Come fare un acchiappasogni fai da te


Misteriosi ma allo stesso tempo rassicuranti: gli acchiappasogni hanno tanti significati nascosti e possono essere realizzati in casa.

acchiappasogni-5


L’acchiappasogni è un oggetto che risale alle tribù native del Nord America che, tuttavia, gli attribuivano un significato molto diverso. Difatti, secondo la loro tradizione, l’acchiappasogni serviva a simboleggiare la bravura di un uomo in un ambito specifico, ad esempio un ottimo cacciatore.

Solo in seguito gli è stato attribuito il significato da noi conosciuto oggi, misterioso e magico. In ogni caso, è sempre un oggetto di arredamento molto bello da avere in casa ed ecco come si può costruire senza acquistarlo.


Cosa serve: materiali necessari

Prima di iniziare a costruire l’acchiappasogni, è bene controllare di avere a disposizione tutto l’occorrente indispensabile per realizzarlo. Partendo dallo scheletro di questo strumento magico, bisognerà avere un cerchio di metallo, acquistabile in merceria.


Leggi anche: Come riciclare i bicchieri rotti: 10 idee geniali per non sprecare il vetro

Piccolo consiglio: se avete degli orecchini molto grandi a forma di cerchio, vanno bene anche quelli.acchiappasogni-9

Poi, un nastro in finta pelle – se non riuscite a trovarlo va bene anche un nastrino di raso anche se non avrà lo stesso effetto tribale. Vi servirà anche un filo di cotone o di lino abbastanza spesso. Il numero di fili dipenderà anche dagli intrecci che volete fare sull’acchiappasogni.

Se non siete troppo esperti, comunque, sarebbe meglio limitarsi a pochi fili per non creare un inutile groviglio di fili.

Per le decorazioni, spazio a perle e perline, ma anche piume e qualsiasi elemento possa aitarvi a personalizzarlo nel modo che preferite. Ad esempio, possono essere utilizzate anche delle pietruzze da attaccare con la colla a caldo o comunque una colla che sia abbastanza veloce a solidificarsi.

Il vantaggio di costruire un acchiappasogni fai da te è proprio quello di dargli il carattere che preferiamo, anche a seconda della parete o del letto dove lo poseremo. Tentate, in ogni caso, di mantenere una certa coerenza cromatica, evitando colori troppo accesi o “evidenziatore” che sicuramente non richiamano nulla di troppo naturale.

acchiappasogni-10

Lavorare sul cerchio

Come primo step su cui lavorare, bisognerà realizzare e decorare il cerchio di metallo. Avete due strade da percorrere: potreste fissare bene il nastro di finta pelle su una parte del cerchio e iniziare ad arrotolarlo fin quando non giungete nuovamente all’inizio. In questo caso lo fisserete con un nodo ben stretto.

Per evitare, tuttavia, che il nastro man mano si sciolga o si aggrovigli tutto da una parte, essendo il cerchio di metallo scivoloso, potreste optare per l’utilizzo della colla a caldo, che fisserà perfettamente il nastro.

Una volta realizzata la base arrotolata per tutto il perimetro del cerchio, è il momento di passare ai fili di lana o di cotone che costituiranno il centro del cerchio. Fissando il nodino su una parte del cerchio, si può iniziare a costruire la trama dei fili, portandoli da una parte all’altra per la ragnatela centrale.

acchiappasogni-7

Fate sempre nei piccoli nodi quando intendete cambiare direzione e volete creare la linea dritta per passare da una parte all’altra.

State molto attenti a fare i nodini, così da costruire una base solida. Continuate ad intrecciare fin quando non arriverete al centro del cerchio, dove taglierete il filo in eccesso.

Se volete, potete già iniziare a inserire le perline e i sassolini all’interno dell’anello, ma attenzione a non appesantirlo. Quest’area, infatti, deve essere comunque abbastanza “leggera” per richiamare la leggerezza e la libertà dell’aria.

Attenzione a tenere sempre ben teso il filo con cui lavorate, specialmente quando fate i nodini. Un buon metodo potrebbe essere tenere un gomitolo molto piccolo mentre lo si stende, invece di tenere il filo libero e sciolto.

acchiappasogni-2

Arricchire l’acchiappasogni

Dopo aver lavorato sul centro dell’acchiappasogni, è il momento di lavorare sul resto per renderlo ancora più bello.

Potete decidere di far scendere dei fili di cotone o di qualsiasi altro materiale naturale dalla base del cerchio, in maniera tale da conferire ancora più leggerezza all’acchiappasogni.

Indubbiamente, è un buon momento per appendere anche le piume che andranno ad arricchire questo strumento. Potete farlo attaccandole direttamente alla base oppure facendole calare dai fili che avete attaccato precedentemente.

Potete decidere di decorare un solo intero filo con delle perline e delle gemme, così da differenziarlo dagli altri.

O, infine, potreste appendere ad ogni filo delle piume diverse, dandogli un aspetto ancora più naturale.

Insomma, in questo frangente potete far largo alla vostra creatività: d’altronde, saranno i vostri sogni ad essere “acchiappati”.

acchiappasogni-8

Ultimi ritocchi

Prima di considerare terminato l’acchiappasogni, è utile controllarne la stabilità. Toccando attentamente e delicatamente i fili interni, assicuratevi che i nodini non si sciolgano ma siano ben fissati.

Per appendere l’acchiappasogni, potete utilizzare lo stesso filo di finta pelle che avete utilizzato per creare un cappio da mettere sull’estremità più alta del cerchio. In tal modo potrete appenderlo dove volete, anche al poggiatesta del letto o ad un chiodo sul muro.

L’acchiappasogni, inoltre, si sposa perfettamente con una casa in stile bohemien , quindi potete posizionarlo dove preferite, anche in salotto.

acchiappasogni-6

Come costruire un acchiappasogni: foto e immagini

Per avere qualche altro interessante spunto sul vostro acchiappasogni personalizzato, potete sfogliare la gallery delle immagini.

Elena Morrone

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta