Aste immobiliari Inps, ecco gli immobili in vendita all’asta nel 2024

Autore:
Verdiana Sasso
  • Giornalista

L’Inps, l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale mette in vendita immobili residenziali e commerciali a Roma. Le aste si svolgeranno dal 5 al 9 febbraio 2024 con modalità telematica attraverso la Rete Aste Notarili del Consiglio Nazionale del Notariato. Ecco come partecipare e l’elenco delle proprietà. 

Guarda il video

Asta immobiliare
Photo by chayanuphol – shutterstock

La caccia alle occasioni immobiliari è iniziata e grazie all’Inps c’è solo l’imbarazzo della scelta. L’ente pubblico, infatti, mette in vendita le sue proprietà tramite le aste in modalità telematica che si svolgeranno dal 5 al 9 febbraio 2024 attraverso la Rete Aste Notarili del Consiglio Nazionale del Notariato. Come si legge nel bando 23017, le Aste sono effettuate per singoli lotti, ognuno costituito da una o più unità comprensive di eventuali pertinenze e accessori.

Inoltre, gli immobili verranno posti in vendita a corpo, nello stato di fatto, di diritto, di manutenzione e di consistenza in cui si trovano, con ogni pertinenza di proprietà, impianti esistenti, servitù attive e passive ove esistenti. Non ci resta che scoprire la mappa degli immobili e come funziona la vendita.

Aste, la mappa degli immobili dell’Inps in vendita a Roma

Asta immobiliare
Photo by focal point – shutterstock

Vediamo alcune info utili per presentare un’offerta per queste aste immobiliari:

  1. I lotti all’asta 
  2. Il bando
  3. L’asta

Ricordiamo che l’asta senza incanto, consiste nella presentazione di offerte segrete, cartacee, digitali o cartacee digitalizzate, innanzi al Notaio Banditore o al Notaio Periferico di importo almeno pari al prezzo base d’asta indicato nell’elenco lotti. È il notaio a provvedere all’aggiudicazione del lotto a favore del soggetto che avrà presentato la valida offerta di valore più elevato, non eguagliata da altra valida offerta.

In caso di offerte valide di pari importo collocate ex-aequo al primo posto in graduatoria, il Notaio Banditore darà luogo all’Incanto utilizzando il sistema informatico del Consiglio Nazionale del Notariato (RAN), provvedendo a legittimare esclusivamente gli Offerenti ex aequo per la partecipazione all’Incanto.

L’incanto si terrà in sessioni della durata di 3 minuti entro cui ciascun offerente potrà prenotarsi e presentare un’offerta palese in aumento rispetto al prezzo base d’incanto e per le successive sessioni in aumento rispetto alla valida Offerta di importo più elevato, con rialzo minimo pari a 2mila euro. Il Notaio Banditore procederà a confermare la validità di ciascuna offerta palese in aumento e ad avviare una nuova sessione. Ricordiamo che le offerte dovranno pervenire entro le ore 17:00 del 2 febbraio 2024, termine indicato nell’elenco lotti.

Aste immobiliari: contratto di compravendita

Come si stipula il contratto di compravendita quando si effettua l’acquisto di un immobile tramite asta? In questi casi potrà essere stipulato anche presso il Notaio (Banditore o Periferico) presso il quale è stata depositata l’offerta contestualmente all’integrale corresponsione del prezzo, detratti gli importi eventualmente imputati a conto prezzo delle cauzioni prestate, entro il termine essenziale, nell’interesse dell’I.N.P.S., di 90 giorni decorrenti dalla data dell’aggiudicazione pena, in caso di inadempimento, il definitivo incameramento di entrambe le cauzioni.

In ogni caso la stipula dell’atto di compravendita è subordinata al rispetto delle procedure e dei vincoli previsti dal D. Lgs. n. 42/2004.

Immobili Inps all’asta: immagini e foto