Ristrutturazione bagno


Ristrutturare il bagno: guida utile al rifacimento del bagno, regolamenti edilizi comunali, incentivi, agevolazioni e detrazioni fiscali. Quanto costa rifare il bagno? Esempi progetto di ristrutturazione di un bagno completo. 

progetto-bagno-idee-arredo

La ristrutturazione del bagno è forse, insieme a quella della cucina, l’opera edile più complicata in una abitazione.

Anzitutto perché al bagno solitamente sono dedicati pochi metri quadri, ragion per cui diventa di fondamentale importanza coniugare alla perfezione aspetto estetico e funzionalità.

bathroom-1085991-1920

Secondo, perché apportare delle modifiche al bagno significa considerare diversi aspetti:

  • posizionamento dell’impianto idraulico ed elettrico preesistente;
  • costi elevati per rifacimento rivestimenti e pavimentazioni;
  • regolamenti edilizi comunali ai quali attenersi.

Regolamenti Edilizi Comunali e Ristrutturazione Bagno

bagno

Dalla superficie minima in metri quadri alla presenza o meno di una finestra, dal sistema di aerazione meccanica all’antibagno, diverse sono le normative locali da rispettare, presenti all’interno del Regolamento edilizio e di Igiene del proprio Comune.

Questo significa che prima d’iniziare opere di ristrutturazione è importante visionare l’intero Regolamento Edilizio Comunale.

Impianto idraulico ed elettrico in Bagno

bagno-Per la sicurezza è d’obbligo rispettare le norme previste che disciplinano la progettazione e la realizzazione degli impianti idraulici ed elettrici in bagno.

Tante le regole da seguire, come ad esempio, per quel che riguarda le prese elettriche in prossimità dei lavandini, vanno protette con un interruttore differenziale da incasso. Non è consentita l’installazione di prese elettriche nei pressi di docce e/o vasche da bagno.

Per quanto concerne i sanitari, invece, la regola più importante riguarda lo spazio minimo che serve per avere sulla stessa parete il bidet ed il wc, pari a 120 cm. Qualora tale spazio non fosse disponibile, si è obbligati a sistemare i sanitari in maniera diversa.

Bagno, Casa

In una ristrutturazione completa del proprio bagno il nostro consiglio è lasciare le pareti quanto più libere dagli impianti e dalle componenti tecniche, dedicando loro la pavimentazione o al massimo la fascia inferiore dei muri.

E’ altresì utile scattare delle foto dell’impianto realizzato e stilare una mappa delle tracce, che potrà tornare utile in caso di perdite, guasti o nuove ristrutturazioni future.

Rivestimenti e Pavimentazioni Bagno

bagno-forme-irregolari

In una ristrutturazione completa del bagno il rifacimento del rivestimento e della pavimentazione rappresenta una delle spese più ingenti da sostenere.

Laddove gli impianti idraulici ed elettrici non presentino grossi problemi, è possibile preservarli, in questo caso il nostro consiglio è di non demolire le vecchie piastrelle, ma sovrapporne delle nuove.

Le lastre di gres porcellanato, con spessore di soli 2-3 mm, si prestano bene al rifacimento di pavimenti e pareti sovrapposti.

Non solo piastrelle anche altri prodotti possono essere utilizzati per coprire le vecchie piastrelle, come i rasanti impermeabilizzanti.

Detrazioni Fiscali per Ristrutturazione Bagno

matita-ristrutturazione

Le detrazioni fiscali per il rifacimento del bagno sono applicabili laddove si tratti di abitazioni private (si escludono uffici, negozi, laboratori, ecc) e laddove sussista una manutenzione di tipo straordinaria.

Per manutenzione straordinaria s’intende la “realizzazione ed integrazione di servizi igienico sanitari”, quindi i lavori di manutenzione necessari per rinnovare e sostituire i servizi igienico-sanitari, o anche il totale rifacimento di un bagno.

Attenzione perché la semplice sostituzione dei sanitari e del rivestimento del bagno, senza intervenire sull’impianto idraulico e sulle tubature, è definibile come manutenzione ordinaria, le cui spese non sono detraibili.

Di anno in anno viene confermata dalla Legge la misura di detrazione in percentuale.

Guida: come eseguire una Ristrutturazione di un Bagno

ristrutturare-bagno

Ricapitolando, le fasi da seguire per ristrutturare il bagno sono:

  • lettura dei regolamenti edilizi e progettazione;
  • demolizione delle opere murarie;
  • rifacimento o ripristino impianto idraulico ed elettrico;
  • rifacimento o ripristino rivestimenti e pavimenti;
  • posa sanitari e rubinetteria;
  • tinteggiatura;
  • installazione nuovi mobili;
  • verifica generale;
  • invio della documentazione completa per usufruire delle detrazioni.

Esempi: progetti di ristrutturazione bagno

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta