Guida alla scelta del finto parquet: le alternative economiche al legno

Guida alla scelta del finto parquet che porta all’interno degli ambienti di casa la stessa bellezza del legno ma con molti più vantaggi. Il finto parquet può essere in pvc, laminato o gres porcellanato. Vantaggi e tipologie del finto parquet. Ecco le alternative più economiche del parquet in legno!

finto-parquet-copertina-1

Un pavimento in parquet è sempre apprezzato per la sua bellezza, eleganza, autenticità e ricercatezza. Il legno in effetti non ha eguali in estetica e bellezza ma presenta vari limiti perché è molto delicato, si deforma e si scheggia facilmente.

Allora come sopperire alle mancanze del legno? Ma con un finto parquet, naturalmente, che risolve i problemi di umidità, fragilità, corrosione, tipiche del parquet vero in legno, senza tuttavia limitare l’estetica.

Ecco allora per voi una guida semplice ma esaustiva – in cui segnaliamo anche vantaggi e tipologie di parquet alternativi a quello vero – alla scelta del finto parquet.


Leggi anche: Come pulire il gres porcellanato

finto-parquet-copertina-2

Vantaggi del finto parquet

Molto probabilmente è l’aggettivo “finto” che provoca non poche riserve a chi è in procinto di scegliere un parquet. In realtà, un parquet finto, che sia in laminato, gres o pvc, porta all’interno degli ambienti di casa la stessa bellezza di un parquet in legno: nuance, scalanature, venature tipiche. Sia al tatto che alla vista i finti parquet sono identici al parquet in legno e, in aggiunta, hanno numerosi vantaggi sia dal punto di vista pratico che economico.

Per prima cosa, un pavimento in finto parquet non si usura né si graffia grazie all’apposizione di una patina protettiva che non solo gli rende l’aspetto della miglior quercia ma ne assicura la longevità. Inoltre, un pavimento del genere è idrorepellente, fonoassorbente per cui dite addio agli scricchiolii da film horror!

Se opterete per un PVC o laminato c’è un vantaggio in più: i pavimenti flottanti si installano facilmente e velocemente perché non richiedonochiodicolla tantomeno una manodopera specializzata. Il finto parquet, inoltre, è più facile da pulire perché rispetto al legno non richiede lucidatura, ceratura o una manutenzione attenta.

finto-parquet-vantaggi

Le alternative al parquet

Il mercato offre diversi materiali che replicano efficacemente l’effetto legno, compreso di venature e diverse tonalità. Come ad esempio i già citati laminato, gres porcellanato e pvc che sono quelli più famosi ma anche quelli più funzionali. Vediamoli insieme.


Potrebbe interessarti: Pavimento in PVC

Il PVC

Il PVC si presta bene, in realtà, per qualsiasi esigenza d’arredo per la sua flessibilità e resistenza ad acqua e umidità. Un parquet in PVC evidenza le naturali proprietà traspiranti del legno perché è un materiale termoplastico: caldo d’inverno e fresco d’estate. Una goduria calpestarlo a piedi scalzi che non vi farà affatto pentire del non aver scelto un parquet in legno.

finto-parquet-pvc

Il laminato

Il laminato, più di tutti gli altri materiali, ricorda il parquet in legno. Infatti, le doghe in laminato presentano una struttura multi composita con cuore in fibra di legno. Sulle doghe viene posto un foglio decorativo che ricrea perfettamente l’effetto legno. Un finto parquet in laminato è costituito di uno strato di resina melamminica molto resistente all’usura e che conferisce alla pavimentazione lucentezza proteggendola, al tempo stesso, da graffi e ammaccature.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

A differenza del PVC, non è molto resistente all’umidità ed è per questo che lo si sconsiglia in bagno dove abbondano invece vapori e acqua: se proprio non volete rinunciare al parquet in bagno optate per il finto parquet ma in PVC o in gres porcellanato.

finto-parquet-laminato

Gres porcellanato

E arriviamo, infine, alla terza tipologia di finto parquet: il gres porcellanato. Questo materiale è un tipo di ceramica esteticamente bellissima e utilizzata in molti contesti. La sua particolarità, che lo rende un materiale ideale per le pavimentazioni, è l’idrorepellenza: infatti, il gres assorbe pochissimo l’acqua il che lo rende resistenze alle infiltrazioni di vari liquidi. Particolarmente indicato in bagno, in cucina, sul terrazzo, sul bordo piscina, il gres è utilizzato anche in tutti quegli ambienti in cui solitamente non potreste trovare, in nessun caso, il parquet in legno vero.

Come i primi due materiali, anche il gres porcellanato effetto parquet garantisce grandi performance a livello tecnico: le temperature elevatissime a cui è sottoposta la ceramica per essere cotta la rende particolarmente resistente ai graffi, a eventuali scheggiature e ad agenti chimici.

finto-parquet-gres

Finto parquet: conclusioni

Con questa piccola guida abbiamo cercato di evidenziare i pregi di un pavimento in finto parquet segnalando quelli che, a nostro avviso, sono i materiali che rendono meglio nell’obbiettivo: quello di avere un parquet che sia identico a uno in legno vero.

Difficile dire effettivamente quale sia la soluzione migliore perché tutte e tre garantiscono un rivestimento di qualità a prezzi decisamente più bassi rispetto a un vero parquet. Una cosa è certa: l’effetto legno può rivivere in soluzioni moderne, funzionali e rivoluzionarie.

finto-parquet-gres-2

Finto parquet: foto e immagini

Per rivedere le immagini che ritraggono il finto parquet nei tre diversi materiali citati sfoglia la galleria seguente e fa la tua scelta!

Marika Manna
  • Laurea triennale in Scienze della Comunicazione a Salerno
  • Laurea magistrale in Editoria e Giornalismo
  • Autore specializzato in Lifestyle, Casa, Arredamento, enogastronomia
Suggerisci una modifica