Cucina in legno: vantaggi e svantaggi di una scelta pregiata


La bellezza e il fascino di una cucina in legno sono innegabili. Elegante, classica, tradizionale, una cucina in legno dona alla casa un’aurea avvolgente e calda. Quali sono i vantaggi e gli svantaggi dello sceglierne una?

Cucina-in-legno-vantaggi-e-svantaggi-2


Più di ogni altro tipo di cucina, quella in legno rappresenta un modello essenziale che richiama la naturalità dei materiali, la classicità d’un tempo in un condensato di ricordi intimi e legati indissolubilmente alla tradizionalità e alla rusticità.

Se state pensando di indirizzare la vostra scelta verso la tipologia in legno per donare alla casa calore ed intimità, sappiate che, come in ogni cosa, esistono vantaggi e svantaggi.

Prima di mettere mano al portafoglio, dunque, bisognerà tenere presente tutte le caratteristiche di questa tipologia d’arredo e ponderare bene: questa cucina potrebbe essere la vostra migliore amica o la vostra peggiore nemica.

Dunque, quali sono i vantaggi e gli svantaggi di una cucina in legno? Vediamoli insieme.

Cucina-in-legno-vantaggi-e-svantaggi-1


Cucina in legno: vantaggi


Leggi anche: Cucina a legna

Cominciamo, naturalmente, dalle buone lune. Di seguito troverete l’elenco di quattro vantaggi a cui proprio non vorrete rinunciare.

Naturalità

Scegliere una cucina in legno significa acquistare un complemento d’arredo realizzato con un materiale in grado di portavi a contatto con la natura.

Ultimamente, per consolidare un approccio sostenibile, in commercio si sta sperimentando l’utilizzo di legni con basso contenuto di formaldeide ricavati da foreste controllate e soggetti a rigorosi standard aziendali. Unire l’eleganza alla eco-sostenibilià non è mai stato così semplice.

Infinite varietà

Per ogni cucina di legno esistono tante variazioni: stili, colori, finiture che variano a seconda del tipo di legno utilizzato. Dal ciliegio al rovere, dal frassino all’acacia, ogni tipologia di legno porta con sé i vantaggi (e gli svantaggi) della propria essenza.

Cucina-in-legno-vantaggi-e-svantaggi-4

Quercia

Ad esempio, se scegliete dei mobili per la cucina in legno di quercia sappiate che saranno i più resistenti in assoluto in quanto questo è un tipo di legno molto forte in aggiunta al prezzo, decisamente inferiore rispetto ad altri.

Pino

Il legno di pino è un materiale fragilissimo, non rappresenta un investimento che potrebbe appagare le aspettative che si hanno quando si acquista una cucina. L’unico vantaggio? Il prezzo. Infatti, il legno di pino è un legno che costa davvero pochissimo.

Acero

L’acero, come la quercia, è un legno resistente e risulta essere una soluzione ottimale se state cercando una cucina in legno che duri parecchi anni.

Rovere

Il rovere è un legno molto pregiato e le cucina costruite con questo materiale hanno la caratteristica di essere resistenti nel tempo.

Ciliegio

Pregiato e resistente, anche il ciliegio è molto utilizzato per costruire cucine in legno. Grazie alla sua naturale grana è possibile avere diverse sfumature a seconda della luce dell’ambiente.

Cucina-in-legno-vantaggi-e-svantaggi-3

Resistenza e facilità di riparazione

Fatta eccezione per isolati casi, il legno in generale è alquanto resistente. Quindi scegliere una cucina in legno significa innanzitutto garanzia di durevolezza ma anche investire su materiali facilmente riparabili.

In commercio esistono isolanti da utilizzare per proteggere le superficie a seconda del legno scelto e grazie a piccoli accorgimenti e semplici rifiniture è possibile nascondere piccoli difetti come segni e intaccature.

Più facile rinnovare

Forse il vantaggio più interessante di questa tipologia di cucina (soprattutto per i fan del fai da te) è quello di poter continuamente rinnovare lo stile della cucina. In che senso?

Per la sua naturale costituzione, il legno può essere riverniciato e trasformato senza dover necessariamente spendere una fortuna.

Cucina in legno: svantaggi

Ed eccoci arrivati alla parte “scomoda”: gli svantaggi di una cucina in legno. Vediamo, anche in questo caso, 4 dei principali svantaggi che una cucina in legno porta con sé.

Cucina-in-legno-vantaggi-e-svantaggi-1

Manutenzione impegnativa

Rispetto ad altre tipologie di cucine, una cosa è certa, la cucina in legno richiede un impegno nella cura e nella manutenzione maggiore.

I mobili in legno pregiato sono delicati e necessitano di maggiore accortezza: ad esempio, non bisogna esporre il legno alla luce diretta del sole perché ne causerebbe uno scolorimento oppure è necessario accendere la cappa mentre si cucina perché il legno è molto sensibile all’umidità.

Budget elevato

Uno degli svantaggi (che però è tutto ripagato in eleganza e bellezza) riguarda sicuramente il budget da investire. Chiaro è che investire in un materiale più costoso rispetto ad altri significa allo stesso tempo investire in una cucina qualitativamente migliore che resiste al tempo e all’usura.

Umidità: attenzione

Come anticipato in precedenza, il legno è molto sensibile all’umidità che nel tempo può deformare il mobile in legno. Per questo motivo è davvero di fondamentale importanza prestare attenzione sia alla temperatura ambientale che all’umidità della cucina: dovrete sempre cercare il giusto equilibrio.

Pulizia

Altro svantaggio della cucina in legno riguarda la sua pulizia. In effetti, il legno per mantenere la sua naturale bellezza ha bisogno di essere pulito giornalmente e non in modo casuale. Infatti, il metodo più efficace per pulire un mobile in legno è quello di utilizzare un panno bagnato seguendo il verso della venatura e poi asciugarlo velocemente con un panno asciutto.

Evitate cere e prodotti specifici se avete optato per legni opachi, candeggina e solventi per le cucine classiche nuocciono in modo permanente alla cucina in legno.

Cucina-in-legno-vantaggi-e-svantaggi-12

Cucina in legno: si o no

Dopo questa carrellata di vantaggi e svantaggi, qual è il vostro responso? Cucina in legno sì o cucina in legno no? A voi lettori la scelta.

Cucina in legno: immagini

Per rivedere le immagini e scoprirne di nuove, sfogliate la galleria.

Marika Manna

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta