Come scegliere la cassetta dello scarico wc

Un elemento fondamentale, in ogni bagno da arredare e dotare di funzionalità, è la cassetta dello scarico wc. La sua scelta è molto importante: ecco quali dettagli conoscere.

Come scegliere la cassetta dello scarico wc

Lo scarico del wc con cassetta ha un funzionamento identico per tutte le cassette. In ogni caso, ne troviamo diverse tipologie, in grado d’incidere diversamente sul design del bagno nel suo complesso.

Vediamo quali sono tali tipologie menzionate e cosa comportano. L’utente potrà così riconoscere, nelle descrizioni, quelle che più desidera per la cassetta dello scarico wc da far installare in bagno.

Le tipologie di cassetta dello scarico wc

Come scegliere la cassetta dello scarico wc

Veniamo ora al dunque: quali sono queste tipologie, fra le quali orientarsi a grandi linee?

Abbiamo le cassette da incasso, quelle esterne, e, inoltre, i sanitari monoblocco con cassetta. Le varie tipologie, come già annunciato, influiscono sullo stile del bagno, in termini di design.

Ma, oltre a ciò, esse presentano determinati vantaggi e svantaggi, i quali variano per la tipologia considerata. Cominciamo con una descrizione accurata.

Le casette dello scarico wc da incasso: vantaggi

Come scegliere la cassetta dello scarico wc

E’ quel tipo di cassetta non visibile, appunto perché incassata nel muro dietro al wc, collegata con discrezione all’impianto idrico e al sistema di scarico. La placca con il pulsante o i pulsanti che azionano lo scarico è l’unica parte visibile di tutto l’apparato di cassetta di scarico.

Per avere accesso alla manutenzione, di volta in volta, si smonterà semplicemente la placca, senza necessità di toccare la parte muraria per poi ricomporla, evitando costosi lavori.

Il vantaggio lampante consiste in quanto enunciato in apertura di paragrafo: la non visibilità e la discrezione. Si tratta di un servizio discreto per il bagno, l’impianto non ingombra e dà luogo, sicuramente, ad una soluzione più elegante sul piano estetico. E’ anche un sistema ottimo per risparmiare acqua dello scarico. Se, in base all’ultimo punto, si pensa che la portata è di nove litri, per la cassetta murata, è anche vero che solamente tre litri vengono erogati per lo scarico.

C’è da dire che, se non tutti, almeno una grande maggioranza dei sistemi di questo tipo risulta dotato della funzione di risparmio idrico.

Altro vantaggio, l’adattabilità rispetto a quelle che sono le esigenze d’installazione. Con le varie forme presenti sul mercato, infatti, c’è da dire che non si faticherà a trovare l’adattamento con lo spazio disponibile in cui murare la cassetta wc. Il fatto citato poc’anzi, sulla facile manutenzione da eseguire, si riferisce alla manutenzione ordinaria, questo è vero.

Per la manutenzione straordinaria si dovrà chiaramente smontare il tutto con necessità di aprire il varco nel muro e richiuderlo, con la necessità di nuova opera muraria. Ma, e qui veniamo all’ulteriore vantaggio, ciò è raro che accada, poiché, per quel che riguarda i guasti, il sistema è molto resistente. Se è più difficile intervenire, dall’altro verso, la resistenza rende ciò poco necessario, in pochissimi casi.

Potrebbe interessarti Cassaforte in casa

Le cassette dello scarico wc da incasso: svantaggi

Come scegliere la cassetta dello scarico wc

Per quel che attiene agli svantaggi, rispetto ad altri tipi di cassette, certamente il prezzo. Esso è più elevato vista la funzionalità e il design discreto apportato in bagno. Altro svantaggio, nel momento in cui si decidesse di provvedere con una sostituzione della cassetta wc, da un tipo diverso a questo tipo, è possibile, ma con opere murarie in più. Analogamente al caso visto in precedenza, davvero poco probabile, di una manutenzione straordinaria, in questo caso, si dovrà certamente intervenire in tal senso.

Nell’ordine, dovranno essere rimosse le piastrelle, ricavare il varco nel muro, installare la cassetta, e murare nuovamente. meno agevole e molto meno economico, certo, ma fattibile per chi davvero sia motivato ad effettuare il cambio, magari per cambiare stile al proprio bagno, e che possa inoltre affrontare la spesa.

Riguardo quest’ultima, meglio dotarsi di più preventivi, fra i professionisti e le ditte specializzate, così da ottenere un prezzo che possa soddisfare in relazione alle proprie necessità.

Cassette wc esterne: vantaggi e svantaggi

Come scegliere la cassetta dello scarico wc

Esse sono consigliate se si vuole evitare il lavoro sulla muratura. Possono essere collocate in alto, ad almeno due metri, oppure a mezza altezza, al muro sopra il wc. Nell’ultimo caso si tratta delle cassette wc a zaino. Mentre quelle del primo tipo, quelle alte, seppur ancora esistenti, erano molto usate in passato, più che ora.

Tra i vantaggi la facile accessibilità per interventi straordinari e di sostituzione, il prezzo più ridotto, e la pulizia di cui necessita è piuttosto semplice. Lo svantaggio è l’ingombro fisico e visivo, anche se di ciò ne risente soprattutto il piccolo bagno.

Per il resto, ci sono molti modelli che s’abbinano con il design del bagno.

Sanitari monoblocco con cassetta: vantaggi e svantaggi

Come scegliere la cassetta dello scarico wc

Costituiti da un solo blocco, sono molto facili da installare e pratici. Inoltre, la possibilità di una tipologia angolare che evita l’installazione del tubo di scarico nell’angolo, che può risultare scomodo.

Tra gli svantaggi, il prezzo più alto dei normali sanitari (comprensibile, vista la funzione aggiuntiva incorporata), e il costo della manodopera (giustificabile con lo stesso motivo), rispetto ai sanitari tradizionali.

Come scegliere la cassetta dello scarico wc: foto e immagini

Ancora indeciso/a su quale cassetta wc scegliere? Dai un’occhiata alla nostra galleria!