Arredo giardino

Il giardino inteso come spazio esterno ad un’abitazione può essere considerato come un luogo da arredare esattamente come una stanza della casa. Oltre alle opere edili come piscina, forno a legna o box auto, bisogna scegliere il set di divano, tavolo e sedie e l’ombrellone.

Per scegliere il miglior arredo giardino bisogna definire:

  • lo stile, legato al gusto personale;
  • il materiale, che ne determina la manutenzione e la durata nel tempo;
  • la dimensione, a seconda dello spazio disponibile.

Anche la scelta del colore è importante: come per ogni ambiente, bisogna mantenere un valore cromatico costante.

catalogo-leroy-merlin-2020-01

Materiali per l’arredo giardino

Numerosi sono i materiali in commercio per l’arredo giardino. Non esiste una regola universale, molto dipende dal proprio senso estetico e dal budget a disposizione, ma ci sono delle caratteristiche da tener presente per un acquisto oculato e durevole. Le variabili da considerare sono:

  • durabilità
  • resistenza alle intemperie
  • composizione del suolo (potrebbe essere necessaria una pavimentazione)
  • manutenzione

I materiali più diffusi sono il legno, il rattan, il metallo, la plastica e la resina.

Il legno naturale richiede molta manutenzione; se non trattato con impregnanti specifici si usura presto. Sarebbe meglio optare per i legni duri, come l’eucalipto, l’acacia e soprattutto il teak, resistente alle muffe e agli insetti. Questo materiale è apprezzato per il suo calore e per la buona stabilità dovuta al suo peso. I prezzi sono molto variabili, soprattutto in funzione delle essenze, classificate su una scala da 1 a 5 in base a resistenza (all’umidità, agli insetti, al calore, ecc.).

come-scegliere-ombrellone-terrazzo-10

I metalli sono generalmente solidi e stabili, ma sono soggetti alla ruggine. Per questo motivo è meglio scegliere delle leghe di alluminio e acciaio inox sottoposte a trattamenti anticorrosione: sono leggere e non necessitano di particolare manutenzione. Sarebbe meglio se la verniciatura fosse antigraffio in quanto i mobili esterni sono sottoposti a numerosi agenti atmosferici.

Il ferro battuto è una scelta di design, per giardini in stile classico ed elegante. Si tratta di un materiale delicato, ma con una speciale resina epossidica si evita facilmente la ruggine. Anche la zincatura a caldo è un ottimo trattamento per gli arredi che restano all’esterno tutto l’anno.

come-scegliere-ombrellone-terrazzo-5

I mobili da giardino in resina sono leggeri e facili da pulire, economici e resistenti. La fascia di prezzo più alta comprende elementi in resina intrecciata che sembrano quasi materiali naturali. Solitamente i tavolini da caffè hanno un piano in vetro, trasparente o colorato.

Quelli in plastica sono ancora più convenienti, ma la resa estetica non è delle migliori.

divano-vimini-terrazzo

Per creare uno spazio personale, il segreto potrebbe essere quello di unire diversi materiali e colori per creare uno stile unico nel suo genere, ma uniforme. L’obbiettivo principale deve essere coniugare estetica e funzionalità; ecco perché è molto importante tenere sempre a mente le categorie elencate nel paragrafo precedente.

Altri elementi d’arredo

Accessori che arricchiscono un ambiente esterno sono senza dubbio i porta vasi, di ogni forma, colore e materiale.

Tende ombreggianti e ombrelloni sono fondamentali per ripararsi dal sole e possono costituire anche un elemento decorativo di grande effetto. Ne esistono di vari modelli e dimensioni; il più pratico è senza dubbio quello con palo decentrato perché permette di sfruttare al meglio lo spazio all’ombra sotto di esso.

Le tende e i tappeti sono puramente scenici e vanno manutenuti con estrema cura: ad esempio, bisognerà portarli all’interno ad ogni accenno di pioggia.

Anche per le amache vale lo stesso discorso; queste vengono utilizzate per creare una zona di relax anche all’esterno.

ikea-amaca-risoe

Come all’interno della casa, il ruolo dell’illuminazione è fondamentale. Oltre all’aspetto funzionale, possono avere un importante funzione nella creazione dell’atmosfera. Si possono realizzare percorsi luminosi e particolari illuminazione d’accento.

Senza dubbio protagonista, qualora presente, è la piscina. Non deve essere necessariamente interrata, al contrario quelle fuori terra sono facili da montare e non richiedono particolari autorizzazioni comunali. L’unico lato negativo è che devono essere riposte durante l’inverno.

L’idea in più, meno costosa di quanto si potrebbe pensare, è la piscina idromassaggio. Anche in questo caso, ne esistono di tutti i tipi e per ogni portafoglio.

leroy-merlin-bordo-piscina

Manutenzione invernale

La condizione sine qua non della lunga durata dell’arredo giardino è la sua manutenzione durante l’inverno. Tutti i mobili da esterni, anche quelli di qualità eccelsa, andrebbero protetti dalle intemperie. Alla fine della stagione estiva, vanno puliti ed eventualmente trattati con oli e prodotti specifici.

Una soluzione rapida e veloce, utilizzabile o removibile a seconda delle esigenze, sono le fodere da giardino: i mobili restano all’aperto, ma sono protetti.

Qualora lo spazio lo consenta, il modo migliore resta riporre tutto in un luogo chiuso, come un garage o una casetta da giardino, preferibilmente sollevati da terra. Così i mobili dureranno molto più a lungo e manterranno le loro caratteristiche iniziali.

Se per l’arredo vero e proprio si può decidere se e come riporlo, per tutti gli altri elementi citati (lampade, cuscini, amaca, ecc.) è prioritario conservarli altrove già alla prima pioggia d’autunno.

Arredare-il-giardino-in-stile-minimal_06

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, novità ed occasioni riguardo il mondo del design. Aggiornati dal primo sito in Italia in tema di design.