Come decapare un mobile: 7 regole da seguire


Come imparare a decapare un mobile, per recuperarlo o renderlo antico. La guida in 7 passi per restaurare ogni tipo di arredo ed abbellire casa. Materiali ed attrezzature necessarie. Come procedere, le tipologie, la storia dell’arte antica.

decapare-mobile-19

Restaurare un mobile è un’arte che piace sempre più ad un vasto pubblico, un divertimento che permette di ridare vita a mobili antichi ed usurati, che possono essere elementi importanti e funzionali per casa propria.

Scelta ecosostenibile per il fatto di riciclare, è un passatempo davvero piacevole e che permette di entrare in contatto con tante persone che si stanno appassionando negli ultimi anni.


Cosa significa decapare: origini del termine

decapare-mobile-18

Decapare un mobile, questo il verbo corretto da utilizzare, è una tecnica che consiste nell’eliminare lo strato superficiale di vernice, per donare volutamente ai mobili un effetto consumato, una maniera per rendere antichi anche arredi che hanno invece pochi anni di vita.

Il verbo decapare deriva dal francese decapèr, traducibile in togliere la cappa, la copertura. La tecnica ha lontane origini che risale addirittura all’epoca di Luigi XV, la metà del 1700 circa.

decapare-mobile-14

Gli artigiani effettuavano la decapatura per proteggere il legno dall’aggressione dei tarli che ne avrebbero ridotto la vita. Procedevano a lavare il materiale con la soda, in modo da eliminare le vernici e le imperfezioni. In questo modo i pori e le fessure del legno venivano aperti e passando una mano di calce, si effettuava in pratica la disinfestazione.

Oggi decapare è un’arte manuale riscoperta e che, diffusasi grazie alla nascita di numerosi corsi di fai da te, permette a tanti di recuperare mobili antichi, ma anche di rifinire secondo il gusto personali arredi che nell’ambiente domestico paiono vecchi e noiosi.

decapare-mobile

Con il termine di shabby chic, si usa decapare un mobile per renderlo anticato: dunque volontariamente si preferisce attribuire una patina di vecchio ed usato ad arredi che invece sembrano essere troppo moderni. In questo modo, si ricreano mobili mediante l’utilizzo di vernici bianchi e dalla tinte tenui e chiare, quasi sbiadite, per ottenere arredi che paiono risalire alle epoche vittoriane e rinascimentali.

decapare-mobile-12

Usando poi colori diversi, mescolati in maniera fantasiosa, si possono infatti ottenere risultati insperati, divertendosi con il fai da te ed il bricolage, un’arte  decisamente più economica rispetto al rinnovamento dell’arredo.

Importante sottolineare che è possibile decapare un mobile in legno grezzo; non è quindi obbligatorio che si tratti di un arredo antico o con alcuni anni alle spalle.

Si possono infatti trattare anche tavole appena acquistate oppure, presso gli stores delle grandi catene di articoli per il bricolage ed il fai da te, si trovano oggetti che possono essere resi antichi con questa antica tecnica di lavorazione artigianale.

Decapare un mobile: cosa serve

decapare-mobile-5

Per iniziare l’attività, occorre dotarsi dei seguenti attrezzi e materiali:

  • occhiali
  • guanti protettivi
  • pennello piatto
  • spazzola metallica
  • lana d’acciaio, meglio se a grana extra
  • stucco
  • carta vetrata
  • vernice acrilica chiara e scura (per determinati effetti)

Decapare un mobile: come procedere

decapare-mobile-12

Tale attività, prevedendo l’utilizzo di vernici e producendo materiali come polveri sottili derivanti dal fatto che verranno tolte sostanze nocive, è preferibile che venga svolta all’aperto.

Altrimenti abbiate cura di ben ventilare il locale, coprendovi adeguatamente mani e braccia, per non esporle a tali sostanze.

  1. Carteggiare il mobile con la carta vetrata per rimuovere la vernice; importante è farlo in maniera precisa, senza alcuna fretta.
  2. Stuccare le parti danneggiate, lasciando asciugare e rimuovendo il materiale eventualmente in eccesso.
  3. Spazzolare la superficie, procedendo nel senso della nervatura del legno, in modo che si formino piccoli solchi. Tale operazione permetterà alla cera di penetrare più facilmente.
  4. Impregnare la lana d’acciaio con la pasta bianca di cera e spalmarla in entrambe le direzione, curando che penetri nei solchi creati in precedenza.
  5. Lasciare asciugare per circa 30 minuti.
  6. Prendere un altro pezzo di lana d’acciaio ed immergerlo nella cera più scura, rimuovendo, secondo l’effetto che si vorrà ottenere, la cera bianca.
  7. Passare una mano di lucido sull’intero mobile; scegliere in base al tipo di lucentezza o di oscurità che si vorrà ottenere.

Come effettuare la manutenzione del mobile decapato

decapare-mobile-16

L’effetto vintage verrà mantenuto nel tempo se si procederà ad effettuare la dovuta cura, considerando che il mobili è stato già sottoposto allo stress dell tempo e della lavorazione che avrete effettuato per recuperarlo.

Sarà sufficiente, oltre a rimuovere la polvere in eccesso, passare un panno con cera di color chiaro per mobili.

Tipologie di decoupage

bagno-stile-shabby-chic-2

Lo stile shabby ha diverse coniugazioni:

  • shabby chic quando si vuole avere eleganza in casa
  • shabby french per atmosfere della Francia di fine Ottocento
  • shabby total white per arredi interamente bianchi
  • country chic, ovvero rustico ma con eleganza
  • rustic worn, per un effetto rustico vissuto

Quali mobili si possono decapare

3 Doors

Volendo fare un elenco sommario, ci si può divertire a decapare qualunque tipo di mobili in legno. Perfetti per essere rinnovati od invecchiati, a seconda dell’obbiettivo, sono:

  • tavoli e tavolini di qualunque formato e dimensione
  • sedie e sgabelli
  • poltrone
  • divani e divanetti (le gambe)
  • specchiere
  • armadi guardaroba
  • madie
  • cassettiere
  • mensole
  • porte
  • steccati e staccionate
  • strumenti musicali
  • attrezzi sportivi

Decapare un mobile: galleria delle immagini

Nella galleria delle immagini, potrete gustare alcune degli innumerevoli e suggestivi risultati finale che potrete ottenere con l’arte del decapare un mobile di casa.

 

Davide Bernasconi
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger
  • Esperto di Arredo e design

Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta