Isolamento interno: come evitare le dispersioni termiche

D’estate e d’inverno preserva l’isolamento interno della tua casa. Scopri come fare per evitare le dispersioni termiche, risparmiando in bolletta e preservando l’ambiente.

Isolamento interno: come fare per evitare le dispersioni termiche

Il rientro alla propria abitazione dopo un’intensa giornata fuori può rivelarsi tutt’altro che piacevole se la temperatura che ci accoglie non è quella che avevamo sperato. Quante volte, nonostante tutti i soldi spesi in riscaldamento d’inverno e corrente elettrica per alimentare i condizionatori d’estate, rincasando non si trova tepore o viceversa refrigerio?

Questo succede quando c’è un evidente problema di dispersione termica. Con questa locuzione ci si riferisce all’indicatore della facilità con cui un edificio oppure un appartamento disperde calore/aria fresca verso l’esterno, con conseguente aggravio di costi in bolletta, per non parlare dell’inquinamento ambientale.


Leggi anche: Piante da balcone e terrazzo: come prepararle all’inverno

Un’alternativa c’è o meglio ce ne sono tante, si parte da piccoli accorgimenti quotidiani o semplici interventi di manutenzione, fino ad arrivare a lavori di ristrutturazione inizialmente onerosi da sostenere, ma poi largamente ammortizzati nel corso del tempo.

Se anche tu sei stanco di sprecare denaro, avere un alto impatto ambientale e viceversa una scarsa efficienza energetica, continua a leggere. Ecco come evitare la dispersione termica.

1. Corretto utilizzo della caldaia

Partiamo da un’operazione molto semplice e davvero importante sotto molti punti di vista, non ultimo la sicurezza.

Effettuare la manutenzione della caldaia con cadenza annuale ti consentirà di avere un elettrodomestico sempre alto performante quindi efficiente.

Ancora, utilizzare un termostato eviterà di tenerlo acceso quando non ce n’è bisogno, ad esempio quando la casa è completamente vuota. Sotto questo punto di vista possono venire in tuo aiuto le più moderne tecnologie in termini di domotica.

Il più delle volte basterà collegare una presa azionabile direttamente da remoto ovvero tramite app per prevedere l’accensione della caldaia giusto in tempo per il tuo ritorno a casa.

Infine, scegliendo una caldaia dotata di valvole termostatiche sarà possibile escludere dal riscaldamento alcune stanze poco utilizzate o addirittura per nulla.

Isolamento interno: come fare per evitare le dispersioni termiche

2. Installazione della controsoffittatura

Forse non tutti sanno che il controsoffitto ha un duplice ruolo, tanto estetico quanto funzionale. Negli appartamenti con soffitti molto alti, dai 3 m in su, sarà opportuno realizzare una controsoffittatura che li abbassi in modo da ridurre il volume dell’ambiente da riscaldare.


Potrebbe interessarti: Catalogo Upim autunno inverno 2020

Se temi che questo possa penalizzare la resa scenografica del tuo appartamento, aspetta di ricevere la prima bolletta e poi ci ripenserai.

3. Sostituzione degli infissi

Un altro tasto che può rivelarsi dolente sono gli infissi. Se questi non sono perfettamente regolati, come spesso accade soprattutto nelle abitazioni più datate, invece di isolare l’interno dell’appartamento contribuiranno in maniera notevole alla dispersione termica.

Qualora il tuo budget lo consenta, valuta di sostituirli del tutto con degli infissi a vetrocamera con doppio o triplo vetro; questi presentano al loro interno un gas inerte a bassa conducibilità termica come l’argon, il kripton o lo xenon e di conseguenza assicurano una coibentazione con trasmittanza ottimale (valori compresi tra 2 e 3 W/mqK).


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Ma se così non fosse, puoi cominciare con l’acquisto di guarnizioni paraspifferi in gomma, plastica o alluminio. In aggiunta, con funzione anche decorativa, abbinane degli altri in tessuto, da appoggiare sul davanzale della finestra. In commercio ne troverai di tanti modelli diversi, ma potrai anche realizzarli con il fai da te. Tieni in considerazione l’opportunità della detrazione fiscale, come spiegato nella seguente guida.

Isolamento interno: come fare per evitare le dispersioni termiche

4. Ventilazione interna

Anche in questo caso si tratta di una corretta abitudine da assumere non solo per ridurre la dispersione termica, ma anche per salvaguardare la salute.

Garantire la corretta ventilazione dell’abitazione, sia d’estate che d’inverno, è un modo per preservare l’efficienza energetica. Durante la stagione più fredda sarà ottimale far cambiare l’aria di prima mattina, di modo che all’accensione dei termosifoni le stanze non siano troppo gelide.

Quando il caldo all’esterno è forte, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, spalancare le finestre è controproducente perché permette ai raggi solari di entrare liberamente e quindi accumulare calore all’interno. Il consiglio è quello di tenere le persiane abbassate durante il giorno, per poi aprirle dopo il tramonto e accendere i condizionatori quando il sole è già calato.

isolamento-interno-come-evitare-dispersioni-termiche-3

5. Coibentazione esterna

Quelle descritte finora sono azioni semplici e alla portata di tutti. Volendo investire nell’efficientamento energetico della tua abitazione (ricorda che potresti aver diritto ad un Ecobonus) il primo passo da compiere è la coibentazione esterna.

Fortunatamente in molti edifici sono già presenti delle intercapedini tra le pareti interne e i muri esterni che facilitano l’insufflaggio di materiali isolanti come la schiuma poliuretanica per una coibentazione facile e duratura. Un’operazione ulteriormente profonda è l’applicazione di un cappotto termico alle pareti e al tetto, necessario qualora abitaste all’ultimo piano o in mansarda.

isolamento-interno-come-evitare-dispersioni-termiche-6

Isolamento interno, come fare per evitare le dispersioni termiche: immagini e foto

Di seguito una gallery fotografica riepilogativa degli argomenti trattati. Basta davvero poco per alleggerire la bolletta e contemporaneamente godere di un clima ottimale nella propria casa, senza gravare eccessivamente sul pianeta Terra.

Maria Chiara Barsanti
  • Laurea in Relazioni Internazionali presso L'Orientale di Napoli
  • Esperta in Digital Marketing e Comunicazione
  • Autore specializzato in Design, Lifestyle
Suggerisci una modifica