Come togliere l’umidità in bagno: consigli utili


Nelle giornate fredde non c’è niente di meglio che una bella doccia calda per rigenerarti ma come la mettiamo poi con la condensa che si crea? Come togliere l’umidità in bagno? Segui i nostri semplici consigli.

come-togliere-umidità-bagno


Potrebbe apparirti come un problema di secondo piano ma in realtà se non combatti l’umidità subito e in modo efficace questa si trasformerà presto in muffa. Scopriamo come, un passo alla volta. Con il calore ed il vapore facile si venga a creare quella fastidiosa condensa che si va a depositare sulle superfici, pareti e specchio in primis.

Quelle fastidiose goccioline vanno eliminate prima che si trasformino in macchie nere alle pareti (soprattutto negli angoli) e vadano a rovinare non semplicemente l’estetica del tuo bagno ma ne compromettano più seriamente la salubrità. Segui i nostri piccoli accorgimenti per affrontare il problema e vincere la tua guerra contro l’umidità.

Ricorda che comunque un ambiente per definirsi sano ha bisogno di un certo grado di umidità che tuttavia, per una temperatura intorno ai 21 gradi, non deve superare un certo limite che si attesta intorno al 40-60%. Pronti a prendere appunti per contrastare quella in eccesso? Si parte!


Leggi anche: Come togliere l’umidità in casa: i consigli semplici da seguire

come-togliere-umidità-bagno-cop


1. Usa la giusta pittura

Quando stiamo per ristrutturare la stanza bagno o vogliamo semplicemente dare una bella rinfrescata alle pareti è buona norma conoscere la migliore pittura da utilizzare. La scelta deve essere ben ponderata e anche se non puoi fermare la formazione della condensa, questo è chiaro, puoi però ridurre la formazione di muffe con vernici apposite studiate proprio per ambienti umidi.

Stiamo parlando di pitture progettate per l’impermeabilizzazione. Idropitture, appunto, che hanno diversi vantaggi, vediamoli insieme:

  1. ottima resistenza all’umidità
  2. ottima resistenza all’insorgenza di muffe
  3. ottima soluzione per una durata di almeno 5 anni.

Punta su pitture di questo tipo soprattutto nei bagni ciechi che non possono contare sulla presenza di finestre e, per questo, su una sfera di sole che faccia il suo ingresso in bagno “asciugandolo”.

come-togliere-umidità-bagno-idropittura

2. Crea la giusta ventilazione

Una volta risolto il problema della giusta pittura, prima mossa da fare è creare la giusta ventilazione in bagno. Come?

  1. aprendo una finestra
  2. aprendo una porta
  3. accendendo l’aspiratore.

Diversamente la condensa non potrà mai uscire. Assicurati soprattutto in un bagno cieco di fare l’acquisto del perfetto aspiratore che ti consentirà di abbassare il livello di umidità in bagno.

Accendilo ogni volta che fai la doccia o un bel bagno caldo e lascialo acceso anche dopo, almeno per mezz’ora. Favorirai l’uscita del vapore e contrasterai la formazione dell’umido in bagno.

come-togliere-umidità-bagno-ventilazione


Potrebbe interessarti: Come togliere le macchie di fumo: tutorial

3. Pulisci la doccia dopo l’uso

Passiamo ora alla pulizia della doccia, sembrerà scontato ma non è proprio così. Vediamo perché. Non lasciare che asciughi ma procedi subito dopo la tua calda doccia: risparmierai tempo e fatica più tardi. Saranno sufficienti una spatola o un panno in microfibra e olio di gomito. Andiamo!

Quando procedi alla pulizia non trascurare nessun elemento: comincia dalle piastrelle, dall’alto verso il basso, passa ai vetri non senza trascurare la colonna doccia. Così bloccherai alla radice la formazione delle muffe! Passiamo ora al prossimo consiglio da attuare: sei pronto a scoprirlo?

come-togliere-umidità-bagno-pulizie1

4. Riscalda il bagno

Dato che la condensa si forma su pareti fresche a contrasto con il caldo del vapore acqueo della doccia, la sua formazione può essere contrastata semplicemente mantenendo al calduccio il tuo bagno. Come?

Potresti montare un deumidificatore da accendere ogni volta che fai la doccia e assicurarti di svuotare il serbatoio una volta che il vapore si sia volatilizzato. Pronti alla prossima doccia?

Il tuo piano B, un rimedio last minute altrettanto efficace e diciamo un po’ il tuo asso nella manica qualora tu non abbia acquistato un deumidificatore per il tuo bagno, può essere rappresentato dall’asciugacapelli. Utile per dissipare il vapore dal tuo specchio. Alzi la mano chi non l’ha mai usato in tal senso!

come-togliere-umidità-bagno-phon

5. Usa le piante

Infine un utile rimedio naturale. Se non sai più come togliere l’umidità in bagno la soluzione potrebbe essere proprio sotto il tuo naso: le tue amate piante! Efficaci contro l’umidità e la formazione delle muffe, le piante sono note per migliorare la qualità dell’aria ma non tutte sono uguali. Scopriamo insieme quali sono le migliori piante per contrastare l’umidità in bagno.

  1. aloe vera: molto utile per catturare l’umidità, ricordati semplicemente di posizionarla lontana dai raggi solari e renderai l’ambiente molto più salubre.
  2. orchidea: bella e colorata è la scelta più gettonata per l’ambiente bagno in cui, proprio grazie all’umidità presente, prosperano rigogliosamente.
  3. pothos: pianta indistruttibile, perfetta sia per i bagni ciechi che per quelli molto luminosi cattura l’umidità circostante e arreda con eleganza.

Queste sono solo alcune delle piante perfette per il bagno ma molte altre ti aspettano: begonia, bambù, felci e tutte le piante tropicali. Provare per credere!

come-togliere-umidità-bagno-piante

Come togliere l’umidità in bagno: foto e immagini

Quelli che ti abbiamo proposto sono i principali trucchetti che si devono mettere in atto per combattere l’umidità ma non ne mancano anche altri: conosci quello del sale? Grande alleato del fai da te, economico e molto efficace il sale si propone come ottimo deumidificatore naturale. Basterà qualche manciata in un contenitore e sarà pronto ad assorbire l’umidità in eccesso ogni volta che servirà.

Dai un ultimo sguardo in galleria per trarre qualche altro spunto: lasciati sorprendere!

Paola Palmieri

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta