Ridipingere i mobili della cucina: suggerimenti utili

Si possono ridipingere i mobili della cucina senza l’aiuto di un professionista? Certo, ecco quali sono tutti procedimenti ed i suggerimenti per farlo al meglio! Bisogna seguire tutti questi passaggi in maniera scrupolosa se si vuole avere un risultato ottimale. 

ridipingere-i-mobili-della-cucina-procedimenti-e-suggerimenti-11

A volte si sente l’esigenza di ridipingere i mobili della cucina. Un colore nuovo, infatti, può darle decisamente un altro aspetto. Proprio per questo è necessario sceglierlo con molta cura.

In tanti pensano che dare una mano di pittura sia facile e quindi si cimentano da soli in questo lavoro. Purtroppo, però, i risultati spesso non sono esattamente quelli sperati.

Il motivo può essere dovuto ad un lavoro fatto male, tralasciando alcuni passaggi fondamentali. Per ridipingere i mobili della cucina, infatti, ci sono vari da step da seguire. Vediamo quindi quali sono tutti i procedimenti ed i suggerimenti da adottare.


Leggi anche: Comprare casa in agenzia: cosa sapere

ridipingere-i-mobili-della-cucina-procedimenti-e-suggerimenti-19

Scegliere il colore giusto

Si decidono di ridipingere i mobili della cucina per vari motivi. Il primo è perché risultano consumati e quindi si vuole farli tornare come nuovi. Il secondo è perché si vuole dare un nuovo aspetto alla cucina. In questo caso è molto importante la scelta del colore.

Infatti, bisogna considerare che ogni tonalità ha un effetto anche sull’umore. Ad esempio, se vogliamo che la nostra cucina ci dia un senso di allegria, meglio usare colori vivaci come il verde o il giallo. Se, invece, vogliamo che sia rilassante, si può optare per il blu.

Il colore dei mobili va scelto anche in base a come sono state dipinte le pareti. Se queste sono neutre, si può optare per qualsiasi sfumatura. In caso contrario bisogna fare attenzione a scegliere una tonalità che si abbini.

ridipingere-i-mobili-della-cucina-procedimenti-e-suggerimenti-2

Svuotare i mobili

Non sempre questo viene fatto, ma quando si dipingono i mobili della cucina sarebbe meglio svuotarli. Infatti, della pittura potrebbe colare all’interno e macchiare qualcosa.

Inoltre, si deve dipingere anche la parte interna delle ante e potrebbe risultare complicato se ci sono oggetti di intralcio che impediscono i movimenti.

Infine, bisogna sempre ricordarsi di smontare eventuali pomelli e maniglie per evitare che si macchino con la pittura. Questi andranno rimontati solamente alla fine del lavoro, quando la pittura sarà completamente secca.


Potrebbe interessarti: Mobili Bagno IKEA: idee e soluzioni low cost

ridipingere-i-mobili-della-cucina-procedimenti-e-suggerimenti-4

Proteggere zone che non devono essere dipinte

Mentre si ridipingono i mobili potrebbe capitare di macchiare qualcosa. Infatti, è molto probabile che qualche goccia di pittura colerà da qualche parte.

Proprio per questo, un passaggio fondamentale è quello di coprire tutte le parti che non devono essere dipinte. Ad esempio le piastrelle della cucina vanno coperte con del nastro. Non bisogna dimenticare nemmeno di mettere una serie d teli sul pavimento per proteggerlo.

Infine, è molto importante anche proteggere se stessi. Per prima cosa, bisognerebbe indossare un camice per non sporcarsi i vestiti, poi è sempre bene avere guanti e mascherina quando si fanno questi lavori.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

ridipingere-i-mobili-della-cucina-procedimenti-e-suggerimenti-7

Preparare i mobili

Bisogna sottolineare che non si può semplicemente iniziare a passare lo strato di pittura sui mobili. C’è prima bisogno di prepararli al meglio.

Per prima cosa bisogna passare una spugna abrasiva per togliere lo strato lucido e protettivo e far sì che la pittura aderisca bene. In alternativa potete anche usare della carta vetrata, ma non c’è bisogno di grattare troppo forte.

A questo punto, per rimuovere i residui di polvere servitevi semplicemente di un panno in microfibra. Se, invece, avete bisogno di sgrassare, usate una soluzione di acqua e bicarbonato.

Infine, verificate che non ci siano ammaccature o parti scheggiate. Eventualmente, però, potete coprirle con della pasta di legno o con una passata di stucco.

ridipingere-i-mobili-della-cucina-procedimenti-e-suggerimenti-14

Verniciare

La parte della verniciatura richiede particolare attenzione. Per prima cosa bisogna leggere attentamente le indicazioni. Alcuni tipi di pittura, infatti, hanno bisogno prima di un primer. In questo caso, fate una prima passata con quello.

Una volta che si è asciugato, potete iniziare a passare la prima mano di pittura. Il segreto per avere un buon risultato è quello di procedere con calma, usando poca pittura alla volta. Ad esempio, è consigliato non immergere tutto il pennello nel barattolo, ma solo la punta.

Un’altra cosa fondamentale è quella di fare delle pennellate decise, ma sempre nella stessa direzione. Sulle superfici più grandi e lisce potete anche servirvi di un rullo. Inoltre, ricordate che si dipinge prima gli interni dei mobili e poi la parte esterna.

Dopo aver passato la prima mano di pittura, è fondamentale farla asciugare per bene. Aprite balconi e finestre e fate circolare l’aria. Solo una volta che la pittura si sarà asciugata completamente potete passare il secondo strato.

Come passaggio finale, se ce n’è bisogno, non vi resta che passare un prodotto lucidante che renda la pittura più brillante e la faccia durare ancora più a lungo.

ridipingere-i-mobili-della-cucina-procedimenti-e-suggerimenti-9

Procedimenti e suggerimenti per ridipingere i mobili della cucina: immagini e foto

Nelle immagini della galleria sottostante potrete osservare tutto ciò che vi serve per ridipingere i mobili della cucina. Non esitate a dare uno sguardo per avere maggiori informazioni!

Federica De Blasio
  • Titolo di studio: Laurea magistrale in lingue e letterature moderne
  • Autore specializzato in Arredamento
Suggerisci una modifica