Soggiorno scandinavo con angolo studio

Nicola Spisso
  • Autore - Laurea in Ingegneria Edile Architettura

Vuoi rinnovare il tuo soggiorno, ma non sai su quale nuovo stile puntare? Il soggiorno in stile scandinavo è fresco ed originale, potrebbe davvero soddisfare ogni tua esigenza in termini d’arredo. Usata anche la combinazione con un angolo studio, per unire l’utile ai momenti di pausa e di ristoro.

Soggiorno scandinavo con angolo studio

Un design di tendenza, e anche accogliente, con richiami e suggestioni che rimandano ai richiami nordici. Questo, in poche parole, lo stile scandinavo. L’abbinamento soggiorno scandinavo e angolo studio, poi, crea un connubio ideale per rilassarsi, nell’ambiente familiare, ma anche avere tutto a disposizione per lo studio di lavoro domestico.

Analizziamo insieme i dettagli.

Lo stile scandinavo: origini e diffusione

Soggiorno scandinavo con angolo studio

Lo stile scandinavo nasce negli anni ’50, da un movimento di interior designer che, sulla base di principi di democrazia ed uguaglianza, volle creare un arredo diverso, con caratteristiche di economicità, e con mobili di buona qualità. Il fine era quello di rendere accoglienti gli ambienti, ed accessibili economicamente, al tempo stesso, per la popolazione.

La stessa, infatti, si rifugia nelle proprie case per la gran prevalenza della giornata, nel corso dei sei mesi del rigidissimo inverno scandinavo. In Italia, lo stile menzionato giunge a fine anni ’80. Con la comparsa dei primi store del gruppo scandinavo Ikea. Inizialmente, la proposta era concepita come un insieme d’elementi d’arredo a basso costo e di qualità piuttosto dubbia.

Successivamente, negli ultimi 15 anni, in Italia si è avuta poi la percezione di un vero e proprio stile. L’evoluzione del gusto, e la relativa diffusione dello stile, ha fatto sì che oggi si tratti di uno stile d’arredo fra i più gettonati in tutta la Penisola.

Lo stile scandinavo: caratteristiche

Soggiorno scandinavo con angolo studio

Cosa contraddistingue lo stile scandinavo? Il legno naturale, così come il total white, linee semplici ed essenziali che, nel contesto dell’arredo, appaiono come chic. In particolare, per il soggiorno, il legno è un elemento predominante  nella caratterizzazione del medesimo. Il legno può presentarsi al naturale, o essere tinteggiato di bianco, per dare una sensazione di luminosità all’ambiente.

Ma anche perché il bianco è il colore che maggiormente caratterizza lo stile scandinavo. Il legno verrà usato per il pavimento, e anche molto utilizzato per i rivestimenti delle pareti e del soffitto. Con tali presupposti, l’aspetto sarà quello di un ambiente in stile scandinavo, a prescindere se si tratta di legno naturale non verniciato, o verniciato di bianco. Tuttavia, una sana personalizzazione non fa mai male, ed apporta originalità all’ambiente che si desidera creare.

Vernice bianca applicata solamente sulla credenza, o sulle sedie in legno, ad esempio, può essere una trovata brillante per aggiungere tale tocco di personalizzazione e originalità.

Si possono chiaramente creare anche altri tipi di alternanza fra il bianco e il color naturale del legno. Uno di questi è sicuramente l’applicazione del bianco ad una delle pareti. Possibile anche applicare listelli in legno, verniciati di bianco, ad una parete diversamente rivestita. Chiaro che si può ripetere l’operazione per le altre pareti, sia che il legno sia sbiancato sia nel caso contrario.

I materiali dello stile scandinavo

Soggiorno scandinavo con angolo studio

Abbiamo già operato riferimento al legno. Nello specifico, quale legno utilizzare per un soggiorno in tale stile? Legno d’abete, larice, e betulla sono quelli indicati. Nel soggiorno in stile scandinavo, comunque, emergeranno sempre, per il resto, prodotti naturali come la lana o il cotone per le decorazioni e i complementi d’arredo.

Molto di tendenza, anche decorazioni o tappeti in pelliccia ecologica: esse si adatteranno alla perfezione all’ambiente, soprattutto nei mesi più freddi dell’anno.

L’angolo studio per il soggiorno

Soggiorno scandinavo con angolo studio

L’angolo studio potrà essere ricavato in soggiorno, qualora non vi sia molto spazio a disposizione nel resto degli ambienti. E’ importante che il medesimo si intoni con tutto l’arredo del soggiorno, pur essendo chiaro che si tratti di una piccola area a sé, delimitata da una separazione funzionale. La separazione funzionale apparirà chiara in ogni caso, purché avvenga la delimitazione ad angolo di tutte le funzionalità tipiche dello studio.

Volendo comunque ricercare una soluzione di tendenza, molto in voga per lo stile scandinavo, arredare l’angolo da studio su un piccolo soppalco in legno, un piccolo piano rialzato a cui accedere alla conformazione ad angolo dello studio, mediante 1/2 scalini.

La separazione funzionale corrisponderà, in tal caso, con una delimitazione anche a livello d’arredo, e si valorizzerà ancora di più lo stile scandinavo, in una location separata della stanza.

La luce nel soggiorno scandinavo con angolo studio

Soggiorno scandinavo con angolo studio

La luce è una materia fondamentale per ogni living che si rispetti, ma in tal caso assume una rilevanza in più, vista la presenza dell’angolo studio. E’ importante infatti che l’angolo in questione, che sia dotato o sprovvisto di soppalco, venga raggiunto adeguatamente dalla luce.

Lo stesso verrà dunque organizzato in prossimità di luci e aperture. La luce, inoltre, valorizzerà tutti gli elementi di design propri dello stile scandinavo, con una più elevata percezione dello spazio, e una maggior connotazione di freschezza e luminosità, anch’esse proprie dello stile. Tende veneziane o tende a pacchetto saranno l’ideale, al contrario di tende pesanti e ingombranti, che andrebbero contro la praticità e la leggerezza dello stile.

Soggiorno scandinavo con angolo studio:  foto e immagini

Passa in rassegna la nostra galleria per idee ancora più precise!