Parquet chiaro o parquet scuro? Pro e contro della scelta

Il parquet è una delle pavimentazioni migliori per ottenere un effetto caldo ed elegante. Ma quale opzione scegliere tra uno in colore chiaro e ed uno scuro? Entrambe le proposte sono valide e condizionate soprattutto dal gusto personale. Importante è considerare sempre le dimensioni della stanza.

Parquet chiaro o parquet scuro? Pro e contro della scelta

Il parquet è il principe assoluto delle pavimentazioni. Senza tempo, elegante e naturale veicolo di calore, da decenni caratterizza le abitazioni più eleganti o maggiormente attente al design. Il suo è un successo che non conosce tempo e che, anzi, è riuscito a modernizzarsi con lo scorrere degli anni.

Rispetto alle scelte più tradizionali del passato, infatti, oggi è possibile optare per delle versioni che declinano i listelli di legno nelle nuance inaspettate del grigio più chiaro. In questo modo, dunque, il parquet è riuscito ad adattarsi anche ai design più azzardati, vestendo al meglio un salotto classico come un ambiente industrial. L’importante è prestare la giusta attenzione ad alcuni aspetti al momento della scelta e dell’acquisto.


Leggi anche: Parquet in rovere

Il primo è sicuramente il disegno che si vuole creare al momento della posa. In base e questo, infatti, viene selezionata l’ampiezza dei listelli. L’altro aspetto che caratterizza in modo evidente l’ambiente, è il colore. Quale nuance scegliere per il proprio parquet? E’ meglio un tono chiaro o uno più scuro? Queste due domande devono necessariamente trovare delle risposte valide e definitive.

Intorno alla tinta del parquet, infatti, si costruisce tutta l’armonia cromatica della stanza su cui si lavora. Pareti e compendi di arredo devono dialogare con la pavimentazione scelta che, come un direttore d’orchestra, detta il ritmo generale. A questo punto, dunque, la scelta tra parquet chiaro e parquet scuro è tutt’altro che casuale. Ma come prendere questa importante decisione senza commettere errori ed ottenere l’atmosfera finale a lungo desiderata? Proviamo a vedere insieme i pro e i contro di queste due opzioni.

1. Parquet chiaro: pro

Parquet chiaro o parquet scuro? Pro e contro della scelta

Tra tutte le opzioni di parquet siete stati conquistati da quelle più chiare ma non siete certi che siano la scelta più opportuna per il tipo di design che desiderate realizzare? Bene, vediamo quando e dove questo tipo di pavimentazione si adatta alla perfezione. Iniziamo con il dire che le nuance più chiare rivestono  nel migliore dei modi degli spazi non troppo ampi. In questo caso, soprattutto se abbinati con delle pareti declinate in un bianco brillante, allargano otticamente la metratura della stanza, garantendo anche una luminosità intensa.

Per aumentare quest’ultimo aspetto, poi, è possibile lucidare il pavimento in parquet. In questo modo, infatti, la luce riflette sul pavimento e mette in evidenza l’arredo presente nella stanza.


Potrebbe interessarti: Parquet flottante

Ma quali sono i legni che possono essere considerati naturalmente chiari? Sicuramente abete, acero, rovere e faggio.  Per ottenere un effetto che, nonostante la luminosità, garantisca anche un certo calore, si consiglia di scegliere degli arredi in contrasto, ossia un mobilio declinato sicuramente sulle nuance più scure.

2. Parquet chiaro: contro

Parquet chiaro o parquet scuro? Pro e contro della scelta

Scegliere una tonalità chiara di parquet, però, ha anche degli svantaggi. Il primo riguarda proprio la manutenzione. In questo tipo di pavimentazione, infatti, eventuali segni lasciati sulla superficie sono più visibili.

Per non parlare di eventuali impronte lasciate dalle calzature. Oltre a questo, poi, l’uso di un parquet chiaro è sconsigliato all’interno di ambienti troppo ampi o in loft completamente aperti. In questo caso, infatti, il rischio è di creare un ambiente che sia freddo e algido.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Se, però, proprio non potete fare a meno di optare per questa scelta, fate molta attenzione a calibrare meglio le nuance degli altri elementi dello spazio su cui si lavora.

Per questo il consiglio è di scegliere un arredo più scuro o delle pareti dalle tinte più calde. In questo modo, creando un contrasto forte, si potrebbe ovviare il pericolo di una eccessiva freddezza.

3. Parquet scuro: pro

Parquet chiaro o parquet scuro? Pro e contro della scelta

In quale caso un parquet scuro è la scelta giusta? Sicuramente si tratta di un’opzione da valutare seriamente nel caso in cui si debba definire l’atmosfera all’interno di una stanza molto ampia o su degli open space. In questo caso, dunque, si deve optare per acacia, noce, jatoba, merbau e rovere scuro. Si tratta di legni che si adattano perfettamente ad ambienti dove è essenziale creare un’atmosfera soft e calda come il soggiorno e, soprattutto, la camera da letto.

Nel secondo caso, poi, si consiglia di amplificare la sensazione immediata di comfort caratterizzando le pareti con una nuance dalle tonalità intense e profonde. In questo modo si avrà la sensazione di entrare in un angolo protetto dal quale si è protetti e dove è possibile lasciarsi andare a un giusto momento di rilassatezza.

Ma se si posa un parquet scuro non si rischia di annullare completamente la luminosità della stanza? Inaspettatamente le tipologie di legno citati, pur avendo dei toni scuri sono attraversati da venature che riflettono la luce in modo particolare. Se, poi, si desidera evidenziare ancora di più questo effetto, ricordate che è sempre possibile verniciare la superficie.

4. Parquet scuro: contro

Parquet chiaro o parquet scuro? Pro e contro della scelta

A dire il vero i lati negativi di un parquet scuro non sono poi molti. Sicuramente la sua manutenzione non richiede un grande impegno. A differenza dei toni più chiari, infatti, in questo caso eventuali segni lasciati da calzature ed altre imperfezioni non sono particolarmente visibili. L’unico aspetto negativo cui bisogna prestare attenzione riguarda l’utilizzo di questo tipo di pavimentazione in uno spazio dalle dimensioni ridotte.

In questo caso, infatti, è praticamente assicurato un effetto tendenzialmente claustrofobico.

Per ovviare il problema, nel caso proprio non voleste rinunciare alla perfetta tinta scura di parquet, il consiglio è di agire sulle pareti con una tinta dichiaratamente chiara. In questo modo si crea un contrasto cromatico che, soprattutto in abbinamento con il bianco, assicura un effetto particolarmente elegante e raffinato, capace di coniugarsi con stili di arredo diversi.

Parquet chiaro o parquet scuro: foto e immagini

Avete deciso di optare per una pavimentazione in parquet ma non sapete scegliere tra listelli chiari o listelli scuri? Provate a scorrere le immagini nella galleria per farvi ispirare.