Come costruire un laghetto in giardino


Poche e semplici mosse per uno splendido e rilassante laghetto in giardino. Come creare un’oasi nel cortile di casa.

laghetto-2


L’elemento dell’acqua ricorre spesso nelle culture del mondo come simbolo di purezza e scorrere del tempo ma, a prescindere dalla simbologia che gli si attribuisce, l’acqua infonde tranquillità e calma a chi la guarda o ne sente lo scrosciare. Ecco perché costruire un piccolo laghetto nel vostro giardino potrebbe essere una buona idea. Di seguito, poche e semplici mosse che contribuiranno a costruire il laghetto nel vostro giardino.

laghetto-10


Scelte preliminari

Prima di iniziare a progettare il vostro laghetto in giardino, è opportuno decidere alcune cose importanti che andranno ad influenzare la costruzione del laghetto.

Come prima cosa, pensate a come sono disposte le tubature al di sotto del giardino, in modo tale da poterle sfruttare senza stravolgere completamente il terreno.


Leggi anche: Come costruire uno stagno o laghetto

Una volta individuate le tubature e quindi lo spazio, tentate di capire quanto grande sarà il vostro laghetto, in modo tale da mantenere in ogni caso una certa armonia nel vostro giardino, senza creare un lago né troppo piccolo né troppo grande ma perfettamente inserito nel vostro ambiente.

Strettamente collegato, poi, al problema delle tubature, è la scelta della profondità del laghetto. Per assicurare una giusta visibilità ma al contempo una idonea profondità, potreste decidere di suddividere le zone del laghetto, in modo tale da avere una zona più profonda e una meno.

Inoltre, le zone più profonde sono fondamentali nel caso in cui si decida di introdurre dei pesci nel laghetto che sfrutteranno questa profondità per sopravvivere e adattarsi al cambio delle temperature.

laghetto-9

Scavi e attrezzi da usare

Una volta decisa la posizione del laghetto e la sua profondità è importante concentrarsi sullo scavo della zona, a meno che non si chiamino degli specialisti. Dovrete scegliere attentamente gli attrezzi da utilizzare per il vostro laghetto: la pala e il rastrello.

La prima serve per scavare abbastanza in profondità, quindi dovrà essere della grandezza giusta per permettervi di spalare abbastanza terra senza sforzarvi.

Il secondo, invece, servirà per purificare il terreno da eventuali presenze naturali, come ad esempio pietre, rametti, foglie secche e tutto ciò che può inficiare la terra che andrete a smuovere.

laghetto-8


Potrebbe interessarti: Realizzare un giardino interno in casa

Rivestimento

Una volta scavata la buca, come detto, abbastanza profonda, è il momento di rivestire gli spazi del vostro laghetto.

Potreste scegliere di utilizzare un telo impermeabile o, nonostante il prezzo più alto, di costruire una vera e propria vasca in plastica.

Un’alternativa è utilizzare dei laghetti prefabbricati che, anche se meno caratterizzati dalle scelte personali, adempiono comunque al loro scopo e fanno una bella figura.

laghetto-3

Definire i bordi

Una cosa importante, una volta riempita d’acqua la vasca naturale, sarà definirne i bordi. Di grande impatto e sempre alla moda, sono i bordi con le pietre. Altrimenti, potrete optare per delle mattonelle coordinate con il colore della vostra casa.

giardino-laghetto

Con quali piante abbellire il laghetto

Dopo aver ultimato il vostro laghetto con l’acqua, la parte più impegnativa è terminata. E’ il momento, infatti, di scegliere quali piante utilizzare.

Piante galleggianti

Sono le più classiche e non possono mancare nel laghetto del vostro giardino. Le più comuni sono le ninfee con le loro foglie ampie e affascinanti. In alternativa, se preferite foglie di minore ampiezza, potreste decidere di utilizzare la lemna minor o l’azolla carolinana.

laghetto-7

Piante palustri

Queste piante sono caratteristiche dei laghetti per la loro capacità di depurare e filtrare l’acqua dello stagno. Profumato e dai colori vivaci è l’hibiscus, così come l’iris. Altrimenti, più sobrie e meno ampie sono le pontederie, con i loro fiori verticali. In ogni caso, ne esistono di svariati tipi, starà quindi a voi decidere quale utilizzare.

Piante ossigenanti

Le piante ossigenanti sono di fondamentale importanza per evitare che il vostro laghetto assuma quel colore verdastro dovuto alle alghe. Ad esempio, potreste utilizzare la ceratophyllum demersus o l’egeria densa per il vostro laghetto.

laghetto-4

Pesci: quali scegliere

Un altro elemento importante per il vostro laghetto sarà la scelta dei pesci che lo abiteranno. Importante e fondamentale sarà rivolgersi unicamente a rivenditori autorizzati, in modo tale da evitare sia problemi legali che eventuali parassiti o problemi di ordine naturale.

Come detto, sarà importantissimo creare un dislivello nel laghetto per permettere ai pesci di vivere in salute.

Un ulteriore occhio di riguardo andrà alle caratteristiche specifiche delle singole specie.

Infine, è importante che il laghetto sia abbastanza grande, onde evitare un sovraffollamento che andrebbe a ostacolare la vita tranquilla delle creature.

laghetto-5

I pesci più comuni da inserire nel laghetto sono i pesci rossi. Non fatevi trarre in inganno dal fatto che spesso vivano negli acquari: gli ampi spazi del laghetto agevoleranno la loro vita.

Il pesce cometa, molto simile al pesce rosso,  preferisce un clima tropicale o un clima freddo. Questi pesci, tuttavia, non gradiscono la compagnia di pesci di una specie differente, motivo per il quale dovrete scegliere di impiegare unicamente questi per il vostro laghetto in giardino.

laghetto-1

Come costruire un laghetto in giardino: gallery delle immagini

Ecco a voi una selezione di alcuni foto di laghetti per il vostro giardino.

Elena Morrone

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta