Pavimenti antichi: idee per sfruttarli

In molte città italiane ci sono edifici che hanno una lunga storia e la loro architettura custodisce un valore artistico e storico che è bene preservare. Vediamo in particolare come trattare i pavimenti antichi e renderli attuali anche con i più moderni stili di arredamento.

Pavimenti antichi: idee per sfruttarli

Gli edifici antichi hanno una storia e una ricchezza che spesso vale la pena conservare. Anche in caso di ristrutturazione è importante identificare eventuali dettagli architettonici e complementi di arredo che custodiscono un valore artistico e storico. Quei particolari che vale la pena tenere, magari donandogli nuova vita, per un’idea di design sostenibile che ricicla materiale antico rendendolo al passo con i tempi o persino d’avanguardia.

I pavimenti antichi sono di vario materiale e stile, e a seconda della loro usura, da come sono montati e disposti in uno spazio, si possono valorizzare e rinnovare restando lì dove sono. Il recupero può anche essere un modo per risparmiare perché si può donare valore a qualcosa che già c’è, piuttosto che intervenire e montare un pavimento nuovo da zero.

C’è chi sceglie di mantenerli ma coprendoli con tappeti di vario tipo, ma se il pavimento ha una manifattura interessante e un valore artigianale, deve essere lui il protagonista, sfruttandolo nel modo più giusto.

Pavimenti antichi: idee per sfruttarli

Pavimenti antichi: i tipi più diffusi

Tra i pavimenti antichi ci sono quelli di scarsa qualità e quelli più prestigiosi. I primi, per esempio, sono i pavimenti composti da mattonelle, graniglie ridotte male o gres porcellanati di colori non più molto attuali. Tra i secondi, invece, possiamo includere i pavimenti di marmo, cementine, o i vari tipi di parquet e pavimenti decorati. Vi sarà capitato di visitare un museo o un edificio istituzionale con una storia pluriennale e restare colpiti dai pavimenti che sono spesso vere opere d’arte.

In questo caso è decisamente meglio preservarli sicuramente, ma anche quando si tratta di pavimenti antichi più ordinari si può fare qualcosa.

Geometrici, colorati, in mosaico o mattonelle di vario colore, i pavimenti antichi possono avere un carattere importante ma devono essere curati e mantenuti con attenzione e alcuni accorgimenti preziosi.

Pavimenti antichi: idee per sfruttarli

Pavimenti antichi: il recupero

Tra i consigli più comuni per trattare un pavimento antico c’è quello di rivestirli con resina, gres o altro materiale adatto, qualora non si voglia sostituire. Prima di tutto bisogna valutarne lo stato di usura e capire se è necessario un intervento di manutenzione più o meno profondo che necessita di un professionista o basta il fai da te.

Poi si possono ripristinare nell’aspetto e nello stato magari levigandoli, lucidandoli e pulendoli bene, e poi scegliendo l’arredamento più adatto per valorizzarli e rendere l’ambiente armonico, elegante e confortevole.

Ovviamente i pavimenti antichi sono presenti in diverse stanze e questo influenza la scelta di recupero e di arredamento. Se parliamo del pavimento del bagno si agirà in un modo, se invece ci riferiamo al pavimento della camera da letto o del soggiorno, si agirà in un altro.

Potrebbe interessarti Pavimenti moderni

Per alcuni punti in comune ci sono altri differenti, soprattutto per la disposizione dei complementi di arredo, il loro colore e le dimensioni.

Pavimenti antichi: idee per sfruttarli

Come arredare i pavimenti antichi

Un pavimento antico deve dialogare con i vari complementi di arredo di uno spazio. A seconda del tipo di pavimento e del materiale di cui è composto si può preferire un tipo di arredamento preciso. Per esempio per i pavimenti in marmo si va verso uno stile classico contemporaneo e moderno, provando a bilanciare forme e colori. Se il marmo è molto chiaro si può osare con i colori, mentre se è più “carico” e decorato meglio scegliere colori freddi e linee semplici di arredo.

Se il pavimento antico è in cotto, magari in una casa di campagna, si può optare per complementi in legno, mattoncini, pietra o vetro. Per quello stile rustico ma raffinato, accogliente ma con stile. Per divani, letto, sedie e simili meglio andare sul bianco o colori molto tenui perché il cotto comunque ha un colore quasi sempre molto deciso.

Per i pavimenti in cementine che risalgono alla rivoluzione industriale del ‘900, a volte sono decorate con motivi e disegni e una geometria regolare, quindi si adattano bene a uno stile industriale, minimalista e moderno.

Infine per le graniglie, se sono scure, meglio riscaldare l’ambiente con colori chiari e neutri, mentre se il pavimento è in graniglia chiaro si può giocare con i contrasti abbinando legno e altri materiali, ma sempre facendo attenzione a bilanciare il tutto.

Pavimenti antichi: idee per sfruttarli

Pavimenti antichi: idee per sfruttarli | Foto e Immagini

Sfoglia la gallery qui sotto per capire come sfruttare e valorizzare i pavimenti antichi, conservandoli nel modo giusto e adattandoli all’ambiente selezionando il giusto tipo di arredamento. Possono diventare un valore aggiunto della casa e impreziosire lo spazio senza troppo impegno e sacrifici.