Lampadari veneziani: idee arredo

Tiziana Morganti
  • Dott. in Storia Moderna

Com’è possibile interpretare la tradizione in chiave moderna senza rinunciare ai caratteri distintivi di un prodotto artigianale? I lampadari veneziani sono riusciti in questo intento, portando la suntuosità delle loro strutture all’interno di design attuale grazie ad una reinterpretazione di linee e colori.

Lampadari veneziani: idee arredo

Chi, almeno una volta, ha visitato la città di Venezia è rimasto affascinato, oltre che dalla particolare struttura di questo luogo e dai suoi colori, anche dai lussuosi lampadari. Basta, infatti, camminare tra le sale di un’abitazione storica del ‘600 per rimanere colpiti dal quella maestosa suntuosità che rimanda, però, un’idea di leggerezza. Ed, in effetti, trasparente e incredibilmente malleabile è il materiali con il quale vengono realizzati.

Ovviamente stiamo parlando del vetro che viene lavorato con incredibile maestria dagli artigiani presenti sull’isola di Murano. Facilmente raggiungibile con il traghetto, qui è possibile ammirare la manualità, l’esperienza e il senso artistico grazie al quale, con il solo contributo del fuoco e di un soffio ben calibrato, nascono oggetti raffinatissimi. Ed uno di questi sono proprio gli storici lampadari che, partendo dal territorio veneziano, hanno conquistato i salotti di molte case importanti e non solo.

In passato, in particolare, fare sfoggio di quest’oggetto voleva dire mostrare anche una certa sensibilità per l’estetica, per il design opulento e, ovviamente, anche una condizione economica piuttosto agiata. In effetti questi lampadari, soprattutto nelle loro versioni più monumentali, hanno sempre richiesto un impegno economico di un cero tipo.

E non bisogna certo stupirsi, visto che alcuni modelli sono ricchi di particolari come fiori, foglie e perfino piccoli uccelli. Insomma una vera e propria architettura caratterizzata da un tripudio di elementi ornamentali che, per brillare nel pieno delle sue potenzialità, aveva bisogno degli spazi piuttosto ampi tipici di case dalla pianta più tradizionale.

Stabilito tutto questo, dunque, com’è riuscito questo tipo di lampadario ad adattarsi al passare del tempo e al cambiamento dei gusti? Per non parlare di quello degli spazi abitativi. La risposta è semplice.

Per mantenersi al passo con i tempi e con le nuove esigenze di design, gli artigiani del vetro hanno trovato un punto d’incontro tra la tradizione della manifattura e la modernità delle linee e delle proporzioni.

In parole semplici, dunque, si è deciso di giocare maggiormente sul colore, creando quasi degli abbinamenti dal gusto pop, e su delle forme più snelle e meno composite. Per capire meglio di cosa stiamo parlando, però, andiamo a vedere nel dettaglio alcune idee arredo con i lampadari veneziani.

1. La tradizione e il classicismo

Lampadari veneziani: idee arredo

Iniziamo questo viaggio all’interno delle infinite possibilità offerte dai lampadari veneziani propri dalla tradizione e da quei modelli che interpretano l’era classica di questo oggetto. Come preannunciato, si tratta di modelli piuttosto strutturati e composti da vari elementi ornamentali. Il tutto utilizzando una monocromia, che spesso vira versa nuance ambrate o verso la completa trasparenza del vetro.

Per quanto riguarda l’aspetto stilistico, poi, ci si trova sempre di fronte a dei lampadari a più braccia che vengono utilizzate come strutture portanti sulle quali inserire fiori od altri elementi puramente estetici. Altra variabile classica, poi, è il lampadario a chandelier. Si tratta di un modello molto noto e presente soprattutto in abitazioni dalle proporzioni imponenti. Per godere pienamente della sua bellezza, infatti, è necessario avere soffitti alti e stanze dalle proporzioni ariose. Due caratteristiche che, ad essere onesti, poco rappresentano lo stile abitativo attuale.

Come, dunque, far dialogare tutto questo con la tradizione? Se il vostro gusto è più classico e si riflette anche sull’arredamento scelto, si consiglia di puntare su una tipologia di lampadari che, pur mantenendo molti tratti tradizionali, scelgono di realizzare un’architettura più leggera e meno complessa.

In questo caso, poi, è importante fare attenzione alla presenza di elementi decorativi. Si consiglia di optare per lampadari dove sono ben calibrati e, possibilmente, non troppo stratificati.

2. L’essenzialità del vetro opalino

Lampadari veneziani: idee arredo

Solitamente, quando ci si deve confrontare con degli ambienti dalle proporzioni non molto ampie, si punta tutto su tinte chiare ed il protagonista assoluto tende ad essere sempre il bianco.

Oltre a delle esigenze strutturali, poi, questa tinta risponde anche a gusti ben precisi di chi ama il minimalismo e la pulizia ottica anche per quanto riguarda l’arredo. In un insieme così rigoroso e che, probabilmente, offre ben poche sorprese, il lampadario veneziano può inserirsi come un elemento di design importante, seguendo comunque la linea guida tracciata dal non colore.

Come? Scegliendo una delle soluzioni più moderne in cui la tradizione viene reinterpretata attraverso l’attualità del vetro opalizzato. L’effetto che si ottiene è un bianco latte intenso ed una completa assenza di trasparenza.

In questo modo, soprattutto se si sceglie di optare per un modello dalle linee piuttosto grafiche e con assenza di elementi decorativi, è possibile ricreare un mood quasi optical e lunare.

3. Blu e grigio per un effetto moderno

Lampadari veneziani: idee arredo

Se amate ambientazioni moderne e dalle linee grafiche che si esprimono, ad esempio, sulle note cromatiche del grigio, il lampadario veneziano potrebbe essere un oggetto da non prendere assolutamente in considerazione.

Nonostante questo, però, oggi esistono delle nuove interpretazioni di quest’arte sofisticata che potrebbero far cambiare idea ad alcuni. Un esempio, potrebbe essere rappresentato da un modello realizzato prestando particolare attenzione all’utilizzo del colore e al minimalismo delle forme.

Per quanto riguarda le nuance, ad esempio, l’abbinamento vincente è tra il blu oceano ed un grigio quasi metallico. Il tutto interpretato attraverso la trasparenza del vetro che, grazie a particolari riflessi di luce, offre all’insieme un effetto cromatico.

Per quanto riguarda le linee, poi, la tradizione viene privata di orpelli e rimodellata attraverso un gusto più essenziale dove le morbidezze sono accennate ed i motivi floreali stilizzati fino a diventare parte di una nuova armonia geometrica.

Lampadari veneziani, idee arredo: foto e immagini

Se cercate un lampadario d’effetto, quelli veneziani in vetro soffiato rappresentano una soluzione valida da interpretare anche in chiave più moderna. Per conoscere alcune delle offerte migliori, lasciatevi trasportare dalle immagini in galleria.