativi, una di queste è la realizzazione di un giardino zen fra le mura domestiche. Parliamo dunque di un piccolo modello da tenere in camera o sulla scrivania del soggiorno, in vista e per passare, con un mini rastrello, la sabbia, una tecnica ed uno stratagemma che si dimostrerà essere davvero molto distensivo.


Leggi anche: Il giardino Zen: l’idea di rilassarsi in maniera ecologica

Giardino zen fai da te: cosa serve

giardino-zen-fai-da-te-piattino

Innanzitutto, cominciamo con il cercare gli elementi ed i materiali adatti per creare un piccolo giardino zen domestico, un oggetto semplice e che potremo portare con noi comodamente ovunque vorremo.

Gli elementi basilari sono:

  • 1 cassetta delle frutta od il coperchio di una scatola di scarpe
  • sabbia in quantità
  • sassi dalle forme desiderate e non troppo grandi
  • conchiglie
  • una statuetta
  • una forchetta di plastica
  • una candela piccola

Giardino zen fai da te: procedimento

giardino-zen-fai-da-te-disegno

Iniziate con il ripulire la cassetta della frutta o la scatola di scarpe. Fate attenzione che l’altezza dei bordi dovrà essere sufficiente per impedire che la sabbia possa facilmente uscire e cadere sul pavimento; dunque, se usate una cassetta della frutta od una qualsiasi di legno, abbiate l’accortezza di sistemare del cartone all’interno in maniera che non possa filtrare e fuoriuscire del materiale.

Recuperate della sabbia dal giardino di casa, nel bosco oppure acquistatela nel negozio di giardinaggio e sementi, in modo da essere certi che sia pulita e priva di possibili insetti od altri animaletti fastidiosi.

giardino-zen-fai-da-te-candela

Disponetela a piacere sul fondo del contenitore, avendo cura di fare l’operazione con calma, per evitare che del materiale possa uscire involontariamente. Inoltre accertatevi che non esca dai lati , fate dunque questa fase già con piacere e non per la fretta di terminare: il vostro obbiettivo è quello di rilassarsi.


Potrebbe interessarti: Come creare uno spazio per lo yoga in casa

Per distendere per bene la sabbia, e dargli la forma e lo spessore voluto, aiutatevi con una forchettina di plastica, alla quale avrete provveduto a staccare una parte del manico, in maniera da renderlo un oggetto piccolo e facilmente maneggevole, come si trattasse di un rastrello in miniatura. Oppure, potete usare alcuni stuzzicadenti da incollare ad un rametto oppure usare altro materiale di recupero, seguendo la vostra creatività.

giardino-zen-fai-da-te-fiori

Poi, iniziate con il disporre alcuni sassolini o pietre piatte, creando una sorta di angolino oppure potete decidere di creare una sorta di pavimentazione, usando i ben noti bastoncini o stecchi del gelato, come fosse un camminamento.

Se avete in casa una statuina, raffigurante un personaggio orientale come il Buddha, oppure, in una versione ironica e più leggera, un pupazzetto dei personaggi degli anni 70/80 o inserito negli ovetti di pasqua come sorpresina.

giardino-zen-fai-da-te-buddha

Un elemento di colore può essere costituito da qualche fogliolina verde, colore che simboleggia la vitalità e la continuità. Per quanto riguarda i fiori, meglio non abbondare ma limitarsi a pochi esemplari, sempre tenendo conto della dimensione del vostro giardino fai da te: scegliete azalee, camelie e rododendri per la vostra creazione.

Un tocco di luce, per ultimare il progetto, può venire regalato da una candelina od un piccolo cero, di colore chiaro, che avrete cura di sistemare all’interno di un vasetto di vetro per evitare che la cenere o la cera stessa possa intaccare e provocare qualche guaio serio in vostra assenza.

Adesso avete davvero terminato la vostra opera, non vi resta che sistemarlo su un tavolo alla vostra portata oppure sulla mensola, in maniera che lo possiate vedere e prendere ogni volta che sentirete il bisogno di disegnare con il vostro rastrello qualche immagine sulla sabbia.

Giardino zen in miniatura: galleria delle immagini

Nella galleria delle immagini alcune altre fantastiche idee per abbellire e realizzare il vostro personale giardino zen per la scrivania di casa o dell’ufficio.

Davide Bernasconi
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger
  • Esperto di Arredo e design
  • Fonte Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta