Cucine open space: idee per orientarsi verso la scelta più adatta

Autore:
Rossana Briga
  • Giornalista pubblicista

Gli elementi che ci guidano quotidianamente nella scelta dell’arredamento della nostra casa sono tanti e vanno dallo spazio a disposizione, al carattere che vogliamo dare all’ambiente. La scelta si fa ancora più ardua quando si parla di cucina open space: i problemi raddoppiano, le idee si fanno confuse. Ecco, qualche semplice consiglio che ti aiuterà ad orientarti attraverso le tante opzioni sul mercato.

Cucine open space: qualche idea per orientarti verso la scelta più adatta

Cucina: il regno della casa per eccellenza, il luogo dove si sperimenta, si assapora, si sogna. E si sa, farlo in un ambiente accogliente e che sposi in tutto e per tutto le tue esigenze è ancora più bello.

Ecco qui allora che subentrano tanti dubbi su come rendere davvero tuo un posto così speciale; i dubbi si possono fare ancora più insistenti, poi, se si tratta di una cucina open space, in cui tutto deve avere un proprio spazio vitale e deve coabitare con un’altra stanza, spesso il soggiorno.

È fondamentale, dunque, che tutto sia al proprio posto, per evitare che l’ambiente venga appesantito o rimpicciolito. In questo articolo, ti aiuteremo a scegliere la soluzione più adatta a te ed alla tua casa, dandoti qualche idea su come arredare la tua cucina open space, sia che tu voglia rimodernarla, sia che tu debba partire da zero.

Cucine open space: qualche idea per orientarti verso la scelta più adatta

Cucina con isola centrale

Cucine open space: qualche idea per orientarti verso la scelta più adatta
Cucina con isola centrale

Partiamo dalla soluzione più gettonata, quella che si vede sempre più spesso nelle case degli italiani negli ultimi anni: la cucina open space con isola centrale. Per “isola” si intende quella porzione di arredamento staccata dal resto e, solitamente – come in questo caso – posto al centro della stanza.

In questo modo, l’isola diventa sicuramente uno, se non l’unico, dei punti centrali dell’ambiente, il primo ad essere notato. Deve quindi essere d’impatto e sposare un’idea ben precisa di come si vuole arredare la propria cucina. Iniziamo con il dire che l’isola può contenere diversi elementi come il lavabo, il piano di lavoro o essere, più semplicemente, il tavolo su cui si mangia.

A seconda dello spazio e dei proprio gusti, l’isola potrà ospitare uno di questi elementi: se si è più “tradizionalisti”, infatti, si può anche pensare di aggiungervi un tavolo più o meno grande, lasciando all’isola il compito di accogliere il piano cottura.

Insomma, le opzioni a disposizione sono tante, basta sbizzarrirsi e avere bene chiara in mente l’idea della cucina che si desidera.

Cucina con isola a muro

Cucine open space: qualche idea per orientarti verso la scelta più adatta
Cucina con isola a muro

Stesso discorso vale per la cucina con isola a muro: anche questo particolare aspetto ha a che fare sia con il proprio gusto personale, che con lo spazio che si ha a disposizione, ma anche da come è stata immaginata il resto della stanza.

Ovviamente, la cucina con isola a muro ha dalla sua numerosi aspetti positivi, tra cui quella di fare guadagnare metri preziosi, oltre a quella di creare un ambiente dinamico. Non ultimo, può fungere da divisorio naturale tra gli spazi coabitanti: può essere, infatti, una specie di muro tra cucina e salotto, riuscendo così a dividere e mantenere ordine tra i due luoghi.

Tavolo: sì o no?

Cucine open space: qualche idea per orientarti verso la scelta più adatta
Tavolo: sì o no?

La scelta del tavolo è fondamentale: sempre più persone, ad esempio, scelgono di non includerlo nell’arredamento, puntando tutto sull’isola. Certamente, la scelta è importante proprio per questo, perché si devono tenere in conto le caratteristiche della stanza, in primis della sua grandezza.

In un ambiente piccolo, potrebbe finire per risultare troppo ingombrante. Al contrario, in uno spazio molto grande, la presenza della sola isola potrebbe far risultare la stanza vuota, senza anima.

Tra i tanti pro e contro che ti possono indirizzare verso una scelta, c’è da tenere conto anche degli ospiti. Se sei un amante di feste e cene tra amici, la sola isola potrebbe risultare una scelta troppo azzardata.

Cucina lineare

Cucine open space: qualche idea per orientarti verso la scelta più adatta
Cucina lineare

Un altro capitolo spinoso è la scelta della disposizione dei mobili della cucina. Il problema di spazio, infatti, non è caratterizzato solo dalla scelta sulla posizione dell’isola e del tavolo – sempre che si vogliano includere nell’arredamento – ma anche, e soprattutto, dalla struttura che si vuole dare alla stanza.

In una cucina che sia molto lunga, ma stretta, la scelta più ovvia sembra essere quella di preferire una disposizione dei mobili lineare e senza angoli, in modo tale da dare ancora più profondità all’ambiente e non farlo sembrare “sacrificato”. Se si vuole aggiungere l’isola, in questo caso, potresti metterla al centro della cucina, in modo da dare un forte colpo d’occhio al tutto.

Cucina angolare

Cucine open space: qualche idea per orientarti verso la scelta più adatta
Cucina angolare

Tra le tante possibilità, c’è anche quella di poter creare una cucina ad angolo. Adatta per le stanze ampie, la cucina ad angolo può essere la scelta da fare sia se hai intenzione di dedicare molto spazio alla zona, sia se prediligi dare più aria al soggiorno.

Nel primo caso, infatti, potrai dare sfogo a tutta la tua creatività creando l’angolo perfetto, aggiungendo elementi come il frigorifero a due ante o qualche armadietto in più. Nel secondo caso, invece, potrai optare per questa scelta in modo tale che l’area dedita alla cucina sia raccolta e porti via meno spazio possibile al resto dell’ambiente.

Cucine open space: foto e immagini