Come creare una scarpiera di stoffa

Innovativa, salva-spazio e di notevole funzionalità, la scarpiera rappresenta un’alternativa concreta per conservare e riparare al meglio le calzature che indossi con maggiore frequenza. Ancora più funzionale può essere una scarpiera di stoffa, realizzata ex novo e con l’impiego di tecniche e materiali adeguati. 

Come creare una scarpiera di stoffa
Scarpiera

Se in casa hai necessità di avere a disposizione una migliore organizzazione dello spazio, prenderai in considerazione alternative di arredo che siano equilibrate e sicuramente adeguate alle tue esigenze. Utilizzare una scarpiera, come complemento d’arredo unico, versatile, originale, ideale per conservare le calzature nel pieno della sicurezza, può ad esempio essere una tra le tante soluzioni perfette e salva-spazio.

Soluzioni che ti possono essere ancor più di aiuto e ideali qualora realizzate ex-novo, mediante le più moderne tecniche del fai da te e facendo riferimento ad una guida pratica, intuitiva, semplice da portare a termine correttamente.

Puoi realizzare una scarpiera in stoffa utilizzando una fibra tessile di buona qualità, forte e resistente all’usura. In questo modo, avrai la certezza di utilizzare un complemento d’arredo ben fatto, creato da zero e che garantirà di assurgere alle sue funzioni in maniera ottimale. Ciò che ti occorre è senso pratico, dimestichezza e tanta, tanta, tanta, creatività.

Creare una scarpiera di stoffa: i materiali

Come creare una scarpiera di stoffa
Jeans

Il materiale per eccellenza che ti consentirà di realizzare una scarpiera secondo i più moderni canoni del fai da te è, per l’appunto, la stoffa. Questa deve essere di buona qualità, di pregevole fattura. Soltanto in questo modo, avrai la certezza di aver creato, a lavori ultimati, un complemento d’arredo dall’aspetto particolare e sui generis, ugualmente in grado di rivelarsi funzionale ai massimi livelli.

Tra i materiali tessili che potrai prendere in considerazione, si evidenziano:

  • cotone, ideale per realizzare una struttura resistente, ma che guarda maggiormente alla resa estetica del complemento d’arredo;
  • jeans, perfetto come materiale riciclato, che puoi ricavare anche da un vecchio pantalone, da una vecchia giacca, da un giubbino che non indossi più;
  • tela, fibra tessile dal potenziale elevato, in grado di garantire una buona resistenza, a qualsiasi condizione d’uso.

Non dimenticarti, una volta messa a punto correttamente la fase di scelta della fibra tessile da impiegare, di prendere bene le misure. Ricordati di mantenerti al di sotto nella scelta delle dimensioni, in modo tale da poter riporre la scarpiera in stoffa nel posto da te scelto, senza particolari problemi logistici.

Forbici, centimetro e cucitura: fase operativa

Come creare una scarpiera di stoffa
Forbici e spago

Per realizzare una scarpiera di stoffa capace di catturare l’attenzione degli appassionati e che si allinei perfettamente alle tue aspettative, devi:

  1. con una matita eseguire i tratteggi, così da sapere quanta stoffa ritagliare. Il ritaglio, eseguito questo primo passaggio, sarà la struttura della tua scarpiera;
  2. creare i vari scompartimenti. Questa è una scelta a tua indiscrezione, in quanto puoi decidere tu stesso se realizzare una scarpiera ad uno, due, tre o più ripiani, che ti consentiranno di proteggere al meglio le scarpe, una volta dismesse;
  3. tagliare i pezzi di stoffa delle dimensioni che hai scelto e che preferisci.
  4. cucirli alla base, ricordandoti di lasciare aperto il lato superiore (non sovrapporli) e di mantenerti leggermente al di sopra con le misure. Avrai, così, stoffa a sufficienza per eseguire una cucitura perfetta.

Il realizzo funzionale della scarpiera in stoffa tiene conto anche della giusta scelta dei colori, in quanto anche l’occhio vuole la sua parte. Puoi decidere di adoperare una stoffa dello stesso colore, oppure scegliere delle tonalità calde, così da attribuire ai ripiani e alla struttura della scarpiera un preciso tocco di stile. Le moderne tendenze richiamano il giallo, il beige, l’arancio per uno stile più spinto.

Potrebbe interessarti Scarpiere slim: guida alla scelta

Il bianco, il tortora, il grigio, ma anche il blu, il castagno, il grigio per un tocco maggiormente equilibrato. In questo caso, la scelta giusta passa attraverso la salvaguardia di un equilibrato assetto cromatico, capace di ben bilanciare l’utile e il dilettevole. L’accortezza verso il carattere funzionale della scarpiera cammina di pari passo rispetto alla resa estetica dell’oggetto.

Le idee salva-spazio, dove riporre la scarpiera

Come creare una scarpiera di stoffa
Scarpiera

Se hai deciso di realizzare una scarpiera in stoffa, sicuramente avrai bisogno di maggiore spazio in casa. Ed è per questo motivo che un’alternativa del genere viene consigliata dagli arredatori più esperti per godere di una maggiore ottimizzazione dello spazio all’interno del contesto abitativo.

In questo modo, una scelta più adeguata su dove riporre il complemento d’arredo è a tua completa discrezione, anche se, generalmente, esistono dei luoghi e degli spazi domestici maggiormente attenzionati, tra i quali:

  • dietro la porta d’ingresso della tua camera da letto, una soluzione che ti consentirà di usufruire di una sorta di scarpiera “a scomparsa”
  • attaccata alla parete che hai lasciato libera precedentemente, così da non creare affollamento in una camera di piccole dimensioni
  • sospesa, tenuta salda al soffitto con un filo di lenza o con dello spago di buona qualità.

Come creare una scarpiera di stoffa: immagini e foto