Fuorisalone 2021 Design Variations: tutte le installazioni a Palazzo Litta

Fuorisalone 2021 Design Variations: appuntamento dal 4 al 10 settembre 2021 con la rassegna internazionale a cura di MoscaPartners.

Design Variations 2021

MoscaPartners chiama a raccolta alcuni dei protagonisti internazionali del design e dell’architettura per svelare il proprio lavoro interpretando la storica dimora di Palazzo Litta durante la Milano Design Week 2021.

Fuorisalone 2021 Design Variations: il Cortile D’Onore

Si parte dall’esterno di Palazzo Litta, nel Cortile d’Onore con Una spiaggia nel barocco, l’installazione curata dallo Studio Aires Mateus. L’ispirazione del progetto nasce come riflessione dopo la pandemia di covid-19, e punta a sottolineare la ritrovata necessità di festeggiare e di coesione. Il fulcro dell’installazione è una super cabina, di grandi dimensioni, che si inserisce all’interno dell’architettura circostante.


Leggi anche: I 6 fiori più belli da coltivare a settembre

La cabina oversize sarà personalizzabile e attrezzata di tutto punto e si inserisce in un contesto cultura importante, giocando in contrapposizione tra la sobrietà della location e la leggerezza e i colori della Supercabin. Tre aziende hanno partecipato alla sua creazione: Canducci Group, che ha realizzato il prototipo; Soltech che ha realizzato il telaio in acciaio; DiegoFabbri Outdoor Solutions che ha per gli balneari e outdoor ed infine Eterno Ivica, che ha creato una nuova serie di supporti per sostenere la pedana sulla quale sorge
l’installazione.

Il Palazzo storico

E’ ricchissima l’esposizione che si concentra all’interno del Palazzo storico: il Piano Nobile, lo Scalone d’Onore e la Copper Room vedranno i propri spazi riempirsi di tanti progetti interessanti presentati da: designer, aziende, università ed istituzioni.

Casarialto Atelier Design Variations

Si parte dalla Copper Room che vedrà protagonisti i progetti realizzati da due aziende: Casarialto e Tensoforma. Il brand veneto presenta Casarialto Atelier: splendidi pezzi unici realizzati dai migliori artigiani italiani. Le creazioni valorizzano in modo unico le complesse ed antiche lavorazioni, che enfatizzano “il saper fare” italiano. Art director del progetto è stata Catherine Urban. La collezione mette in mostra le eccellenze delle maestranze italiane nella lavorazione della foglia d’oro, del mosaico, del vetro, dell’acciaio e del legno.

Tensoforma presenta invece il progetto In-Tenso che vuole mettere in luce la leggerezza delle sue strutture ed enfatizzare la creatività grazie ai disegni di pannelli per interni, alcuni di questi creati da Gio Latis e Mario Trimarchi. Strutture immaginate per interpretare lo spazio in modo contemporaneo in un’ottica di continuo mutamento e suggerendo una inedita concezione di spazialità all’interno degli edifici.


Potrebbe interessarti: Fuorisalone 2021 Agape: tutte le novità dell’arredo bagno

Dejana Kabiljo

Buildings, Sugarcubes di Dejana Kabiljo, è l’interessante progetto che si trova alla base dello Scalone, un muro fatto di zucchero che invita alla riflessione in merito al mondo immobiliare e nel settore edilizio. Lo zucchero simboleggia il capitalismo inteso come fonte di energia e l’installazione vuole insegnarci e ricordarci che due sono le facce della crescita economica: la prosperità e il pericolo.

Babled Design


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Emmanuel Babled presenta Design Journeys: Matters from Murano and Zanzibar, l’esposizione si trova nel mezzanino, e mostra il lavoro del designer ed enfatizza il savoir-faire degli artigiani: vasi di vetro soffiato e sedie, sono i protagonisti del progetto, creati in collaborazione con Andrea Zilio a Murano e insieme alla Comunità Jisamwe a Zanzibar. Così prendono oggetti di design che diventano narratori di storie reali.

Fuorisalone 2021 Design Variations: il Piano Nobile

Politecnico di Milano Design

Design is Contamination apre le esposizioni del Piano Nobile. Gli studenti, che hanno partecipato al workshop Landscape and Interior Spatial Design 2, hanno creato dei progetti che dovevano riflettere sul tema della contaminazione, andando poi a creare il “loro spazio” narrativo ed architettonico.

Edelgrund Forest, ideato da Paolo Giordano e Ouwen Mori, è il progetto presentato dall’azienda tedesca Edelgrund. Un vero e proprio viaggio nel mondo dei tappeti kilim, tutti provienti dalla regione del Mazandaran in Iran. Un percorso che svela l’abilità tecnica di Edelgrund che realizza tappeti kilim grazie agli artigiani locali ispirandosi a patterns geometrici che combinano strisce e colori.

Fangorosa Cotto Umbro Design

Si prosegue con l’esposizione Sottrazione, curata da Paolo Volpato, che fa dialogare tre marchi italiani sull’abitare lo spazio contemporaneo. Fangorosa indaga l’uso delle superfici: il cotto umbro, il cemento siciliano e il nuovo cotto variegato. Questi tre materiali diventano i protagonisti dell’installazione e mettono in luce l’artigianalità italiana.

La nuova collezione di lampade a sospensione Stile di Foris si ispira all’architettura veneziana. Vere e proprie sculture luminose perfette la zona living.

Rubinacci Napoli presenta i suoi complementi d’arredo: la chaise-longue di Baldessari e Baldessari, il tavolino di Studio 74ram, lo specchio di gumdesing e il mobile contenitore di Daniele della Porta.

Supermama

Si prosegue con l’installazione Social Wares proposta da Supermama: che vuole sottolineare l’importanza di creare oggetti utili per la società come compito fondamentale per i designers. L’installazione è curata da Studio Juju ed espone i lavori di Edwin Low, Biro, Gim Tok, Studio Juju e Niki Koh.

Mircea Anghel presenta la collezione Lose Control, una serie di pezzi d’arredamento realizzati utilizzando materiali in netto contrasto tra loro: sezioni in legno, sagomate a mano e finemente lavorate, volumi metallici esplosi.

Wogg, l’azienda svizzera è protagonista della splendida Sala degli Specchi, dove svela la nuova collezione di complementi d’arredo, disegnati da Christophe Marchand. Il mobiletto bar, l’armadio guardaroba e le credenze si arricchiscono del brevetto WOGG 75, un sistema di serrande salvaspazio che si adatta a numerose esigenze grazie a un profilo in alluminio sottile e flessibile.

Orografie

Due sale del Piano Nobile vedranno protagonista Orografie il nuovo brand siciliano, che fonda la sua visione su un design ibrido. Protagonisti  quindici progetti firmati da altrettanti designer, come Francesco Faccin, Lanzavecchia+Wai, Martinelli Venezia ed Elena Salmistraro.

La Scuola di Design ECNU svela il progetto Il pianeta simbiotico. Protagonisti gli studenti che, sotto la guida del professore e designer Dante Donegani, hanno realizzato oggetti di moda, complementi d’arredo e video-installazioni che esplorano il rapporto tra uomo, natura e cultura.

Lampade di Scopo

La nuova collezione Serena di Codega sono una serie di lampade che non si limitano ad illuminare gli ambienti interni, ma grazie all’innovazione tecnologica e alla scelta dei materiali, sono anche in grado di sanificare lo spazio circostante. Lampade di Scopo sono nate proprio da una riflessione dopo la pandemia di covid-19.

About to Land nasce dalla collaborazione tra Scapin Collezioni con i designer Elena Salmistraro e Matteo Cibic, che ha creato una nuova linea visionaria composta da tavoli, sedute ed elementi d’arredo valorizzata dall’allestimento a cura di Studio Milo.

Korea Craft and Design Foundation

All about attitude è il progetto presentato da Korea Craft and Design Foundation, che indaga la relazione che esiste tra artigiani, strumenti, natura e luogo di lavoro. Nascono così oggetti molto diversi tra loro che raccontano il presente ed il futuro della cultura coreana.

Infine sempre nel Cortile d’Onore, Taste of Milano presenta Taste beach menu, una mescolanza di sapori ispirata all’oceano e all’estate. L’area food & beverage è attrezzata con le panche di B&B e i tavoli e le sedie di Ethimo.

Caterina Di Iorgi
  • Laurea in Filosofia
  • Giornalista pubblicista
  • Specializzazione in Architettura & Design
Suggerisci una modifica