Serbatoi per acqua piovana: guida all’acquisto

I serbatoi per acqua piovana sono elementi molto utili, per ottimizzare le risorse a disposizione nell’ambito idrico. Vediamo come scegliere al meglio, orientandoci verso un modello il più possibile conforme alle nostre necessità.

Serbatoi per acqua piovana: guida all’acquisto

Il consumo d’acqua per le utenze continua ad aumentare, e il prezzo dell’acqua potabile della rete è sempre più alto, proprio perché le riserve idriche diventano progressivamente più scarse.

Per contrastare il fenomeno, anche su scala globale, la soluzione è quella attinente al recuperare e al riutilizzo della pioggia. L’opzione, in tal caso, consiste nello scegliere un serbatoio per la raccolta dell’acqua piovana!

Il serbatoio d’acqua piovana e la sua utilità

Serbatoi per acqua piovana: guida all’acquisto

L’acqua è il bene fondamentale per la vita sul nostro pianeta, per la cura della persona, e per l’igiene degli ambienti frequentati, oltre che della propria abitazione. Poniamo il caso di spazi esterni verdi, da coltivare, quindi di orti, frutteti, giardini con composizioni floreali. I proprietari saranno consapevoli del fatto che l’irrigazione, specie nel corso dei mesi più caldi, necessita quantità d’acqua elevate.

I costi, sul piano economico, saranno più alti e incideranno sulla gestione dello spazio verde. Si segnala inoltre, un maggiore impatto sull’ambiente vista la preziosità dell’elemento acqua, come accennato in apertura. Sarà sufficiente collegare le grondaie a un serbatoio che raccolga l’acqua piovana. Il detto serbatoio può essere esterno o interrato.

Se si tratta del tipo interrato, è quello dal funzionamento più semplice: l’acqua piovana cade sul tetto e viene raccolta da grondaie e tubi pluviali. Nella fase immediatamente successiva, viene filtrata, così da scartare foglie e detriti, e alfine convogliata nel serbatoio.

E’ internamente al serbatoio che una pompa elettrica mantiene costante la pressione, così che l’impianto si attivi in ogni momento in cui l’acqua necessita e viene prelevata.

I vantaggi dell’uso di un serbatoio sull’ambiente

Serbatoi per acqua piovana: guida all’acquisto

L’acqua della rete potabile della quale usufruiamo è, generalmente, di ottima qualità. Essa è trattata con operazioni appropriate, così da renderla perfetta per l’uso designato, nell’obiettivo che possa essere tranquillamente bevuta.

L’acqua piovana, per contro, non può essere bevuta, ma essere impiegata in una rete secondaria per essere utilizzata diversamente, per tutti gli altri utilizzi, per i quali l’acqua stessa si rivela fonte preziosa.

La medesima acqua piovana, inoltre, sarà l’ideale per innaffiare, così come la natura ha comandato. Inoltre, la medesima è di beneficio per l’ambiente, non dovendo ricorrere alle falde freatiche, con conseguente beneficio per tutto il pianeta, specie se ciò è attuato con sistematicità.

Non c’è inoltre solamente il vantaggio economico, ma l’acqua piovana è salutare perché priva di calcare. Usare acqua piovana per la lavatrice risulta ottimale per la pulizia dei capi.

Quale serbatoio per la raccolta d’acqua piovana?

Serbatoi per acqua piovana: guida all’acquisto

A seconda dell’ambiente dove la si vogli riutilizzare, la quantità d’acqua recuperabile, oltre allo spazio disponibile, si possono scegliere serbatoi esterni o serbatoi da interrare. Con la presenza di un giardino piuttosto ampio, sarà meglio scegliere un modello interrato: l’acqua verrà riparata rispetto al calore, così come da eventuali contaminazioni batteriologiche.

Da tenere conto poi, di altri fattori, come la quantità d’acqua necessaria per l’utilizzo quotidiano, anche sulla base del numero di persone. Per il giardino, poi, si dovrà tenere conto delle sue dimensioni. E’ così che sarà possibile scegliere il volume del serbatoio.

Se, ad esempio, ci sono due o tre persone, e un piccolo giardino (fino a 200 ?), avremo bisogno tra 1600 e 3700 litri. Poniamo che le persone saranno quattro o cinque,  con un giardino medio, come dimensioni, fino a circa 600 ?. La necessità, ovvero il fabbisogno giornaliero, al quale corrisponderà altresì il volume, da 4500 a 6500 litri. Con grandi dimensioni del giardino, e sempre quattro o cinque persone, con una superficie del giardino fino a 1000 ?, opteremo per un volume fra 6500 e 9000 litri.

Le tipologie di un serbatoio per l’acqua piovana

Serbatoi per acqua piovana: guida all’acquisto

Possiamo avere un serbatoio esterno o un serbatoio interrato. Un serbatoio esterno è in grado di recuperare tra l’80 e il 90% dell’acqua che cade dal tetto durante un temporale.

L’installazione è semplice e veloce, così come anche la rimozione dello stesso a fini di pulizia. Il posizionamento all’ombra è la soluzione migliore. Nel caso di un serbatoio interrato, l’acqua defluisce dal tetto e attraversa un filtro automatico, da installare sotto terra, sul versante frontale della cisterna a base grondaia.

Il filtraggio dell’acqua è coadiuvato da una grata removibile o un cestello. Il filtro comprende anche un coperchio bombato che ne facilita le operazioni di pulizia. Con il serbatoio pieno, l’acqua viene deviata verso la rete di drenaggio, dove si verifica altresì lo svuotamento dell’acqua in eccesso. Risulta poi fondamentale disporre di uno spazio da dedicare al controllo del serbatoio.

Consigli sull’uso dei serbatoi

Serbatoi per acqua piovana: guida all’acquisto

Il recupero idrico dovrà svolgersi a valle di tetti inaccessibili,  e che siano privi di amianto, cemento, o piombo, che, in quanto tali, potrebbero contaminare l’acqua allo scorrimento. Se l’acqua piovana viene scaricata nella rete fognaria comune, necessaria altresì una segnalazione in municipio, comprendente l’indicazione sul volume d’acqua.

Si tenga conto che la manutenzione annuale del serbatoio è obbligatoria, quindi si può procedere con la stipula di un contratto per la manutenzione annuale, con una ditte di settore. In tale ambito, servirà anche la segnalazione di “acqua non potabile”, riportata su un cartello da sistemare affianco ai servizi igienici e ad ogni punto di scarico dell’acqua piovana.

Serbatoi per acqua piovana: foto e immagini

Ancora indeciso/a sul serbatoio da prendere? Fatti un’idea ulteriore grazie alla nostra gallery!