Purificatore d’aria: scelte adeguate e consigli per utilizzo

I purificatori d’aria, dispositivi sempre più diffusi che vanno acquistati  solo dopo aver verificato le esigenze personali e le caratteristiche degli ambienti dove inserirli. Scelte salutari per elementi che entrano nell’arredo di casa con un piacevole design.

purificatori_aria-3

Parliamo di purificatori d’aria, apparecchi da tenere in casa per filtrare l’aria e trattenere le impurità presenti in un ambiente chiuso. L’inquinamento ambientale esterno si trasferisce in casa ogni qualvolta apriamo le finestre, soprattutto se viviamo in grandi città o in zone geografiche dove non vi è una sufficiente azione positiva del vento. Il crescente interesse per l’argomento ha portato a scoprire che a volte le sostanze volatili che si generano all’interno della casa sono anche maggiori di quelle esterne e maggiormente nocive.

Certamente se vi state interessando a un purificatore d’aria è perché voi o un vostro familiare necessita di attenzioni particolari.
Vedremo nel nostro approfondimento che i purificatori in commercio sono tantissimi e la qualità oscilla da prodotti ottimi a quelli meno buoni, ma la vostra scelta sarà fortemente condizionata dalla serietà della situazione che state andando ad affrontare.


Leggi anche: Piano Casa: le proroghe del 2021

Un prodotto inefficace per uno risulterà una buona scelta per un altro, ragion per cui ci occuperemo dei purificatori sezionando e approfondendo le loro qualità, predisponendo un elenco delle caratteristiche da ricercare per scegliere il prodotto adatto alle proprie esigenze.

purificatori_aria-6

Ripulire l’aria in casa

La popolazione italiana e non solo sta mostrando sempre più frequentemente patologie più o meno gravi dovute all’assorbimento da parte del corpo di sostanze dannose. Senza estendere le nostre considerazioni allo stato generale del pianeta ci occupiamo del cosiddetto inquinamento indoor, un fattore che sta tristemente guadagnando sempre più attenzione.

Mentre le pareti domestiche offrono un certo riparo dalla pericolosità delle sostanze inquinanti e pericolose esterne, gli stessi ambienti rilasciano o trattengono una vasta quantità di sostanze nocive.

La scarsità di ventilazione e di luce solare diretta amplificano notevolmente il grado di inquinamento indoor che, se esistente a livelli dannosi per la salute, non viene ridotto per la loro carenza.

purificatori_aria-10

Cosa elimina il purificatore d’aria

Arieggiare gli ambienti e lasciar agire i raggi del sole abbassa il tetto di pericolosità di alcune sostanze, mentre per altre l’azione deve essere meccanica, una rimozione per evitare che vengano inalate.


Potrebbe interessarti: Comprare casa in agenzia: cosa sapere

Davanti alla descrizione delle qualità del prodotto ci potremmo trovare impreparati su cosa cercare, per questo vi elenchiamo quali particelle dannose gravitano negli ambienti domestici.

Allo scopo di analizzare i modelli di purificatori con una maggiore competenza è utile sapere che nell’aria sono sospesi virus influenzali, polveri che trasportano i fastidiosissimi acari, pollini e muffe, lo squame della pelle degli animali domestici, la formaldeide rilasciata dalle superfici lignee trattate con questo composto, tossine che si trasportano sugli abiti provenienti dall’esterno e per finire i vapori organici delle vernici.

purificatori_aria-11

Purificatore d’aria: capacità di filtraggio

Vediamo come agisce un purificatore d’aria per ambienti. La sua finalità, ogni volta che viene acceso, è di filtrare l’aria della stanza  che si intende sanificare o almeno una porzione di essa, trattenendo le impurità tra quelle che abbiamo appena descritto.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

I prodotti che troviamo in commercio sono stati progettati affinché abbiano capacità di filtraggio diverse, risultando più o meno capaci di agire su una parte o per tutte le sostanze tossiche presenti nella stanza. Parliamo di stanza non a caso perché un elemento copre una certa quantità di spazio. Tra i modelli per uso domestico non si va mai oltre un ambiente, poiché anche i più potenti lavorano bene su 30-50 mq complessivi.

Alcuni dispositivi da tavolo hanno un ridotto raggio d’azione, ma dalla loro hanno il vantaggio di essere facilmente trasportabili, per cui se si posizionano sul piano vicino a dove si sta seduti, possono dare comunque dei benefici. Nell’acquisto il consiglio è di orientarsi verso modelli di facile trasporto, considerando che la necessità di pulizia dell’aria è possibile farla con lo stesso elemento nelle stanze dove ci interessa che avvenga.

purificatori_aria-7

Come funziona

Il purificatore d’aria è una macchina alimentata dall’energia elettrica che monta al suo interno una ventola, il cui scopo è di attirare l’aria circostante e restituirla dopo essere stata trattata. Il circuito di passaggio dell’aria al suo interno è strutturato in maniera tale che attraversi dei filtri che trattengono le impurità, così che all’ambiente venga restituita aria purificata.

