Parquet all’ingresso: come scegliere il meglio

Quale parquet è meglio scegliere per l’ingresso? Quali sono gli aspetti da considerare in fase d’acquisto? Scopri tutto quello che c’è da sapere per individuare il miglior pavimento in legno adatto al tuo ingresso: essenze, colori, stili e schemi di posa.

Parquet all’ingresso: come scegliere il meglio

Il parquet all’ingresso è una scelta di stile, che conferisce subito carattere e personalità all’ambiente senza troppi sforzi. Ma è sempre la scelta più indicata? Noi pensiamo di si, a patto che venga individuata la tipologia più adatta a questa zona di casa tanto trafficata. Vuoi scoprire quali sono gli aspetti da considerare in fase d’acquisto? Segui i nostri consigli per non sbagliare.

come-progettare-illuminazione-dell’ingresso-13

Parquet all’ingresso: aspetti da considerare

colori-insoliti-ingresso (15)


Leggi anche: Parquet flottante

Nella scelta del parquet per l’ingresso ci sono alcuni aspetti da considerare al momento dell’acquisto. Lo scopo sarà quello di individuare una tipologia di pavimento di buona qualità, che resista al calpestio particolarmente frequente in questa zona di casa. Dunque, ecco gli aspetti fondamentali per riconoscere un buon parquet per il tuo ingresso:

  • provenienza del legno e certificazioni: sono informazioni fondamentali per assicurarsi che il parquet sia lavorato secondo standard certificati. Un rivenditore qualificato ha l’obbligo di fornirli in fase d’acquisto, perché da essi dipende il costo del materiale, del trasporto e della manodopera
  • essenza: ovvero il tipo di legno. Per l’ingresso, preferire legni duri o di media durezza, garantirà resistenza e durata nel tempo
  • classe di aspetto: puoi scegliere tra parquet massiccio (tradizionale), parquet prelevigato, parquet prefinito, finto parquet (laminato)
  • classificazione qualitativa: rigatino (legno caratterizzato da una fibra omogenea e con tonalità uniforme), oppure nodino (legno caratterizzato da una tonalità meno uniforme con nodi di piccolo diametro)
  • dimensione delle tavole: incide sul prezzo finale del parquet. Si va dai listoncini ai listelli, fino alle plance e alle maxi-plance. Le dimensioni delle tavole dipenderanno dalla tipologia d’ingresso (corridoio, ambiente unico, open space).

Come scegliere l’essenza più adatta al tuo ingresso

come-progettare-illuminazione-dell’ingresso-22

Il parquet è un materiale “vivo”, soggetto a modificare il suo aspetto nel corso del tempo perché risponde alle condizioni di luce e alle variazioni di umidità del luogo. Può espandersi e ritirarsi, ma può anche modificare il suo colore in maniera lenta e impercettibile.

Tutto questo rende il parquet un pavimento davvero affascinante, perché i cambiamenti a cui è soggetto lo rendono unico nel suo genere. Ecco perché la scelta dell’essenza ideale è un punto cruciale: essa incide direttamente sul prezzo del parquet, ma anche sul pregio e sulla sua capacità di resistere nel tempo.


Potrebbe interessarti: Arredare l’ingresso di casa: quali errori evitare

Dato che l’ingresso è un luogo di passaggio obbligato, la scelta dovrà ricadere su tipi di legno duri o di media durezza che garantiscono un’ottima resistenza all’usura. Tra questi ti suggeriamo di considerare il rovere o il ciliegio, legni di pregio caratterizzati da tonalità calde ed eleganti.

Anche le essenze tropicali sono particolarmente indicate per l’ingresso, perché sono caratterizzate da un’elevata durezza e da proprietà impermeabili. Qualche esempio? Wengé, Teak e iroko, legni duri contraddistinti da tonalità brune e venature scure dall’incredibile fascino esotico.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Parquet all’ingresso: come scegliere colore e stile

abbellire-ingresso-piccolo-12

La possibilità di scegliere tra innumerevoli essenze rende piuttosto arduo trovare il parquet ideale per il proprio ingresso. Tuttavia bisogna considerare che il colore del legno incide sulla vista d’insieme caratterizzando lo stile d’arredamento presente; dunque, la sua scelta non può essere lasciata al caso.

Basti sapere che la classificazione delle essenze avviene proprio in base al colore. Le categorie sono suddivise in:

  • chiare (per esempio rovere, acero, castagno)
  • rosate (ciliegio, faggio, olivo)
  • rosse (acero canadese, bintangor, doussiè)
  • brune (teak, iroko, noce)
  • scure (wengé, panga panga, rovere scuro).

In base allo stile d’arredo sarà necessario abbinare la giusta colorazione del parquet, tenendo conto dello stile dominante dell’abitazione. L’ingresso, infatti, non va scisso dal resto degli ambienti: è il luogo che accoglie e suggerisce lo stile della nostra casa.

Per gli stili classici le tonalità rosate oppure rosse saranno una scelta vincente; per uno stile più moderno, meglio optare per essenze brune o scure. Per le tendenze vintage, invece, via libera a essenze di colore chiaro o rosato, in base al proprio gusto personale.

La posa del parquet: idee d’arredo

come-posare-parquet-flottante-bagno

Lo schema di posa è un fattore importantissimo perché imprime ancora di più il suo marchio di stile all’ambiente. Diverse le possibilità di scelta, che dipendono anche dalla tipologia di ingresso che si intende arredare.

La direzione ideale dei listoni deve assecondare la dimensione dell’ambiente, le fonti di luce presenti e la direzione della porta di ingresso. Non ultimo il proprio gusto personale!

Oltre ai canonici schemi di posa, hai la possibilità di dare un’impronta più originale all’ambiente attraverso schemi meno tradizionali ( a spina di pesce, a quadrotti, a mosaico, a fascia, ecc.)

Vediamo qualche esempio.

Listoni paralleli al lato lungo della stanza

Parquet all’ingresso: come scegliere il meglio

La posa diritta del parquet con i listoni paralleli al lato lungo della stanza è la soluzione ideale per moltiplicare lo spazio. Chi entra in casa ha la percezione di un ambiente molto più  ampio, per questo è una posa indicata per un ingresso aperto che affaccia immediatamente in soggiorno o in cucina.

Inoltre, se ci sono finestre lungo la parete più corta, la luce metterà ancora più in evidenza le venature del legno, esaltando la bellezza del parquet.

Listoni perpendicolari alla porta d’ingresso

illuminazione-corridoio-10-idee-5

I listoni perpendicolari alla porta d’ingresso invitano ad attraversare la stanza e allungano la percezione spaziale. Questa soluzione è dunque indicata per un corridoio d’ingresso, ma attenzione alla dimensione dei listoni.

In un corridoio stretto e cieco, meglio scegliere i listoni più stretti che amplificano otticamente la larghezza del corridoio.

Pose dei listoni oblique o a spina di pesce

pavimenti-listone-giordano-catalogo-2021 (2)

Le pose oblique o a spina di pesce sono molto utilizzate per i loft e per gli open space. L’effetto finale risulta estremamente piacevole alla vista e conferisce all’ambiente maggiore dinamicità.

In più, la luce naturale sul parquet dona effetti sempre diversi durante le varie ore del giorno.

Parquet all’ingresso: immagini e foto

Il parquet all’ingresso è una scelta raffinata che valorizza sia ambienti classici che moderni. Scegli la tipologia più adatta al tuo ingresso di casa: sfoglia la galleria delle immagini e lasciati ispirare!

Patrizia D'amora
  • Laurea in Giornalismo e Cultura editoriale
  • Autore specializzato in Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica