Locale caldaia: norme e informazioni


La scelta del locale caldaia deve essere ben considerata. Rispetto delle norme in vigore per la propria sicurezza e quella dei famigliari. La caldaia di potenza inferiore ai 35 kW.

caldaia

Il locale caldaia o centrale termica deve essere costruito secondo rigorosi criteri di legge, nel rispetto delle norme di sicurezza antincendio.

La distinzione è dettata dal tipo di alimentazione, combustibile liquido o gassoso. I requisiti di base sono in ogni caso i seguenti:

  • l’ubicazione;
  • la ventilazione naturale;
  • l’accesso al locale;
  • la resistenza al fuoco della struttura.

Il rispetto delle norme in vigore è fondamentale in quanto garantisce la vostra sicurezza e quella dei vostri cari.

Pertanto, tenersi aggiornati sulle modifiche di legge e di conseguenza, affidarsi a tecnici specializzati, vi permetterà di vivere sonni tranquilli.



Locale caldaia: cosa è

caldaia-casa-

Il locale caldaia è la stanza della vostra casa dove sistemate il generatore di calore, cioè la caldaia.

Costituisce dunque il punto di partenza per generare calore, dove viene bruciato il combustile e da dove partono le tubazioni che conducono il fluido termovettore (generalmente acqua) ai caloriferi posizionati nelle diverse stanze dell’appartamento.

Il problema essenziale è dettato dalla presenza del metano, gas altamente infiammabile e dunque possibile causa di esplosioni.

boiler-locale-scarpe

Ed essendo il metano è più leggero dell’aria, tende a salire verso l’alto, da qui la necessità che il locale sia edificato in maniera tale da evitare l’accumulo di gas, in caso di perdite, nelle parti alte del locale.

Locale caldaia: dove installarla

caldaia-

In generale la caldaia può essere installata in un luogo esterno all’abitazione, purché protetto, almeno in maniera parziale per evitare di esporla alle intemperie.

Tuttavia è diventato cosa normale per le aziende costruttrici rendere disponibili kit per la copertura della stessa.

New Boiler

I punti fondamentali da ricordare prima di scegliere il luogo dove sistemare la caldaia sono:

  • è assolutamente vietata l’installazione in locali con pericolo d’incendio, come il garage di casa;
  • altresì vietata l’installazione dei relativi canali da fumo, condotti di scarico fumi e condotti di aspirazione dell’aria comburente.
  • inoltre, deve stare lontano dai piani cottura (ad esempio se avete una cucina attiva anche in un locale che usate poco) e nelle parti comuni, se abitate in una palazzina con diversi appartamenti.

E’ invece possibile l’installazione nei locali di pertinenza (la propria cantina o solaio ad esempio) ed a cui solo voi potete accedere.

Locale caldaia in casa

caldaia-cucina-dove-collocarla

Scritto così potrà sembrare una follia, ma la legge parla chiaro: se la caldaia che volete installare per il vostro appartamento è di potenza inferiore ai 35 kW, potete tenerla fra le mura di casa senza alcun problema.

Il vantaggio, in questo modo, è di evitare che la caldaia sia esposta alle diverse condizioni climatiche.

La norma a cui dovrete far riferimento, la UNI CIG 7129/08, sottolinea il divieto di scarico a parete e l’obbligo dello scarico a tetto.

caldaia-casa

Inoltre, altro importante vantaggio derivante dall’installazione interna, è che le prestazioni della stessa caldaia miglioreranno, consentendovi un bel risparmio sui consumi; se poi, ci fosse anche la possibilità di installarla sfruttando un piccolo vano dell’appartamento, meglio ancora.

E se avete problemi di spazio non temete, in commercio sono ormai tante le caldaie ad incasso che risolveranno il problema.

boiler-locale-scarpe

Pertanto qualora abbiate appena acquistato l’appartamento e non vi piaccia dove è posizionata, valutate prima di spostarla, gli interventi da compiere e le relative spese da sostenere che, in caso di interventi di muratura da eseguire, potrebbe rivelarsi una scelta sconveniente dal punto di vista economico.

Locale caldaia del condominio

locale-caldaia-porta

La situazione si semplifica quando, proprietari o in affitto di un appartamento in un condominio, la normativa dell’impianto di riscaldamento viene fatta rispettare dall’amministratore di condominio.

Innanzitutto ogni eventuale modifica deve essere approvata dall’assemblea condominiale, ovvero i due terzi (in millesimi) dell’intero edificio e la maggioranza dei partecipanti al condominio.

Inoltre, la normativa specifica in tema di posizionamento di caldaie, vieta in maniera tassativa che vengano installate all’interno di locale dove è possibile il rischio d’incendio come i box.

Se posizionata all’esterno, il luogo deve essere protetto, dunque con una porta chiusa a chiave che vieti l’accesso a chiunque e non esposto a pioggia, neve o raggi solari.

Approfondimenti

caldaia-in-casa-

Caldaia a condensazione, perché sceglierla e come funziona.

Cucine a legna da utilizzare come caldaie.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta