Ristrutturare casa senza spendere un euro con l’Ecobonus 110%


Ristrutturare casa senza spendere un euro con il superbonus 2021: sì, è possibile fare lavori in casa e non spendere nulla utilizzando tutti i vantaggi dati dall’ecobonus 110%. Una detrazione fiscale con aliquota più alta che consentirà di rientrare delle spese nell’arco di cinque anni. Vediamo come fare.


ristrutturare-casa

Hai intenzione di ristrutturare casa ma non vuoi spendere un patrimonio, anzi, più precisamente, non vuoi spendere nulla? Sembra assurdo eppure pare proprio sia possibile. Come? Sfruttando tutte le potenzialità del nuovo Ecobonus 110%, detto anche Superbonus.

Il 110% è l’aliquota di detrazione fiscale applicata a tutta una serie di interventi elencati nel nuovo Decreto Rilancio, pensato dal Governo Italiano proprio per tutti coloro i quali faranno lavori edili nel periodo tra il 1 luglio 2020 e il 31 dicembre 2021.

La detrazione si applica all’intera quota spesa per i lavori, che devono essere di un certo tipo, come vedremo e che dovranno naturalmente essere certificati da tecnici specializzati. Una volta avuto l’ok per ottenere l’ecobonus 110%, le quote ti saranno restituite nei cinque anni successivi a quello in cui sono avvenuti i lavori in rate di importi autentici.


Leggi anche: Superbonus 110%: guida completa, chiarimenti Agenzia Entrate, novità 2022

rinnovare-casa-2020

A che scopo il Governo ha deciso di lanciare il superbonus 110% che si accompagna, tra l’altro, al Sismabonus 110%? Per raggiungere l’obiettivo di riqualificare il patrimonio edilizio italiano ma senza costringere i cittadini a un alto esborso di denaro, come ha tenuto a spiegare il Ministro dello Sviluppo Economico Patuanelli.

Il settore edilizio è un’area dell’economia italiana che, negli anni, ha subito particolarmente la crisi, lo scopo del Governo è quello di dare linfa vitale a questo settore con una serie di misure, come appunto quella dell’Ecobonus. Il risparmio energetico è l’altro fondamentale obiettivo, rispondente a una serie di esigenze non solo italiane ma a livello europeo e in generale mondiale. La necessità di arrivare a fonti energetiche sempre più pulite e a non sprecare energia è diventata ormai fondamentale. Il pianeta soffre, l’unica possibilità che abbiamo è ridurre ogni anno di più le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera.

110%Superbonus


Per quali lavori vale il superbonus 110%?

Attenzione, però, perché la cosa fondamentale che dovete sapere se avete intenzione di richiedere il superbonus 110% è che è possibile sfruttarlo solo in occasione di determinati interventi, tutti elencati nel decreto rilancio di cui abbiamo parlato prima. Per semplificare le cose, eccoti tutti i lavori che potrai fare a casa e per i quali potrai ottenere la super detrazione del 110%.

Dunque, il superbonus 110% riguarda alcuni interventi, che sono elencati nella guida pubblicata dal Ministero dello Sviluppo Economico e che così riportiamo:

  1. Interventi di isolamento termico che riguardino la superficie dell’intero palazzo, se si tratta di un condominio. Lo stesso vale per gli edifici unifamiliari, quindi in possesso di un unico proprietario. La superficie interessata dall’intervento dev’essere superiore al 25% dell’intera superficie disperdente dell’edificio. L’ecobonus può essere sfruttato anche per le unità immobiliari contenute in edifici plurifamiliari, purché siano autonome e abbiano almeno un accesso separato.
  2. Lavori per la sostituzione degli impianti di climatizzazione esistenti e ormai vecchi con nuovi e più funzionali impianti per il riscaldamento e il raffrescamento centralizzati per l’intero condominio oppure appartenenti a edifici privati o, ancora, a unità immobiliari all’interno di condomini ma indipendenti e con accesso autonomo.

rinnovare-casa-2020


Potrebbe interessarti: Guida completa per sfruttare Ecobonus 110%: detrazioni e vantaggi

Interventi di isolamento termico

In cosa consistono gli interventi di isolamento termico di cui si parla? La filosofia green applicata al settore dell’edilizia ha preso sempre più piede negli ultimi anni, è una vera e propria necessità, come abbiamo detto. In questo senso, uno dei modi per ridurre sensibilmente l’impatto che il riscaldamento o il raffrescamento delle abitazioni ha sull’ambiente è quello di optare per dei lavori di isolamento termico del palazzo.

La superficie del condominio o dell’abitazione unifamiliare sono, con questo scopo, rivestite da una sorta di cappotto che serva a isolare l’edificio evitando la dispersione del calore o dell’aria fredda. Per farlo, è necessario coibentare pavimenti, muri e tetti. L’intera superficie del palazzo o dell’abitazione può essere rivestita di pannelli isolanti proprio a questo scopo. Tra i materiali più usati vi sono la lana di roccia, il sughero o il feltro.

rinnovare-casa-2020

Interventi di sostituzione dei vecchi impianti di climatizzazione

L’altro tipo di lavori che potrete fare con l’obiettivo di sfruttare il superbonus 2020 è la sostituzione dei vecchi impianti di climatizzazione, sia per il riscaldamento che per il raffrescamento della casa, con impianti nuovi, più efficienti e che limitino la dispersione, con un impatto minimo sull’ambiente e un notevole risparmio economico.

rinnovare-casa-2020

Quali sono i documenti da presentare per sfruttare Ecobonus 110%?

Non basta fare i lavori che ti abbiamo elencato sopra e neanche farli nel periodo di tempo giusto – 1 luglio 2020/31 dicembre 2021 – una volta fatti i lavori, dovrai dimostrare le tue spese mediante asseverazioni che certifichino i requisiti di accesso alle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica della tua casa.

Come fare per ottenere tali documenti? Sarà un tecnico specializzato a fare un sopralluogo e a verificare che ogni intervento sia a norma di legge, a quel punto rilascerà una certificazione che dovrà essere consegnata presso Commercialisti, Ragionieri, insomma chiunque si occupi di trasmissione telematica dei documenti, o presso un CAF per ottenere il Visto di Conformità necessario a ottenere il bonus.

rinnovare-casa-2020

Ristrutturare casa senza spendere un euro: immagini e foto

Abbiamo visto come fare per ristrutturare casa senza spendere un euro e usufruendo del superbonus 2020 che ti consentirà di avere una detrazione fiscale sulle spese sostenute del 110%.

Angelica Moranelli
  • Laurea in Lettere e diploma triennale post-laurea in archeologia
  • Master in Comunicazione e organizzazione degli Eventi
  • Copywriting, Social Media Marketing, Editing e correzione bozze
  • Blogger specializzata in Lifestyle, Casa, Arredamento
  • Fonte Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta


Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, novità ed occasioni riguardo il mondo del design. Aggiornati dal primo sito in Italia in tema di design.