Finestre in PVC: come scegliere il modello adatto per casa


Quali soluzioni si possono realizzare con le finestre in PVC? Ci sono limitazioni nella scelta dei colori e delle finiture? Quali vantaggi ha una finestra in PVC?  Quanto costano le finestre in PVC?

Finestre-in-PVC-1


Se vi trovate ad affrontare la ristrutturazione di casa e siete al capitolo serramenti, questo articolo può aiutarvi a fare un pò di chiarezza tra le tante offerte degli operatori specializzati in tema di finestre in PVC.

Valutiamo i vantaggi e consideriamo quali sono i punti critici di questa tipologia di materiale, con lo sguardo attento anche agli aspetti economici dei costi di acquisto e di posa in opera.

Cosa chiedere perché il prodotto abbia le caratteristiche che desiderate e come scegliere tra gli elementi che lo rendano perfettamente funzionale alle vostre necessità.


Conosciamo il PVC

Finestre-in-PVC-2

Il PVC è un polimero (cloruro di polivinile) la cui prima realizzazione risale al 1927, quasi un secolo fa in cui si è davvero arricchito e migliorato. È un materiale che possiamo considerare ecologico perché per la sua produzione non si fa uso né di materie prime a disponibilità limitata né di quelle appartenenti alle cosiddette non rinnovabili.


Leggi anche: Ristrutturazione cantina: le detrazioni ammesse nel 2019

Vecchie finestre possono essere riciclate per creare nuovi profilati.

Un nuovo materiale nasce dagli sfridi delle estrusioni dei profili combinati con le bucce di riso, scartate anch’esse. Ecco come alcune aziende italiane hanno realizzato un materiale sostenibile ed innovativo dal PVC riciclato.

Finestre in PVC

Finestre-in-PVC-3

Si parte dal profilato che viene modellato e tagliato e si arriva ai serramenti. Profilato vuol dire cavo, quindi composto da camere d’aria che hanno la funzione di migliorare l’effetto isolamento della finestra. In definitiva più camere d’aria, migliore isolamento.

Il PVC è un materiale flessibile, il che consente di farne molti tipi di lavorazione, ma nel contempo è anche rigido. Le finestre in PVC sono leggere, difficilmente infiammabili ed idrorepellenti.

Valutandone la convenienza anche in termini economici, le finestre realizzate in PVC hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo.

PVC: non sono tutti uguali

Finestre-in-PVC-4

Scegliete un PVC privo di ftati, piombo e plastificanti che abbassano il prezzo ma anche la qualità, oltre che essere dannosi per la salute e l’ambiente. Infatti se privi di queste sostanze alla fine della loro funzione le finestre in PVC sono riciclabili al 100%.

Buoni materiali sono una scelta vincente anche per evitare la dispersione termica e quindi l’aumento delle bollette.

In commercio esistono prodotti di bassissima qualità, quindi attenzione a farsi rilasciare un certificato VOC di assenza di sostanze dannose nel profilato.

Vantaggi

Finestre-in-PVC-5

  • Gli infissi in PVC non richiedono una particolare manutenzione
  • Donano alla casa un grande isolamento termico
  • Riducono l’inquinamento acustico nelle case, aumentando il comfort abitativo
  • Sono durevoli, infatti molti produttori garantiscono una durata di oltre 30 anni
  • Hanno il requisito della riciclabilità, quindi offrono anche un risparmio quando vorrete disfarvene, poiché non dovrete versare alcuna somma per conferire questi materiali alle isole ecologiche
  • Rispetto alla lavorazione di legno ed alluminio, il PVC produce pochissime polveri, pochi ossidi e poca anidride solforosa.

Design e stili

Finestre-in-PVC-6

Dal punto di vista del design il PVC per la sua versatilità è da considerarsi una buona scelta, in quanto è in grado di  soddisfare tutte le esigenze. Si adegua a tutti gli stili anche grazie alle colorazioni varie che può avere. Nonostante sia un materiale plastico può avere un effetto legno molto veritiero.

La colorazione avviene con l’aggiunta di pigmenti in fase di lavorazione del profilo e per ottenere cromature o effetti tattili si aggiungono delle pellicole al profilato.

Finestre-in-PVC-7

Con la mazzetta dei colori in mano potrete scegliere tutti le gradazioni, dalle tinte classiche come il sabbia, il bianco, il bianco antico, il verde ed il grigio alle diverse essenze e finiture in effetto legno, dal noce al mogano, dal ciliegio al golden oak.

Quali vetri per le finestre in PVC

catalogo-finstral-pvc-alluminio

Per migliorare ulteriormente la resa dei serramenti in PVC  ed adattarli alle vostre esigenze altra valutazione da fare è la scelta del vetro.

Per migliorare le prestazioni termiche scegliete finestre con vetro basso emissivo.

Se avete bambini in casa o volete evitare incidenti optate per un vetro antinfortunistico, composto da una ulteriore lastra di vetro che in caso di rottura non si frantuma.

Finestre-in-PVC-9

L’esposizione ad agenti atmosferici ed inquinanti aggressivi o la particolare posizione che rende disagevole la pulizia  delle finestre all’esterno orienta la vostra scelta verso un vetro autopulente, fornito di una pellicola idrofila che permette una manutenzione semplificata.

Se vivete in alta montagna o l’infisso è esposto a forti venti si può scegliere un triplo vetro, che però toglie luminosità ed il peso incide sulla durata del serramento.

Guida ai prezzi

Finestre-in-PVC-10

I materiale del profilato modifica molto il prezzo finale, a cui andrà aggiunto anche il costo della posa in opera.

Il range medio per un infisso a due ante 80×120 è di 130 euro per arrivare a 160 euro con una finitura effetto legno.

Una porta finestra 120×230 a due ante la si acquista a 750 euro posa in opera esclusa.

Il costo della posa in opera incide molto sul costo finale ma incide altrettanto sulla resa della finestra, in termini di isolamento acustico e termico e quindi sul risparmio energetico. Possiamo considerare un costo per finestra di circa 200 euro cadauna.

Finestre in PVC: foto e immagini

Al vostro sguardo interessato altre immagini di finestre in PVC  disponibili sul mercato, da valutare e da cui lasciarsi ispirare.

Fiorella Petrocelli

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta