Bagno shabby chic: cosa non può mancare

Come arredare un bagno shabby chic e cosa non può proprio mancare? Ecco quali sono i mobili e i complementi d’arredo da avere assolutamente per creare la giusta atmosfera.

Bagno shabby chic: cosa non può mancare

Il bagno shabby chic è un capolavoro di dettagli, orpelli e suppellettili. Forse non è il più funzionale, ma di certo arredarlo è molto soddisfacente.

Chiunque ami lo stile shabby chic sa bene che funzionalità non è la parola d’ordine quando si parla di questo tipo di estetica. Lo stile shabby, ispirato alle vecchie case di campagna inglesi e dall’appeal “chic trasandato”, preferisce la sovrabbondanza di oggetti e l’eccesso di particolari. Richiede il riuso di mobili d’epoca – la soluzione ideale per i “puristi” che preferiscono dare nuova vita ai mobili delle nonne o girare per mercatini – o comunque la scelta di un arredamento che rievochi atmosfere vintage e retrò.

Così, in bagno non possono mancare mobili in legno decapato, specchi dall’effetto anticato e lampadari che sembrano provenire da epoche lontane. Scopriamo insieme come arredare il bagno shabby chic al meglio e quali sono gli elementi e i complementi d’arredo che fanno la differenza.

Bagno shabby chic: cosa non può mancare

Come arredare un bagno shabby chic: gli indispensabili

Il bagno shabby chic deve ovviamente essere accogliente e rilassante, ma prima di tutto ricco di dettagli e particolari. D’altronde, lo stile di arredamento shabby chic fa degli orpelli il suo tratto distintivo: non tutto quello che è presente nel bagno shabby chic è utile nel senso più stretto del termine, ma contribuisce sicuramente a creare la giusta atmosfera.

Per arredare un bagno shabby chic nel migliore dei modi si inizia dagli elementi d’arredo fondamentali, come il mobile bagno, la vasca o la doccia, fino ad arrivare a quei complementi e accessori senza i quali risulterebbe difficile rievocare il mood nostalgico e a tratti decadente tipico dell’estetica shabby.

Mobile bagno bianco o pastello

Bagno shabby chic: cosa non può mancare

Il mobile bagno shabby chic per eccellenza è in legno bianco, preferibilmente decapato. Le linee sono semplici ma impreziosite da particolari ricercati, come pomelli dipinti a mano o intagliati e dettagli in stile vagamente retrò, come i piedini.

I mobili bagno shabby chic possono essere anche declinati in colori pastello, dal verde salvia al rosa. Per non discostarsi dall’estetica shabby è importante anche curare molto la rubinetteria, puntando sempre su rubinetti e miscelatori dall’aspetto usurato dal tempo – per uno stile shabby chic vintage – o comunque non particolarmente moderni.

Vasca stand alone

Bagno shabby chic: cosa non può mancare

Nel bagno shabby chic non può assolutamente mancare la vasca, da preferire alla doccia se si desidera riprodurre fedelmente l’aspetto dei vecchi bagni delle case di una volta. La vasca ideale è stand alone, con piedi a zampa di leone e con rubinetteria in ottone.

Se non disponete di abbastanza spazio, optate pure per la doccia. Sceglietene una molto semplice, da abbellire con una tendina dai colori tenui e con stampe retrò, a fiori o a quadretti.

Specchio effetto anticato

Bagno shabby chic: cosa non può mancare

In bagno gli specchi non sono mai abbastanza, specialmente quando il bagno in questione è arredato in stile shabby chic. La tipologia di specchio più quotata per il bagno shabby è di forma rotonda, perfettamente circolare oppure ovale.

Scegliete uno specchio con cornice oro o bronzo effetto anticato oppure, se preferite i complementi d’arredo in legno, di colore bianco e decorata in modo particolare.

Lampadario

Bagno shabby chic: cosa non può mancare

La scelta dell’illuminazione non va lasciata al caso. Nello stile di arredamento shabby chic la scelta migliore è rappresentata da un lampadario chandelier, con elementi pendenti in cristallo e dall’estetica vintage.

Lampadari di questo genere si trovano facilmente in tutti i negozi di arredamento, ma per rendere unico il vostro bagno meglio acquistarli nei mercatini dell’usato o da un rigattiere.

Le tende giuste

Bagno shabby chic: cosa non può mancare

Che si tratti dei tendaggi per balconi e finestre o di tende da doccia (o da vasca), lo stile shabby chic ha delle regole ben precise in materia di tessili. Così come per gli asciugamani, infatti, è preferibile scegliere tende dai colori chiari – a partire dal bianco – e declinate in tessuti naturali e leggeri, dal cotone al lino.

Via libera a ricami, balze e ruches, così come alle stampe floreali, a cuori o a quadretti.

Porta asciugamani a scala

Bagno shabby chic: cosa non può mancare

Passiamo, adesso, ad alcuni complementi d’arredo. Un must per il bagno stile shabby chic è sicuramente il porta asciugamani a scala. Ha la forma di una piccola scala ed è solitamente realizzato in legno o in ferro battuto. Preferitelo in bianco o in colori pastello.

Utilizzatelo per riporre gli asciugamani, ma anche prodotti per la cura della persona, e posizionatelo nei pressi del lavandino o della vasca.

Cestini in vimini e portaoggetti

Bagno shabby chic: cosa non può mancare

In bagno l’organizzazione è fondamentale. Per disporre e sistemare in modo ordinato oggetti personali di vario genere (come spazzolini, prodotti per la cura della barba e via dicendo) disseminate qua e là cestini in vimini oppure portaoggetti pensili, da appendere alle pareti.

Anche in questo caso sono da preferire quelli in legno o in ferro battuto, anche se volendo risparmiare se ne trovano di gradevoli e ben fatti anche in plastica, soprattutto nella grande distribuzione.

Bagno shabby chic: immagini e foto

I nostri consigli su come arredare un bagno in stile shabby chic vi sono piaciuti? Nella galleria di immagini di seguito, tanti altri spunti ispirazionali per il vostro bagno.