Scrivania: 5 errori da non fare nella scelta

Andrea Del Regno
  • Autore - Laurea in Lettere e Linguistica Moderna

L’acquisto di una nuova scrivania, così come quella di qualsiasi articolo per l’arredo di casa e ufficio, richiede la giusta attenzione. Non sempre, alcuni passaggi che si considerano scontati in fase di acquisto devono essere sottovalutati. Qui di seguito, si illustrano le alternative principali da prendere in considerazione e gli errori comuni da evitare, prima di comprare una scrivania moderna. 

Scrivania: 5 errori da non fare nella scelta

Per acquistare una scrivania nuova, che sia moderna e funzionale alle esigenze più disparate, basta recarsi presso il rivenditore di fiducia e optare per la soluzione che sembra quella più intuitiva: nulla di più sbagliato.

La scelta giusta in fase di acquisto passa attraverso una selezione mirata ed oculata, che tiene conto di varie caratteristiche da non sottovalutare in una scrivania al passo con i tempi.

Si considerano, durante l’acquisto, tra tutte le alternative disponibili, quelle in grado di completare al meglio lo stile e il design scelto per arredare al meglio lo spazio studio, sia in casa che in ufficio.

L’importanza di un’accurata selezione

Scrivania: 5 errori da non fare nella scelta

 

Il primo comune errore da evitare quando si acquista una nuova scrivania sta nel non sottovalutare l’importanza di scegliere con calma l’alternativa che faccia al proprio caso. Si esegue sempre un’accurata selezione tra tutte le soluzioni disponibili sul mercato, tenendo presente che le moderne scrivanie per ufficio o per la casa mostrano caratteristiche che le contraddistinguono le une dalle altre.

Esistono prodotti che, ad esempio, si differenziano per il design. Altre, invece, sacrificano questo ultimo aspetto in favore della funzionalità e della potenzialità che il complemento d’arredo garantisce.

Un buon lavoro da parte di chi ha la necessità di acquistare una scrivania moderna è fatto di scelte consapevoli. Il mercato viene incontro a tutti. Quanto a forme, materiali, dimensioni, colore, esistono alternative differenti che allo stesso tempo ben si allineano con le dovute esigenze da soddisfare.

Il lavoro di un arredatore: perché è indispensabile

Scrivania: 5 errori da non fare nella scelta

La maggior parte di chi abbisogna di scegliere, tra le scrivanie disponibili a scaffale, quella che si adatta ad ogni richiesta sottovaluta il lavoro dell’arredatore. Questa figura professionale può essere di grande aiuto, specie se durante l’acquisto del complemento d’arredo si ha l’indispensabilità di fronteggiare una variegata mole di esigenze. Tra i fattori predominanti che condizionano una scelta più dinamica, si sottolineano:

  • spazio a disposizione, un elemento importante quando quello disponibile è poco
  • stile, che deve allinearsi perfettamente al circostante, senza stravolgere né esagerare
  • funzionalità, diversa e particolare, soddisfa richieste sempre più ampie.

L’arredatore tiene conto di tutte queste possibilità, le mette insieme, e sa come dare una risposta ai consumatori più bisognosi di attenzione.

Costi e soluzioni, una scelta non vale l’altra

Scrivania: 5 errori da non fare nella scelta

Il più delle volte, quando si acquista una scrivania nuova di zecca, si tiene conto del prezzo, anche in relazione alla soluzione che il complemento d’arredo garantisce, posizionato all’interno del contesto abitativo. Non sempre, però, questo tipo di pensiero mostra i suoi ragionevoli frutti. Prima di tutto perché il risparmio è sì un ottimo alleato, ma non sempre costituisce l’alternativa migliore.

E poi perché a parità di prezzo, condizioni, materia prima, stile, design e quant’altro, il consumatore ha sempre dalla propria parte la soluzione che maggiormente si allinea alle sue esigenze più particolari.

Si tiene sempre presente che una scelta sul mercato non per forza trova un esatto paragone parallelo e congruente: un acquisto non vale l’altro e si differenzia in base a condizioni che sono diverse le une dalle altre.

Prima di comprare una scrivania che sia moderna e allo stesso tempo adatta ad occupare lo spazio che si desidera riempire, è bene studiare le soluzioni d’arredo, e non considerare esclusivamente il costo del prodotto. Specie se si è impreparati e del settore si conosce ben poco, spiacevoli sorprese sono sempre in agguato.

Il prezzo non è sinonimo di qualità

A causa delle dinamiche fuorvianti di un mercato così dinamico e in espansione come quello attuale, il consumatore subisce degli influssi negativi, anche quando mostra la necessità di acquistare un “banale” complemento d’arredo come la scrivania.

Si tenga presente che il prezzo non sempre garantisce resa e prestazioni. Seppur in linea con le appetibili offerte di mercato che riempiono gli scaffali, una moderna scrivania che si allinei ad esigenze disparate tiene conto della qualità, vera e tangibile, del prodotto in questione.

Il rivenditore di fiducia

Scrivania: 5 errori da non fare nella scelta

Per acquistare una scrivania di qualità, allontanando il rischio di incappare in un altro degli errori più comuni, si sottolinea l’importanza del know-how, in questi casi indispensabile. Tutte le cose si portano a termine con semplicità, qualora si sappia come fare. Si acquista una scrivania facendo affidamento ai canali più disparati, dagli e-commerce ai negozi fisici, tralasciando la credibilità e la serietà del rivenditore.

Si tenga presente che anche un punto vendita laddove siano impiegate persone qualificate può aiutare moltissimo nel compiere una scelta adeguata.

Per l’acquisto di un prodotto tecnico così come quello legato ad una nuova scrivania, la competenza di chi è dall’altra parte è importante. Indispensabile, mai esagerata e di notevole supporto, l’esperienza del rivenditore è fondamentale per evitare di sbagliare.

Scrivania, 5 errori da non fare nella scelta: immagini e foto