Cucina stile rustico: errori da non fare

Vuoi dotare la tua casa di una cucina in stile rustico? Ottima scelta, ma ci sono alcuni accorgimenti da mettere in pratica, onde evitare che qualcosa nell’arredamento della stessa venga malriuscito.

Cucina stile rustico errori da non fare

Arredare una cucina rustica non comporta solamente acquistare elementi d’arredo rustici. Significa anche non sbagliare accostamenti ed utilizzare al meglio tutti gli spazi della cucina.

Altra questione, come vedremo, gli elettrodomestici. Vediamo il tutto più nel dettaglio.

La scelta delle parti fondamentali

Cucina stile rustico errori da non fare

E’ molto importante che il legno naturale sia nettamente predominante. Non soltanto per i mobili, ma anche una pavimentazione a base legnosa conferirà quell’aspetto rustico alla cucina. Una cucina in stile rustico con un pavimento non legnoso, né ad effetto legnoso, mal si concilia col resto dell’arredo che si vuole porre in essere.

Un’alternativa potrebbe essere data da pavimenti resinati, dal tipico effetto legnoso.

Ma, tutto sommato, oltre al legno, anche un effetto pietra sarebbe delizioso, a costituire la base su cui arredare una cucina rustica. Un pavimento resinato, in pvc, ad effetto pietra, sarà l’ideale, nel caso.

Leggi anche Cucine rustiche

Anche lastre di resinato ad effetto sabbia potrebbero starci, in quanto richiamano sempre i colori della natura. In generale, comunque, al di fuori di questi casi, puntare su tinte neutre e non tinte appariscenti, che vanno bene per altri stili. Anche tonalità di marrone, altresì variegate, o un bianco sporco, si può abbinare, come pavimento.

Ci si potranno abbinare anche mobili in legno dipinto con varie scale di grigi, o anche in una tinta unita predominante, diversa dal colore naturale del legno, purché tutto l’arredo vi sia intonato. Ciò sarà possibile vista la tendenziale neutralità dell’effetto pietra.

Bene non commettere l’errore di utilizzare materiali al di fuori di quelli previsti per lo stile rustico.

Errori sugli accessori d’arredo

Cucina stile rustico errori da non fare

Una volta delineata la soluzione e i possibili errori per le parti fondamentali, non commettiamo errori sui complementi d’arredo.  Per accessori d’arredo, quali i soprammobili, ottimi i manufatti in pietra, oltre che dello stesso legno. Ma anche i cestini e gli altri accessori in vimini, come piccoli manufatti decorativi, vanno bene.

Stesso discorso per piccole creazioni in ferro battuto, da esporre sui ripiani, sulle mensole, su superfici di mobili lasciate libere. Puntare su materiali richiamanti gli stili moderni e contemporanei, come il vetro, leghe metalliche, plastica solida, per i soprammobili d’abbellimento, snaturerebbe la rusticità della cucina.

Anche set da tè in terracotta, ed altri oggetti in argilla, potranno essere l’idea. Il pentolame in rame è un altro elemento intramontabile per una cucina rustica. Ma evitare, sia i materiali, che i design di altri stili.

Gli accessori in esposizione dovranno essere di uno stile retrò. Esporre pentolame, servizi di piatti, di coppe, bicchieri, ed altri suppellettili, in stile moderno, è una stonatura di non poco conto in una cucina rustica. Al riguardo, l’effetto rustico è sovrapposto, ed è come se sfumasse, con il richiamo ad una modernità che appare fuori luogo.

Bene anche che ci siano, appunto, mensole adeguate dove esporre i completi di utensili da cucina in questione. Una soluzione dove tutto è coperto, tutto è rinchiuso, mal si adatta ad un ambiente rustico, e dà un effetto di povertà d’arredo, anch’esso ne guasta la rusticità, rendendola piatta e impoverendola.

Gli altri effetti stilistici da non far mancare per la cucina rustica

Cucina stile rustico errori da non fare

Travi in legno a vista non dovrebbero mancare in una cucina in stile rustico che si rispetti. Spesso capita di dover fare a meno delle travi da soffitto, in legno e a vista. Ma a ciò si può rimediare: possono essere distribuite delle travi intorno ai bordi superiori dei muri. L’effetto sarà comunque assicurato.

Dunque, anche il fatto di lasciare sguarnita la cucina di travi in legno può essere considerato un errore, se si pensa che, all’apposita dotazione strutturale mancante, si può porvi rimedio con facilità.

Non confondere il decadente con il vissuto

madia-country

Un conto sono infatti infissi, accessori, mobili, con evidenti crepe o altri danni equiparati. Siano essi superficiali, come scheggiature di ampie superfici, o addirittura strutturali. Tutt’altro conto sono invece i mobili e gli accessori vissuti.

Ci sono dunque dei precisi limiti di tolleranza ai quali attenersi. Elementi e complementi d’arredo con semplici segni del tempo, ad esempio, saranno molto ben accetti per creare una cucina rustica. Si possono rimediare pezzi interessanti ai mercatini dell’usato, specialmente dell’antiquariato.

Non dimentichiamoci che il vintage è una componente essenziale di un tale ambiente, così concepito. Anche dei graffi, segni di legname consumato, sui mobili in legno grezzo, saranno accettati, fa parte dello stile.

Certo, per danni più profondi, non commettiamo l’errore di lasciare il mobile in questione così com’è. Si può ricorrere facilmente ad un’operazione di restauro, che gli darà nuova vita e non ne sminuirà la sua essenza vintage.

La scelta degli elettrodomestici

cucina-rustica-taverna-illuminazione

Molto bene optare per elettrodomestici dal design vintage che si trovano sul mercato, anche se dotati della tecnologia attuale. Elettrodomestici dal design standard potrebbero essere tollerati, se compensati con delle altre accorgenze.

Ad esempio, rivestimenti delle pareti della cucina parzialmente in pietra rustica, su uno sfondo di pareti tinteggiate di bianco. Ma anche un piano cottura in porcellana bianca, com’erano di gran lunga usati una volta. Certo, se si possono avere entrambi questi generi di accorgimenti, sarebbe l’ideale per la nostra cucina rustica.

Ad ogni modo, in tema di elettrodomestici, evitare quelli dal design eccessivamente moderno. Se ne può fare tranquillamente a meno, vista la possibilità di scelta che si ha sul mercato.

La luminosità

Cucina stile rustico errori da non fare

Un ultimo appunto riguarda la luce. Una cucina rustica, per essere valorizzata, dovrebbe essere molto illuminata dalla luce del sole, durante le ore diurne. Assicurarsi che sia così, con aperture sufficientemente ampie che possano fare, della vostra cucina, un luogo illuminato ed arieggiato.

Sono condizioni ottimali richieste soprattutto per le cucine in stile rustico. Non commettere dunque l’errore di crearvi solamente un piccolo vano luce.

Cucina in stile rustico: foto e immagini

Prendi in visione degli esempi di quanto esposto, così da evitare il più possibile errori.