Ricavare una cabina armadio in una camera

Avere spazio in camera da letto a disposizione e non sapere cosa fare, sicuramente una funzione molto utile e funzionale sarebbe progettarci una cabina armadio all’interno. Come sviluppare l’idea di un grande guardaroba per sistemare il vestiario dentro una stanza e non in giro per la camera da letto.

Ricavare una cabina armadio in una camera

Si può ricavare una cabina armadio in una qualsiasi camera, rettangolare, quadrata, piccola, grande, basterà basarsi e progettare su ciò che abbiamo a disposizione. Quindi prendere la pianta della casa e le nostre superfici e capire come distribuire lo spazio.

Dove ricavare i nostri armadi, le nostre scarpiere, insomma un ripostiglio con i nostri panni, così che magari si possa rinunciare a mettere un armadio in camera che toglierà solamente spazio alla vostra quotidianità.

Sarà possibile anche progettarla e costruirla indipendenti da una terza persona, a meno che non si abbia una camera molto grande e volessimo progettare una cabina armadio molto particolare e quindi magari andare alla ricerca di un designer che possa e sappia dove posizione ogni oggetto nel giusto posto.

Per quanto riguarda le luci, anch’esse possono essere riposizionate e quindi chiamando un’elettricista che vi rifornisca e vi riposizioni tutte le luci, oppure semplicemente andate alla ricerca di quelle luci al led che non sono attaccate alla corrente e che posizionate dove volete, vi possano dare quell’illuminazione necessaria all’interno dell’armadio, magari e soprattutto nelle ore notturne.

1. Isola centrale

Ricavare una cabina armadio in una camera

Ci sono tantissime tipologie di cabine armadio e sono tutte differenti tra loro per colore, materiale, disposizione. Sicuramente un mobilio che servirà e vi potrà tornare utile è riporre un isola in mezzo alla stanza, dove poter ricavare dei ripiani e dei cassetti per l’intimo o altro, oppure anche per appoggiare vestiti.

Dobbiamo cercare di disporci, cercando, se si è molto organizzati, di dividere le tipologie di vestiario. Quindi partendo dalla zona delle camicie, che devono stare appese, le magliette o le t-shirt che invece hanno bisogno di ripiani, aperti o meno, dove disporne una sopra l’altra.

Poi abbiamo bisogno di cassetti più piccoli, utilizzati per mutande, calzini, cinture, reggiseni e quello di cui abbiamo la necessità e che è di piccole dimensioni. I pantaloni avranno un altro spazio, appesi o meno, quello dipenderà da come siete abituati a tenere i pantaloni o che tipologia avete.

Dopodiché abbiamo anche bisogno di una o più scarpiere, possibilmente chiuse, perché le scarpe spesso non riportano un buon odore e sarebbe meglio tenerle in un luogo chiuso con un profumante all’interno. Per una donna sarà sicuramente necessario anche uno spazio per le borse, che non è assolutamente da escludere in una cabina armadio.

Le dimensioni di tutti questi armadi e per tutte le differenziazioni di vestiario andranno sicuramente comparate in base alla necessità che avrete, perché per esempio, se siete degli uomini non avrete bisogno del ripiano delle borse, quindi potete eliminarlo e allagare un altro spazio magari per le camicie.

2. Punto di appoggio

Ricavare una cabina armadio in una camera

Da non sottovalutare anche di riporre al centro una poltrona dove potersi sedere ed appoggiarsi per cambiarsi le scarpe o l’abito. Oltre ad essere un appoggio per quando tiriamo fuori dall’armadio un pantalone e lo vogliamo poggiare mentre siamo alla ricerca della giusta camicetta.

In questo caso abbiamo anche un comò, che può sicuramente servire per dei cassetti per l’intimo, ma può anche ricavare sopra di sé un luogo dove poter conservare tutti i gioielli e poter anche mettere un piccolo specchio dove poterli guardare esposti al vostro collo.

3. Luce fondamentale

Ricavare una cabina armadio in una camera

Un ruolo importate è dato anche dalle luci dell’armadio. E’ possibile che ci sia una luce centrale che possa illuminare anche molto bene tutta la stanza, ma l’armadio può avere dei punti molto bui, all’interno di esso, o anche nei cassetti stessi. E quando andiamo a prendere i calzini, sarà normale anche pararsi la luce centrale con il proprio corpo e quindi avere ancora meno illuminazione, oltre al fatto che chiaramente la notte sarà il problema principale perché ancora più scuro.

Quindi spesso, insieme alla cabina armadio, viene anche progettato un sistema di luci, interne ad essa, che possano accendersi all’evenienza e che risaltano tutto quello che c’è all’interno di quel ripiano.

In questo caso abbiamo messo una serie di led lungo tutta la larghezza dell’armadio e in ogni ripiano o spazio di esso, in modo che possano accendersi in contemporanea oppure separatamente, a seconda di che necessità abbiamo.

Ci sono delle cabine che hanno, per esempio, sensori, in cui a seconda di quale ripiano apri, si accende la luce all’apertura dello stesso, quindi evitando di accendere luci inutili e magari lasciarle accese, ma sprecando e usando proprio quella di cui abbiamo bisogno.

Ricavare una cabina armadio in una camera: foto e immagini