Pulire divano con vapore

Stai pensando di pulire il tuo divano, e vorresti una soluzione che non lasci traccia? Il vapore può essere l’elemento che cercavi, e in questa guida conosceremo le peculiarità nella pulizia del divano.

Pulire divano con vapore
attenzione alla pulizia

La pulizia con il vapore si rivela ideale non solo per i pavimenti e le superfici, ma anche per uno degli arredi più amati.

Essa costituisce infatti la soluzione più pratica qualora non si disponga di tessuto di rivestimento sfoderabile per il divano. Vediamo più nel dettaglio cosa tale pulizia comporta, e come attuarla al meglio.

La pulizia a vapore per il divano

Pulire divano con vapore
passare con delicatezza aspirapolvere

E’ una soluzione pratica, veloce, igienica, oltre a quella più efficace per smacchiare il tessuto del divano. Tante volte infatti, accadono episodi nei quali il medesimo divano si impregna di macchie, anche di grasso. In tali casi, si dovrà trovare una soluzione veramente adeguata in relazione al tipo di tessuto.

Cioè, in tal caso, una soluzione adeguata offerta da un detergente particolare. Nel caso si opti per il vapore, non c’è questo problema. Non c’è, in altri termini, necessità di scegliere qualcosa in relazione al tessuto, poiché il vapore va sempre bene ed è ottimale nell’utilizzo menzionato. Esso disinfetta anche la superficie trattata, per una migliore igiene e sicurezza in casa.

Il vantaggio principale, sul piano della funzionalità, consiste nel fatto che il tessuto non si sfibra, al passaggio del vapore sulla propria superficie. Ciò nonostante, il vapore medesimo igienizza in profondità.

Non sfibrare il tessuto significa non lasciare un segno tangibile della pulizia appena compiuta, se non, appunto, la perfetta sensazione di pulito trasmessa dal divano a fine trattamento.

Nel passo successivo, vedremo come evitare di deformare o rovinare il tessuto del divano con il vapore. Come vedremo, basteranno dei semplici accorgimenti allo scopo.

Come effettuare la pulizia tramite il vapore

Pulire divano con vapore
come usare il vapore per pulire il divano

Per effettuare la pulizia del divano, senza che il tessuto subisca deformazioni o danneggiamenti, bastano applicare semplici accorgimenti. Passiamo innanzitutto l’aspirapolvere sulle cuciture e tra i cuscini. Si tratta dei punti nei quali s’annida lo sporco, generalmente in granuli. Se omettiamo tale passaggio, a pulizia eseguita tramite vapore, lo stesso si condenserà in acqua per un breve periodo.

Esso, seppur breve, sarà più che sufficiente a far sì, mediante l’azione dell’acqua, che i granuli nei punti considerati, i quali non saranno stati rimossi, si attacchino al tessuto. Si realizzerà cioè un effetto collante e non sarà facile rimuoverli dopo, e si interferirà rispetto alla pulizia dell’intero divano.

Pre-trattamenti prima del vapore

Pulire divano con vapore
tutto l’occorrente

Per macchie che siano davvero ostiche, meglio applicare, per sicurezza, un pre-trattamento aggiuntivo rispetto a quello col vapore. L’aceto di mele diluito con acqua è una buona soluzione domestica. Se anziché puntare sul citato rimedio casalingo si preferisce un detergente, quelli in bicarbonato sono molto consigliabili. Gli stessi andranno diluiti in acqua in base alle indicazioni riportate sulla confezione.

In entrambi i casi, applicato il composto sulla macchia ostica, lasciar riposare fino a che l’azione della soluzione non si sia dispiegata del tutto. Dopodiché basterà passare un panno pulito sulla zona interessata dalle macchie appena trattate.

Se le macchie, per come si teme, da valutare in relazione al caso, siano veramente ostiche fino ad un livello davvero elevato, si potrà optare per un’altra soluzione. Parliamo dell’ammoniaca diluita.

Ci sarebbe da aggiungere che, essendo il vapore, già di per sé, efficace, anche contro le macchie di grasso, i predetti trattamenti sono in riferimento a sporco davvero ostico. Parliamo di macchie particolarmente grasse, o dovute a particolari fonti inquinanti. In tali casi, si può optare per una delle fasi pre-trattamento indicate allo scopo.

Metodi per l’erogazione del vapore sul divano

Pulire divano con vapore
come usare il vapore

Per igienizzare e detergere con il vapore, utilizziamo pure dei pulitori multifunzione a traino. Essi si contraddistinguono per via di un serbatoio molto capiente per l’acqua, e vanno bene per trattare superfici anche molto estese nel complesso. L’alternativa consiste nella soluzione portatile.

Trattasi di pulitori a vapore portatili. Si consiglia l’utilizzo di questi ultimi, se si tratta di una superficie non troppo estesa, fra i divani complessivamente, da trattare. Certo, la maneggevolezza può compensare la minore portata, si possono fare alcuni viaggi per rifornire d’acqua il piccolo serbatoio.

Casi in cui rivolgersi a professionisti

Pulire divano con vapore
in casa gravi chiedere agli esperti

Sebbene il sistema di pulizia a vapore sia molto efficace, in caso di macchie ostinate potremmo ricorrere, ma anche solo per motivi di sicurezza, per far sì da svolgere un’operazione completa, al pre-trattamento. Oltre a ciò, se al termine dell’operazione il risultato non è brillante, poiché ci sono ancora macchie o piccoli strascichi di aloni visibili, abbiamo di fronte a noi altre soluzioni.

Possiamo ripetere l’operazione, con una fase di pre-trattamento apposita per macchie ostinate, ma soltanto se il tessuto consente di ripetere l’operazione a breve.

Per i tessuti pregiati, ad esempio, ma anche per altri tipi di tessuti delicati, è meglio affidarsi a ditte di professionisti che effettuano la pulizia, anche con mezzi eroganti vapore, in modo professionale, e con tutte le fasi che dovessero servire. I loro trattamenti, inoltre, si estendono anche alle macchie derivanti da una fonte inquinante ignota.

Pulire divano con vapore: foto e immagini

Per pulire il divano con vapore, osserva la gallery, così da farti un’idea sul procedimento da adottare!