Il filtro antipolvere è la prima griglia plastica che l’aria attraversa, trattenendo la polvere e gli acari in essa contenuti. Ad esso segue un filtro ai carboni attivi, su cui restano attaccate le particelle aeree organiche, il fumo, le esalazioni della vernice e dei detergenti, le molecole degli odori ed i gas nocivi.

L’ultimo passaggio dell’aria avviene attraverso un filtro HEPA, una griglia in fibra di vetro, che trattiene tutte le particelle piccolissime, da 0,1 micron in poi, nei modelli più performanti.

purificatori_aria-1

Purificatori d’aria multifunzione

Alcuni modelli montano una luce ultravioletta per purificare l’aria da batteri, virus e muffe come farebbe un raggio di sole intenso ed un’ulteriore funzione ionizzatore, per caricare elettricamente le particelle di carica negativa.

I sensori della qualità dell’aria sono in grado di rilevare prima e durante il funzionamento quali livelli di particelle di varia natura sono presenti nell’aria.

Velocità da selezionare, funzione eco per ridurre la potenza anche nelle ore notturne, comando a distanza, alcuni funzionano a batteria, altri sono opzionati di vano per l’aromaterapia.

purificatori_aria-2

Purificatori d’aria per ogni esigenza

La portata varia da modello a modello. Nella scheda di presentazione dei modelli di buona qualità viene indicata la portata del purificatore, perché sia possibile verificare la corrispondenza o meno relativamente alle esigenze specifiche.

Per agire su stanze ed ambienti grandi il purificatore che dovremmo acquistare lo sarà altrettanto per portata, mentre per coprire raggi d’azione piccoli è un buon compromesso optare per modelli da scrivania, leggeri, piccoli e facilmente trasportabili. Per i modelli di grandi dimensioni, che diventano un vero e proprio complemento d’arredo, anche il design va valutato con attenzione, perché il purificatore si inserisca senza stonare nello stile della casa.

purificatori_aria-4

Importante lettura tra le righe dei dettagli in scheda è la misura dell’efficienza del purificatore in azione nel ripulire l’aria da inquinanti ed allergeni. Questo valore specifico viene indicato per ogni tipologia di sostanza e sarà una nota di riferimento per effettuare un acquisto mirato nella direzione del lavoro specifico che volete faccia il dispositivo.

In ultimo, ma non per ultimo, è il livello di rumorosità del purificatore. Anche questo valore va verificato sulla confezione. Rapportatelo al riferimento che 30 db sono un leggero rumore che non genera fastidio ed impedimento al riposo e alle attività in genere.

purificatori_aria-9

Quanto costano

Si trovano dispositivi di ogni prezzo, dalle 50 euro in poi. La portata incide sul prezzo, come anche la capacità di purificazione. Maggiori sono i filtri e migliore è la tecnologia maggiore è il prezzo. La dimensione non è proporzionale al prezzo, poiché alcuni modelli da presa, piccolissimi, che sembrano super efficienti arrivano a costare anche 1.000 euro.

Con l’avanzata tecnologia del Wind-Free, un sistema che diffonde il flusso d’aria attraverso una miriade  di fori, portata di azione fino a 47 mq, con sensore laser in grado di verificare continuativamente la qualità dell’aria, silenzioso, il prezzo si attesta sui 600 euro.

Il costo dei filtri va messo in preventivo quale spesa da sostenere più volte nell’anno, considerando che a pieno regime di utilizzo in media si sostituiscono ogni 3 mesi.

purificatori_aria-8

Purificatore d’aria: immagini e foto

Scegliere un purificatore può essere semplice avendo ben chiara la necessità per la quale lo acquistiamo. Il luogo o i posti dove lo andrete a sistemare sono altrettanto importanti, perché l’efficacia è rapportata all’ampiezza dell’ambiente ed al raggio d’azione che deve coprire. In quanto elementi a volte ingombranti e grossi anche il design ha il suo peso nella scelta giusta.

 

 

Fiorella Petrocelli
  • Laurea in Sociologia
  • Master in comunicazione e relazioni pubbliche
  • Master in europrogettazione
  • Abilitazione: Consulente finanziario ed Immobiliare
  • Autore specializzato in Design, Lifestyle, Arredamento
Suggerisci una modifica