Piano di lavoro in gres porcellanato: un’ottima soluzione in cucina

Piano di lavoro della cucina in gres porcellanato: la scelta dei materiali utilizzati come rivestimento della tua cucina, isole e penisole annesse, sono un passo fondamentale da compiere. La conoscenza di essi viene prima di tutto: in questo articolo scopriremo insieme il gres porcellanato. 

piano-lavoro-cucina-gres-porcellanato-1

Se in passato gli spazi abitativi della cucina erano ben delimitati e racchiusi in una stanza a sé, la concezione moderna degli stessi spazi è profondamente cambiata. Abbattute le pareti, in casa c’è maggiore fluidità e dinamismo, gli ambienti dialogano tra loro e la cucina diventa parte integrante di esso.

Questo, di conseguenza, comporta un’attenzione maggiore verso la scelta di arredo e dei materiali che andranno a comporlo. Marmo, pietra, quarzo o gres porcellanato: quale scegliere? Quali i requisiti principali per avere un buon piano di lavoro in cucina? Sicuramente una buona resistenza, resa nel tempo, una bassa porosità dei materiali, varietà estetiche disponibili, facilità di pulizia e costi competitivi.


Leggi anche: Come pulire il gres porcellanato

Il gres porcellanato ha tutto questo e viene scelto sempre di più per la zona cucina, conquistando di anno in anno un maggior numero di consumatori. Conosciamolo meglio.

piano-lavoro-cucina-gres-porcellanato-2

Le principali caratteristiche

Il gres porcellanato, tanto per cominciare, è costituito da argille, sabbia e altri materiali naturali finemente polverizzati cui vengono aggiunti pigmenti a base di ossidi metallici. Viene poi pressato e cotto a temperature molto elevate (oltre i 1250° C) per garantire delle caratteristiche uniche, vediamole insieme.

  • Resistenza: al calore (puoi poggiarvi su pentole bollenti), agli urti, ai graffi, alle macchie e soprattutto ad eventuali corrosioni da parte di acidi.
  • inalterabilità: sia nei colori chiari che in quelli scuri mantiene inalterato il proprio aspetto nel tempo senza schiarire.
  • bassa porosità: elemento chiave per la scelta del tuo piano di lavoro. Il gres porcellanato presenta un coefficiente inferiore allo o,5% è dunque molto poco assorbente.
  • varietà estetica: disponibile in vari colori, finiture, consistenze e fantasie. Non hai che l’imbarazzo della scelta.

piano-lavoro-cucina-gres-porcellanato

I vantaggi

Pochi sono i top per la cucina resistenti e duraturi nel tempo come il gres porcellanato ma, oltre alle caratteristiche tecniche che lo contraddistinguono, diversi altri sono i motivi per preferirlo.

In primis la resa estetica che consente di installare superfici di grande impatto simili al marmo, alla pietra e perfino al legno imitandone le venature. Questo consente al gres di adattarsi perfettamente a qualsiasi stile: classico, rustico o anche moderno.

Si tratta inoltre di un materiale ecologico realizzato a partire da pigmenti naturali (come abbiamo detto), lavorato con tecnologia sostenibile dunque amica dell’ambiente e in più facilmente riciclabile e riutilizzabile. In caso di incendio non rilascia fumi tossici.


Potrebbe interessarti: Pulire il gres porcellanato: gli errori da non fare mai

Infine, altamente igienico: non rilascia sostanze chimiche negli alimenti e contrasta la formazione di funghi e batteri. Veniamo alla sua posa.

piano-lavoro-cucina-gres-porcellanato-5

La posa del gres porcellanato

Il piano di lavoro in gres porcellanato è costituito da alcune lamine ceramiche le quali vengono incollate, tramite delle resine, su multistrati. I migliori supporti sono solitamente quelli indicati di seguito:

  • pannelli in polistirene ad alta densità
  • multistrato marino
  • pannelli in agglomerato di vario tipo.

Per l’installazione si usano delle lamine piuttosto grandi (100 x 300 cm), per evitare le tanto fastidiose fughe dei comuni piani di lavoro in cucina e, lo spessore può essere declinato in tre formati: 6, 12 e 20 millimetri. La misura ideale tuttavia, considerata la resistenza del materiale, resta quella più bassa dei 3-3, 5 mm si avrò così una maggiore facilità di lavorazione nel taglio, sagomatura e foratura.

Prima dell’installazione, infatti, si provvede a creare i fori per la rubinetteria e l’incasso dei lavelli e il supporto, per garantire stabilità nel tempo, deve essere pulito e asciutto. Una volta fissato il piano sarà sufficiente rifinire i bordi e rendere invisibili i punti di giunzione: et voilà il tuo top è pronto a servirti!

piano-lavoro-cucina-gres-porcellanato-3

Pulizia e manutenzione

Il gres porcellanato è molto facile da pulire e richiede zero manutenzione. Per le macchie di grasso che, inevitabilmente ti ritroverai in cucina, noi ti suggeriamo di aiutarti con la classica spugna mediamente abrasiva su cui spruzzare una modesta quantità di sgrassatore.

Per le macchie di calcare cerca, invece, di contrastarne la formazione risciacquando e asciugando accuratamente il piano. L’intervento deve essere il più tempestivo possibile, provvedendo subito alla rimozione delle macchie eviterai fastidiose incrostazioni, più dure da eliminare.

Cleaning supplies

Fasce di prezzo

Se ti abbiamo convinto a scegliere il piano in gres porcellanato per la tua nuova cucina allora ti sarà utile sapere più o meno quale sarà il costo da affrontare. Più o meno perché tante sono le combinazioni e le soluzioni possibili. Esclusi i consti di consegna, trasporto e montaggio si parte da €490,00 al metro lineare il prezzo sale per lavorazioni o finiture particolari.

piano-lavoro-cucina-gres-porcellanato-4

Piano di lavoro della cucina in gres porcellanato: foto e immagini

Se con il nostro articolo hai riscoperto il valore di questo materiale e pensi di usarlo come rivestimento della tua nuova cucina lasciati ispirare da altre immagini che abbiamo selezionato per in galleria. Nuove idee per tanti nuovi look.

Paola Palmieri
  • Laurea in Scienze della Comunicazione
  • Master in Editoria e Comunicazione
  • Autore specializzato in Fai da te, Design, Arredamento
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, novità ed occasioni riguardo il mondo del design. Aggiornati dal primo sito in Italia in tema di design.